Powered by Investing.com
USD/JPY – il dollaro si è indebolito rispetto allo yen giapponese ed è scambiato intorno a 117,00 mentre i titoli azionari in Cina hanno conosciuto una delle peggiori flessioni dal 2009, innescando la domanda di beni rifugio. La Banca del Giappone inizierà domani un meeting di due giorni per valutare se continuare con il piano di stimolo dopo aver già lanciato a ottobre un programma di acquisto di obbligazioni senza precedenti.

EUR/USD – l’euro ha perso terreno sul dollaro ed è scambiato intorno a 1,1560 dopo che la banca nazionale svizzera ha deciso settimana scorsa di abbandonare il tasso di cambio fisso tra il franco e l’euro aumentando così le probabilità che la BCE annunci ulteriori nuove misure di stimolo nell’incontro che terrà questa settimana. La forte divergenza di politiche monetarie tra la Fed, che mira ad alzare i tassi di interesse, la BCE e la banca centrale giapponese sta ampliandosi.

EUR/CHF – è scambiato intorno a 0,9930 dopo essere sceso giovedì al minimo storico a 0,8690. L’ euro ha perso pesantemente terreno verso il dollaro e ciò a sua volta ha portato a un deprezzamento del franco svizzero verso il dollaro. La banca nazionale svizzera ha capito che mantenere un tasso di cambio minimo tra franco svizzero e euro non è più giustificabile.

La banca nazionale svizzera ha inoltre tagliato i tassi di interesse portandoli in territorio negativo, una mossa volta a rendere il franco meno interessante per gli investitori.

Materie Prime

GREGGIO – scivola il prezzo che è scambiato intorno a 48,80 mentre gli investitori stanno valutando l’aumento della produzione decisa dall’OPEC rispetto all’ipotesi che la fornitura proveniente dai paesi non appartenenti all’OPEC diminuirà. L’agenzia internazionale dell’energia ha tagliato le sue previsioni in merito all’incremento della fornitura per i paesi extra- OPEC per quest’anno di 350.000 barili al giorno, mentre arrivano indicazioni che i prezzi più bassi stanno iniziando a limitare la produzione in alcune aree, tra cui il Nord America.

ORO – il prezzo è rimasto stabile intorno a 1275,00 con gli investitori focalizzati sulla debolezza dei trend inflazionistici in tutto il mondo.

Calendario economico

CAD – 13:30 GMT – Acquisti di titoli esteri - previsione 7,23mld

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.