Powered by Investing.com
AUD/USD – il dollaro australiano è scambiato a 0,8550 dopo che la banca centrale australiana ha tagliato le sue previsioni sul PIL per l’anno prossimo all’1,9% rispetto alle previsioni prevalenti intorno al 2,9%. Si prevede solo una leggera ripresa nel 2016 quando il PIL potrebbe arrivare al 2,2%.

EUR/USD – l’euro ha perso terreno ieri sul dollaro ed è scambiato intorno a 1,2380 con il presidente della BCE, Draghi che esprime il proprio dissenso rispetto al consiglio direttivo; intanto si preparano nuove manovre espansive e si tenta di rilanciare il bilancio dell’istituzione grazie a un più ampio acquisto di obbligazioni. Avendo già tagliato i tassi di interesse al minimo storico e affermando che non è possibile abbassarli ancora, Draghi cerca ora di rilanciare il bilancio della BCE.

GBP/USD – la sterlina ha perso terreno sul dollaro ed è scambiata intorno a 1,5830 dopo che la banca d’Inghilterra ha mantenuto invariata la politica monetaria e ha lasciato i tassi di interesse all’attuale minimo storico a 0,5% mentre i solidi dati provenienti dalla richieste di sussidi di disoccupazione negli USA continuano a favorire la valuta americana.

Materie Prime

GREGGIO – il prezzo scende ed è scambiato intorno a 77,50 dopo che le organizzazioni esportatrici di petrolio hanno tagliato le previsioni di richiesta di greggio e la Libia ha reso noto che prevede di recuperare presto un importante giacimento dagli attacchi dei ribelli e far ripartire la produzione. Il petrolio si trova in fase ribassista sulla scia dei segnali che indicano un eccesso di offerta.

I prezzi di ORO e ARGENTO sono ai minimi rispettivamente a 1132 e 15,08 a causa del continuo rafforzamento del dollaro che frena la domanda.

Calendario economico

GBP – 10:15 GMT – Parla il governatore della BOE, Carney
USD – 13:30 GMT – Occupati settore non agricolo – previsione – 231.000
USD – 13:30 GMT – tasso di disoccupazione – previsione 5,9%
USD – 15:15GMT – parla il presidente della Fed, Yellen

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.