Powered by Investing.com
AUD/USD – Il dollaro australiano ha conservato i guadagni sul dollaro statunitense all’apertura dei mercati asiatici lunedì ed è scambiato a 0,8950 nonostante la performance dell’indice dei servizi del gruppo di industrie australiano AI sia scesa al livello più basso da agosto 2013. Secondo il Direttore Esecutivo del gruppo se il settore dei servizi non si riprende presto, aumenteranno le pressioni sulla Banca centrale australiana che potrebbe ridurre ulteriormente dei tassi di interesse e l'impegno verso il consolidamento fiscale diventerebbe di sempre più difficile attuazione nel breve termine.

Il dollaro ha raggiunto il livello più alto sull’euro in un mese prima che i dati che saranno pubblicati oggi sui servizi USA e sui dati delle industrie potrebbero portare la Fed alla decisione di concludere quest’anno il suo programma di acquisto di bond.

Il dollaro si è rafforzato dopo che Bernanke ha dichiarato che l’economia americana dovrebbe continuare a migliorare nel 2014 ma ha ribadito anche che la politica monetaria rimarrà ancora accomodante per tutto il tempo necessario.

Nel corso della prossima settimana la Fed pubblicherà il verbale della riunione che terrà mercoledì, mentre venerdì sarà rilasciato il report di dicembre sui posti di lavoro negli USA. Nel frattempo l’attenzione sarà puntata anche sulle decisioni sui tassi di interesse della Banca Centrale Europea e della Bank of England.

Materie Prime

Il prezzo dell’Oro è scambiato intorno a 1239,00 dopo aver guadagnato quasi l’1% nel mercato asiatico e aver toccato quota 1246,00, rimbalzando dopo lo scivolone del 28% registrato nel 2013. Mentre la domanda cinese ha agevolato il rimbalzo dei prezzi il rally potrebbe posizionarsi sopra quota 1230. Il gruppo delle banche australiane e neozelandesi ha scritto un report secondo il quale il “trend ribassista dell’oro sarebbe ancora in corso” dal momento che gli investitori continuano a vendere il metallo prezioso preferendogli altri tipi di prodotti.
Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.