Powered by Investing.com
I mercati azionari mondiali hanno recuperato leggermente terreno martedì dopo che lo storico accordo sul nucleare tra Tehran e le 6 potenze mondiali ha lasciato per ora in vigore le sanzioni verso l’Iran, rilanciando i guadagni dei titoli energetici mentre le previsioni dei deboli risultati corporate hanno limitato i guadagni dei titoli azionari negli USA. Ci si attende che le società statunitensi registrino le peggiori vendite degli ultimi 6 anni nei report dei risultati del secondo trimestre.  Il debole report sulle vendite al dettaglio pubblicato martedì, insieme ai segnali di un peggioramento del mercato del lavoro, ha smorzato le attese di un possibile aumento dei tassi di interesse da parte della Fed nel corso di quest’anno, che secondo gli economisti dovrebbe verificarsi a settembre. I ministri delle finanze europei stanno discutendo di un finanziamento ponte per la Grecia per mantenere a galla il paese in attesa dell’accordo definitivo.

Valute: Il dollaro ha perso terreno dopo che il Dipartimento del commercio ha dichiarato che le vendite al dettaglio sono scese dello 0,3% rispetto allo 0,2% atteso. La coppia EUR/USD è scesa a 1,0991 dopo essere salita precedentemente a 1,1082 mentre il cross USD/JPY è arrivato a toccare quota 123,44 dopo essere sceso a 122,92. Il biglietto verde ha perso terreno sulla sterlina con GBP/USD scambiato inizialmente a 1,5450 e poi salito a 1,5638. Il governatore della Banca d’Inghilterra, Carney ha dichiarato che si starebbe avvicinando il momento di un aumento dei tassi di interesse, spingendo così al rialzo la sterlina.

Greggio: I future sul greggio hanno recuperato rispetto alle precedenti perdite registrate martedì mentre i trader aspettano i dati settimanali sulle scorte di greggio negli USA e sui prodotti raffinati che saranno pubblicati a fine giornata.  Il greggio con consegna ad agosto ha toccato quota $53,27 al barile dopo aver toccato il minimo della sessione a $50,90. Nella Borsa ICE di Londra, il brent con consegna a settembre a toccato il minimo intraday a $56,76 al barile, il livello più basso dall’8 luglio prima di muoversi al rialzo e riportarsi a $58,72.

Oro: I future sull’oro non hanno registrato forti movimenti martedì sulla scia della debolezza del dollaro. L’oro continua a essere scambiato nell’intervallo ristretto tra 1.152,90 e 1.159,70.

Indici: Il Dow Jones industrial average .DJI ha guadagnato lo 0,35 percento, a 18.050,50 dopo essere sceso a 17959,50. L’S&P 500 .SPX ha guadagnato lo 0,38 percento, a 2.109,00 dopo essere sceso a 2098,80. Il Nasdaq composite .IXIC ha guadagnato lo 0,66 percento, a 5.109,87 dopo essere sceso a 5075,12. A Francoforte, alla chiusura,  il DAX ha guadagnato lo 0,28%. Alla chiusura di Londra, il FTSE 100 ha guadagnato lo 0,23%.  Alla chiusura di Parigi, il CAC 40 ha guadagnato lo 0,69%. Alla chiusura di Madrid, l’IBEX 35 ha guadagnato lo 0,30%.

Calendario economico
Mercoledì 15 luglio:
 

ORARIO

Valuta

Evento

Previsione

Precedente

 

 

 

 

 

8:30am

GBP

Indice Salari Medi 3m/a

3,30%

2,70%

8:30am

GBP

Variazione del conto del reclamante

-9,3mila

-6,5mila

8:30am

GBP

Tasso di Disoccupazione

5,50%

5,50%

12:30pm

USD

PPI m/m

0,20%

0,50%

12:30pm

USD

PPI core m/m

0,10%

0,10%

 1:15pm

USD

Produzione Industriale m/m

0,20%

-0,20%

2:00pm

USD

Testimonia il presidente della Fed, Yellen.

 

 

2:30pm

USD

Scorte Greggio

 

0,4Mln

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.