Powered by Investing.com
AUD/USD – il dollaro australiano è salito leggermente a 0,8760 nel mercato asiatico dopo una flessione dell’Indice manifatturiero. L’indagine sull’industria ha mostrato che l’indice manifatturiero del paese è sceso a 46,7 a gennaio dal 47,6 di dicembre. Questo è il terzo mese consecutivo in cui si assiste a un indebolimento del comparto manifatturiero con il boom del settore minerario che sembra un ricordo lontano.

USD/CAD – il dollaro canadese ha registrato il peggior inizio anno dal 1972 tra le speculazioni che ipotizzano un taglio dei tassi di interessi da parte della banca centrale e il selloff sui mercati emergenti che spinge gli investitori verso valute rifugio come il dollaro. La valuta è scambiata intorno a 1,1120 durante la sessione asiatica. La valuta si è indebolita rispetto al dollaro per la prima volta da luglio 2009 dopo che i dati hanno mostrato che per il quinto mese consecutivo la crescita economica non è stata in grado di evitare che la Banca del Canada allentasse le misure di politica monetaria. Il dollaro
canadese ha ceduto l’1,5% da quando la banca centrale ha ridotto le sue previsioni sull’inflazione nel corso della settimana scorsa e ha indicato la forza della valuta come un ostacolo alle esportazioni relative a beni diversi dalle materie prime.

Materie Prime

GREGGIO – è sceso per il secondo giorno consecutivo sulla scia delle speculazioni secondo cui la domanda di carburante della Cina dovrebbe diminuire con il rallentamento dell’economia del secondo maggiore consumatore di combustibile. Stanno inoltre aumentando le preoccupazioni relative alla prospettive economiche dei mercati emergenti e all’impatto sulla futura domanda di petrolio. Il greggio è scambiato intorno a 97,15 sul mercato asiatico.

ORO - L’oro è scambiato intorno a 1245,00 sul mercato asiatico. È sceso leggermente di fronte alle prospettive che vedrebbero ulteriori tagli agli stimoli monetari da parte della Fed, tagli che pesano
sul metallo prezioso.

Calendario economico

EUR – 08:53 GMT - Indice PMI manifatturiero tedesco– PREVISIONE 56,3
GBP – 09:28 GMT - Indice PMI manifatturiero – PREVISIONE 57,0
USD – 15:00 GMT - Indice ISM manifatturiero – PREVISIONE 56,4

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

AVVERTENZA: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.