Powered by Investing.com
EUR/USD – il dollaro ha toccato ieri il massimo a due settimane sull’euro ed è scambiato sul mercato asiatico intorno a 1,3780, il giorno successivo in cui Janet Yellen ha dichiarato che il piano di aiuti all'economia dovrebbe terminare in autunno: da quel momento in poi trascorrerà un "considerevole" lasso di tempo, quantificabile nell’ordine di “sei mesi”.

AUD/USD – il dollaro australiano è rimasto stabile ed è scambiato a 0,9050 rispetto al dollaro statunitense nel mercato asiatico il giorno prima della chiusura del mercato giapponese.

Il dipartimento del lavoro negli USA ha reso noto che il numero di persone che ha presentato richiesta di sussidi alla disoccupazione nella settimana corrente è salito di 5000 unità arrivando a 320.000, dai 315.000 registrati la settimana scorsa. Gli analisti si aspettavano che le richieste di sussidi crescessero di 10.000 unità rispetto alla settimana scorsa. Un altro report ha mostrato che l’attività manifatturiera nella regione di Filadelfia è cresciuta a marzo ad un tasso maggiore di quello previsto. I deboli dati sul settore edilizio non sono riusciti a frenare l’avanzata del dollaro con il mercato che ha liquidato questi risultati deludenti imputandoli alle rigide temperature invernali.

Materie Prime

ORO – sale il prezzo dell’oro durante la sessione asiatica in cui è scambiato a 1333,00 con un rimbalzo dopo la flessione registrata nella seduta overnight e causata dalle ipotesi sull’aumento dei tassi negli USA che dovrebbero attuarsi nella prima metà del 2015 secondo le dichiarazioni rese mercoledì dal Presidente della Fed Janet Yellen.

GREGGIO – scende il prezzo durante la sessione asiatica ed è scambiato intorno a 98,30 sulla scia delle preoccupazioni relative alla richiesta di petrolio, con il dollaro che continua a salire dopo le dichiarazioni rese dal presidente della Fed Yellen secondo cui i tassi potrebbero ricominciare a salire qnella prima metà del 2015.

Calendario economico

CAD – 12:30 GMT – Indice Core PPI – previsione 0,5%
CAD – 12:30 GMT – Vendite al Dettaglio Core (M) – previsione 0,9%

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.