Powered by Investing.com
I titoli azionari statunitensi hanno continuato a oscillare in una giornata di trading molto altalenante oggi con gli investitori incerti tra gli effetti dei movimenti del prezzo del petrolio e i buoni dati sulla crescita dei posti di lavoro provenienti dagli USA. Il prezzo del petrolio è scivolato sotto i 33$ al barile – il livello più basso toccato negli ultimi 10 anni.  Il prezzo ha perso circa il 70% da metà 2014. Il colosso della forza lavoro americana ha continuato a crescere continuativamente alla fine del 2015. I datori di lavoro hanno assunto 292.000 lavoratori, superando la più alta previsione formulata dall’indagine Bloomberg e anche le retribuzioni per i due mesi precedenti sono state riviste al rialzo, secondo quanto mostrato venerdì da un report del Dipartimento del lavoro. Il tasso di disoccupazione si è attestato al 5%. Nello stesso tempo, la retribuzione è salita meno del previsto dall’anno scorso. I titoli azionari e il dollaro hanno recuperato terreno dopo che il report ha mostrato il costante rafforzamento del mercato del lavoro: i datori di lavoro sono ottimisti sulle prospettive dell’economia proprio mentre i mercati finanziari globali mostrano segnali di crisi. La Fed, che ha alzato i tassi a dicembre per la prima volta dopo 10 anni e che ha dichiarato che realizzerà altre mosse ma in modo graduale, fa affidamento proprio sul miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro nella speranza che queste portino a un rialzo sia delle retribuzioni che dell’inflazione.

Valute:

La coppia EURUSD, la più popolare del mercato, è stata scambiata tra 1,0806 – 1,0926.
Il cross EURGBP è stato scambiato tra 0,7424- 0,7515.
Il cross GBPUSD è stato scambiato tra 1,4508- 1,4644.
Il cross USDJPY è scambiato tra 117,47-118,81.
L’oro è stato scambiato tra 1093,82 e 1112,65 dollari.
Greggio: scambiato tra 32,69 e 34,22 dollari.

Lunedì 11.01.16:

• Tutto il giorno – JPY – Giorno festivo
• 15:30 – CAD – BOC: Indagine sulle prospettive delle imprese 
Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.