Powered by Investing.com
I deludenti dati cinesi hanno provocato un selloff oggi nel mercato asiatico. L’indice dei prezzi al consumo in Cina è salito dell’1,6% a settembre dall’anno precedente, mentre le previsioni erano pari all’1,8%. I prezzi alla produzione sono scesi del 5,9% su base annuale a settembre, facendo registrare così il quarantatreesino mese consecutivo di deflazione. L’indice della media delle retribuzioni nel Regno Unito è aumentato meno del previsto nei tre mesi prima di agosto, facendo diminuire la possibilità di un aumento dei tassi di interesse. Il tasso di disoccupazione è sceso al livello più basso dalla metà del 2008, sottolineando l’ottimismo in merito alla salute del mercato del lavoro britannico. Il tasso di disoccupazione è sceso al 5,4% nel trimestre precedente ad agosto dal 5,5% del trimestre precedente.  L’indice della media delle retribuzioni è salito del 3%, meno di quanto previsto (3,1%). Le vendite al dettaglio negli USA sono salite meno del previsto a settembre, facendo diminuire l’ottimismo sul rafforzamento dell’economia e sul possibile aumento dei tassi di interesse. Le vendite al dettaglio sono salite ad un tasso destagionalizzato dello 0,1% lo scorso mese, deludendo le previsioni che si aspettavano un incremento dello 0,2%. Le vendite al dettaglio core, che escludono le vendite del settore automobilistico, sono diminuite ad un tasso destagionalizzato dello 0,3% a settembre, deludendo le stime (calo dello 0,1%). L’inflazione dei prezzi alla produzione negli USA è scesa per la prima volta in cinque mesi da settembre. I prezzi alla produzione sono diminuiti al tasso destagionalizzato dello 0,5% il mese scorso, mentre le previsioni si aspettavano una flessione dello 0,2%.

Valute: Il dollaro si è mosso al ribasso rispetto alle altre principali valute mercoledì dopo che i dati pubblicati sulle vendite al dettaglio e sull’inflazione dei prezzi alla produzione hanno dipinto un quadro contrastante sulla salute dell’economia statunitense. EURUSD è stato scambiato tra $1,1378 e$1,1488. Il cross GBPUSD è stato scambiato al rialzo tra $1,5248 e $1,5495. USDJPY è stato scambiato al ribasso tra ¥119,81 e ¥118,64.

Greggio:  Il petrolio è sceso di nuovo sotto i $50 al barile mercoledì, in discesa per il terzo giorno consecutivo, sulla scia delle preoccupazioni secondo cui l’eccesso di offerta continuerà e la domanda diminuirà a causa del rallentamento economico della seconda principale economia mondiale, la Cina.  Il Brent del Mare del Nord ha ceduto terreno, scambiato tra $50,01 e $49,22. Il light crude statunitense ha anch’esso perso terreno, scambiato tra $46,95 e $45,95.

Oro: I future sull’oro hanno toccato il massimo a tre mesi mercoledì, dopo che i dati hanno mostrato le vendite al dettaglio negli USA.  Sul Comex di New York l’oro è stato scambiato al rialzo nell’ampio intervallo tra $1.163,00 e $1.189,80 l’oncia.

Indici:    Il mercato azionario asiatico ha esteso le perdite dopo i nuovi dati economici deludenti cinesi che hanno sollevato dubbi sulla possibilità che il paese riuscirà a soddisfare gli obiettivi di crescita. Alla chiusura, lo Shanghai Composite ha perso lo 0,90%. Alla chiusura di Tokio, il NIKKEI ha perso l’1,9%. La debolezza dei mercati asiatici ha influito anche sul mercato azionario europeo che ha aperto in negativo. A Francoforte, alla chiusura,  il DAX ha ceduto l’1,17%.  Alla chiusura di Parigi, il CAC 40 ha perso lo 0,74%. Alla chiusura di Madrid, l’IBEX 35 ha perso lo 0,77%. Infine a Londra il FTSE ha chiuso con una flessione dell’1,15%.

I titoli azionati statunitensi hanno ritracciato mercoledì con gli investitori assorbiti dai dati sulle retribuzioni delle principali banche e i crescenti timori sulla solidità dell’economia. Alla chiusura il Dow Jones Industrial Average ha ceduto lo 0,92%. L’S&P 500 ha perso lo 0,55% e il Nasdaq composite lo 0,29%.

Calendario economico
Giovedì 15 ottobre 15:
 

Orario

Valuta

Evento

Previsione

Precedente

 12:30pm

USD

CPI m/m

-0,20%

-0,10%

 12:30pm

USD

CPI core m/m

0,10%

0,10%

 12:30pm

USD

Richieste Sussidi Disoccupazione

269mila

263mila

 12:30pm

USD

Indice Empire State Manufacturing

-7,3

-14,7

2:00pm

USD

Indice manifatturiero Philly Fed

-1,8

-6

2:30pm

USD

 Parla il membro FOMC, Dudley

 

 

3:00pm

USD

Scorte Greggio

2,2M

3,1M

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.