Powered by Investing.com
I titoli azionari asiatici hanno subito una flessione nelle prime ore della sessione di trading asiatica con l’indice di riferimento regionale che ha registrato le perdite settimanali più consistenti dell’ultimo anno e mezzo.

Il dollaro australiano ha perso lo 0,4%, al minimo da tre anni, durante la sessione asiatica, sulla scia dell’aumento delle preoccupazioni sul rallentamento della crescita in Cina e la pesante svalutazione del peso argentino che ha registrato il valore più basso degli ultimi 12 anni.

Il dollaro ha perso terreno sullo yen durante la sessione asiatica, al livello più basso da ottobre, a causa dell’aumento delle speculazioni secondo cui la Fed continuerà a ridurre il suo programma di acquisto mensile di bond da 75 mila miliardi dopo che gli ultimi dati pubblicati hanno mostrato un rallentamento della crescita economica.

Flessione anche per i titoli azionari statunitensi durante la sessione di giovedì sulla scia della contrazione del settore manifatturiero cinese e dei deboli dati rilasciati giovedì negli USA sul settore manifatturiero, edile e sulle richieste di sussidi alla disoccupazione.

Materie Prime

Sale il prezzo dell’oro rispetto al dollaro durante l’apertura della sessione di trading di venerdì, al minimo a sei settimane, conseguenza delle crescita delle preoccupazioni in merito al fatto che la Federal Reserve continuerà a ridurre il suo programma di acquisto mensile di bond da 75 mila miliardi di dollari e dell’incremento della domanda di oro in Cina.

Anche il prezzo del greggio recupera terreno durante la sessione asiatica di venerdì, al livello più alto da dicembre, dopo che un report governativo ha mostrato un calo delle giacenze di olio combustibile distillato.

Calendario economico

Alle 13:30 GMT l’Ufficio di Statistica del Canada rilascerà l’Indice dei Prezzi al Consumo Core (CPI). Il dato misura la variazione nei prezzi di beni e servizi acquistati dai consumatori, escludendo le otto voci più volatili. Gli analisti si aspettano un risultato negativo del report, dato che potrebbe avere un forte impatto negativo sul dollaro canadese.

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.