Powered by Investing.com
Le richieste di sussidi alla disoccupazione sono diminuite di 36.000 unità arrivando ad un valore annuo destagionalizzato di 289.000 unità nella settimana conclusasi il 7 marzo; le vendite al dettaglio negli USA sono scese per il terzo mese consecutivo a febbraio dal momento che l’inverno rigido ha tenuto lontano i consumatori dagli autosaloni e dai negozi, offuscando le prospettive di crescita per il primo trimestre e quelle di un aumento dei tassi di interesse a giugno.

Valute: La coppia EURUSD è rimbalzata dal minimo a 12 anni toccato nella sessione overnight e resta sotto pressione a causa del programma della BCE. La coppia GBPUSD è scesa a 1,4900 dopo i commenti di Carney secondo il quale un aumento dei tassi non sarebbe imminente. La coppia USDJPY, dopo essere scesa in area 120,70 all’inizio della sessione, è riuscita a rimbalzare dai minimi e si è riportata sopra quota 121,00.

L’oro ha registrato il suo nono declino consecutivo giornaliero, la più lunga flessione da marzo 2009.

Il Greggio ha perso il 2,3% a $47,05 al barile mentre si avvicina la scadenza dei contratti mensili e aumentano i timori per la costruzione di nuove reti negli USA.

Indici: I titoli azionari europei hanno chiuso invariati per perdere poi terreno giovedì con gli investitori che hanno reagito agli utili e alle notizie sulle banche e valutato le implicazioni del nuovo programma di QE della BCE. I titoli azionari statunitensi sono saliti giovedì sulla scia dei dati economici contrastanti mentre gli investitori si stanno convincendo che la Fed non alzerà i tassi tanto presto. Il Dow Jones industrial average è salito dell’1,1 percento, l’S&P 500 dello 0,97 percento e il Nasdaq Composite dello 0,63 percento.


Calendario economico
Venerdì 13 marzo
 

Orario(GMT)

Paese/Regione

Annuncio

Previsione

Precedente

12:30pm

USD

PPI m/m

0.20%

-0.80%

 

USD

PPI core m/m

0.10%

-0.10%

2:00pm

USD

Fiducia Consumatori Prelim UoM 

95.6

95.4

 

USD

Previsioni prelim. UoM sull’Inflazione

 

 



Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.