Powered by Investing.com
USD/CAD – il dollaro canadese è sceso rispetto al biglietto verde ed è scambiato a 1,060 a causa del fatto che il petrolio, il principale bene nazionale esportato, è ai minimi da più di un anno. Inoltre un report ha mostrato che i prezzi delle case sono rimasti invariati a luglio; il secondo indicatore che questa settimana ha suggerito che il mercato immobiliare comincia a non rappresentare più il traino della crescita economica.

GBP/USD – la sterlina ha guadagnato terreno rispetto al dollaro ed è scambiata a 1,6240 dal momento che le preoccupazioni circa il voto per l’indipendenza della Scozia si sono al momento stabilizzate e ciò ha consentito agli investitori di focalizzarsi sul rafforzamento dell’economia nel Regno Unito.

USD/JPY – lo yen giapponese ha toccato il livello più basso da quasi sei anni ed è attualmente scambiato intorno a 107,30 dopo che il governatore della banca del Giappone, Kuroda, ha comunicato al primo ministro Abe che la banca centrale non esiterà ad agire se non verrà raggiunto l’obiettivo di inflazione.

I trader saranno molto attenti oggi al report sulle vendite al dettaglio negli USA e cercheranno di capire se tale dato andrà a inserirsi come dato a supporto della crescita economica e se costituirà un altro tassello in linea con il deludente report sui posti di lavoro.

Materie Prime

ORO – il prezzo continua a scendere ed è attualmente scambiato a 1233,00 dal momento che le ipotesi secondo cui i costi dei prestiti saliranno prima di quanto previsto ha rafforzato la richiesta di dollari facendo nel contempo diminuire la domanda del metallo prezioso come investimento alternativo.

GREGGIO – è scambiato intorno a 92,80, il secondo calo settimanale, mentre aumentano i segnali che l’offerta di petrolio continuerà a salire anche se la richiesta globale si sta indebolendo.

Calendario economico

EUR – 10:00 GMT – Produzione industriale – previsione 0,5%
USD – 13:30 GMT – Vendite al dettaglio – previsione 0,6%

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.