Powered by Investing.com
Il Premier Li Keqiang ha dichiarato venerdì che la Cina, che è cresciuta lo scorso anno al ritmo più lento degli ultimi 25 anni, realizzerà delle variazioni preventive sulla sua politica economica in modo da sostenere la crescita e allontanare il rischio finanziario. Il governo ha fissato un obiettivo di crescita tra il 6,5 e il 7% per il 2016. I prezzi delle case in Cina sono saliti al ritmo più elevato negli ultimi due anni a febbraio grazie alla forte domanda nelle grandi città anche se il rischio del surriscaldamento insieme alla debole crescita nelle città più piccole minaccia di far aumentare lo stress su un’economia già in crisi.

La BCE potrebbe tagliare i tassi di interesse ancora una volta se l’economia dell'eurozona non riuscisse a ripartire e, in casi estremi, potrebbe anche prendere in considerazione di emettere denaro, secondo quanto ha dichiarato in un’intervista pubblicata venerdì Peter Praet, capo economista.

Il presidente della Fed di New York, William Dudley, ha dichiarato venerdì che il settore finanziario ha registrato buoni progressi  dall’inizio della crisi grazie all’aumentata supervisione da parte delle banche, ma molto lavoro deve essere ancora fatto. La pubblicazione di marzo sui dati preliminari dell’indagine sui consumatori svolta dall’Università del Michigan ha mostrato che la fiducia è scesa a 90,0 dal 91,7 registrato a febbraio. Gli analisti avevano previsto un incremento a 92,2.

Valute: Il dollaro è rimasto vicino al minimo a 5 mesi rispetto alle altre principali valute venerdì ma ha registrato anche qualche modesto guadagno nella sessione. La coppia EURUSD si è mossa al ribasso tra $1,1343 e $1,1206. Il cross GBPUSD è anch’esso stato scambiato al ribasso tra $1,4514 e $1,4411. USDJPY è stato scambiato al rialzo tra ¥110,83 e ¥111,76.

Greggio: I future sul petrolio statunitense hanno recuperato terreno toccando il massimo a tre mesi venerdì prima di tornare in territorio negative alla fine della sessione con gli investitori che continuano a pensare alle prospettiva di un potenziale congelamento della produzione per sostenere la materia prima. Sul mercato ICE, il Brent del Mare del Nord ha ceduto terreno, scambiato tra $42,54 e $41,07. Sul NYME, il light crude statunitense è stato scambiato al rialzo tra $42,49 e $41,07.

Oro: L’oro ha perso terreno venerdì ma è rimasto sempre vicino al massimo a un anno dal momento che la fiducia verso il dollaro statunitense è rimasta molto vulnerabile dopo le ultime dichiarazioni della Fed. Sul Comex di New York, l’oro è stato scambiato al ribasso nell’ampio intervallo tra $1.267,60 e $1.248,60 l’oncia.

Indici: I titoli azionari asiatici hanno registrato un andamento contrastante con Tokio in ribasso e la Cina in rialzo mentre gli investitori hanno continuato a studiare le prospettive per il dollaro che restano deboli. Alla chiusura di Tokio, il NIKKEI ha perso l’1,25%. Alla chiusura di Shanghai, l’Hang Seng ha guadagnato lo 0,82%.  A Francoforte, alla chiusura, il DAX ha guadagnato lo 0,59%. Alla chiusura di Parigi, il CAC 40 ha guadagnato lo 0,44%. Alla chiusura di Madrid, l’IBEX 35 ha guadagnato lo 0,81%. Infine a Londra il FTSE ha chiuso con una flessione dello 0,19 %.

I titoli statunitensi hanno guadagnato terreno venerdì mentre la visione conservatrice della Fed sui tassi di interesse, l’indebolimento del dollaro e l’aumento del prezzo del petrolio hanno ridato fiato alla propensione al rischio degli investitori. Alla chiusura, il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato lo 0,69%. L’S&P 500 ha guadagnato lo 0,44% e il Nasdaq composite lo 0,43%.
 
Calendario economico
Lunedì 21 marzo 2016
 

Orario

Valuta

Eventi

Previsione

Precedente

15:00

USD

Vendite di Case Esistenti

5,32Mln

5,47Mln

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.