Powered by Investing.com
USD/JPY – lo yen giapponese è arrivato a toccare quota 109,60, il minimo a sei anni, sulla scia delle ipotesi secondo cui la Banca del Giappone continuerà con una politica di monetary easing mentre la Fed sta decidendo quando attuare il suo primo aumento dei tassi di interesse. La banca del Giappone, che acquista ogni mese 7 mila miliardi di yen di obbligazioni governative, inizierà oggi un meeting di due giorni. Il governatore della BOJ, Kuroda, ha reso noto la scorsa settimana che uno yen debole non avrà, secondo lui, ripercussioni negative sull’economia giapponese.

USD/CAD – il dollaro canadese è sceso rispetto al biglietto verde ed è scambiato a 1,250 dopo che si è registrato un inaspettato deficit della bilancia commerciale ad agosto e ciò ha confermato le caute prospettive della Banca del Canada sull’economia nazionale.

Il dipartimento del lavoro statunitense ha mostrato che il tasso di disoccupazione ad ottobre è sceso al 5,9% e che il numero degli occupati è aumentato di 248.000 unità.

GBP/USD – la sterlina ha perso terreno rispetto al dollaro ieri ed è scambiata a 1,5980 mentre i segnali di un indebolimento della ripresa economica nel Regno Unito stanno facendo diminuire le ipotesi di un aumento dei tassi di interesse. I report di questa settimana hanno mostrato un indebolimento della crescita sia del settore dei servizi che manifatturiero e che i prezzi delle case stanno diminuendo.

Materie Prime

ORO – il prezzo è sceso ed è scambiato intorno a 1188,00 dopo che il numero degli occupati ha superato le previsioni alimentato le ipotesi di un imminente aumento dei tassi da parte della Fed.

GREGGIO – scende il prezzo ed è scambiato intorno a 89,60 sulla scia delle continue preoccupazioni relative all’eccesso di fornitura di greggio e al mercato cinese.

Calendario economico

EUR – GER - 07:00 GMT – Ordinativi all’industria in Germania – previsione -2,5%
CAD – 15:00 GMT – PIL – Previsione 53,0

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.