Powered by Investing.com
Martedì l’Asian Development Bank ha abbassato le sue previsioni di crescita economica della Cina dal 7,2% al 6,8%. Mentre continuano a dominare i timori sulla situazione cinese, il presidente cinese Xi Jinping è arrivato a Seattle per incontrasi con Bill Gates e partecipare al summit USA-Cina sulla tecnologia che si terrà nei prossimi due giorni. Le prospettive dell’economia globale sono peggiorate sempre di più mercoledì dal momento che sono emersi ulteriori segnali di flessione in Cina, nonostante le massicce politiche di stimolo e anche in Europa la crescita appare sempre più debole. Nell’eurozona, il gruppo di ricerca Markit che dichiarato che indice PMI Tedesco è sceso a 52,5 a settembre dal 53,3 del mese precedente, mentre l’indice PMI dei servizi ha toccato il livello di 54,3 dal 54,9 precedente. L’indice PMI manifatturiero francese è salito a 50,4 questo mese rispetto al 48,3 di agosto, mentre l’indice PMI dei servizi è salito a 51,2 dal 50,6.

La crescita nel comparto manifatturiero non mostra variazioni a settembre, posizionandosi al livello più basso degli ultimi due anni, secondo un report del settore. La volatilità nel mercato azionario statunitense è cresciuta recentemente mentre gli investitori continuano a essere preoccupati della crisi economica globale indotta dalla Cina.

Valute: L’euro ha recuperato sul dollaro mercoledì dopo due settimane e mezzo di incertezza in cui il presidente della BCE Mario Draghi che ha dichiarato che è troppo presto decidere se aggiungere nuove misure di stimolo e le speranze di un aumento dei tassi da parte della Fed continuavano a sostenere il biglietto verde. La coppia EURUSD si è mossa al rialzo tra $1,1105 e $1,1213 Il cross GBPUSD è stato scambiato al ribasso tra $1,5368 e $1,5221. Il cross USDJPY è rimasto relativamente stabile ed è scambiato tra ¥119,64 e 120,55.

Greggio: I mercati petroliferi globali hanno perso terreno mercoledì con il greggio statunitense in flessione del 3% dopo che la diminuzione delle scorte è stata controbilanciata da ampie costruzioni di impianti per la benzina che hanno fatto crescere le preoccupazioni per un aumento ad autunno delle forniture. Il Brent del Mare del Nord ha ceduto terreno, scambiato tra $50,24 e $47,69. Il light crude statunitense ha ceduto terreno, scambiato tra $47,15 e $44,42.

Oro: Hanno recuperato terreno i future sull’oro nonostante le preoccupazioni relative al possibile impatto che la crisi del settore manifatturiero cinese, che ha toccato il minimo a sei anni e mezzo, potrebbe avere sull’economia globale. L’oro ha subito pesanti pressioni al ribasso negli ultimi mesi a causa dell’incertezza in merito alla decisione della Fed di alzare i tassi. Sul Comex di New York l’oro è stato scambiato al rialzo nell’ampio intervallo tra $1.121,10 e $1.133,50 l’oncia.

Indici:  I titoli azionari asiatici hanno registrato la peggiore performance giornaliera mensile. I titoli azionari sono crollati a Shanghai dal momento che la fiducia nel settore manifatturiero in Cina è scesa al minimo a 78 mesi, contribuendo a esacerbare il già negativo sentiment. Il Shanghai Composite ha ceduto il 2,16%, mentre il Nikkei 225 ha perso l’1,96%. I titoli azionari europei hanno recuperato mercoledì dopo il rilascio di dati contrastanti relative al comparto manifatturiero e dei servizi provenienti da Germania e Francia. A Francoforte, alla chiusura,  il DAX ha guadagnato lo 0,44%. Alla chiusura di Parigi, il CAC 40 ha guadagnato lo 0,10%. Alla chiusura di Madrid, l’IBEX 35 ha perso lo 0,79%. Infine a Londra il FTSE ha chiuso in rialzo dell’1,62%.

Wall Street ha ceduto terreno mercoledì in un sessione di trading molto volatile sulla scia dei deboli dati industriali provenienti sia dalla Cina che dagli USA. Alla chiusura il Dow Jones Industrial Average ha ceduto lo 0,21%. L’S&P 500 ha perso lo 0,13% e il Nasdaq composite lo 0,08%.

Calendario economico
Giovedì 24 settembre 2015:
 

Orario

Valuta

Evento

Previsione

Precedente

11:00am

EUR

Indice Tedesco IFO Fiducia Aziende

107.8

108.3

12:15pm

EUR

Targeted LTRO (Piano a rifinanziamento a lungo termine)

 

73.8mld

 3:30pm

USD

Ordinativi beni durevoli Core m/m

0.20%

0.40%

 3:30pm

USD

Richieste Sussidi Disoccupazione

268mila

264mila

 3:30pm

USD

Ordinativi beni durevoli m/m

-2.00%

2.20%

5:00pm

USD

Vendite di case nuove

516mila

507mila

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.