Powered by Investing.com
Secondo gli economisti la Cina è cresciuta nel primo trimestre al ritmo più lento dall’inizio della crisi finanziaria con continue pressioni al ribasso nonostante i recenti tentativi di stabilizzazione. La crescita del PIL nel primo trimestre è scesa al 6,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, in flessione rispetto al 6,8% registrato nel quarto trimestre 2015.

L’inflazione dei prezzi al consumo in Germania è salita al ritmo più sostenuto il mese scorso, secondo quanto reso noto dai dati ufficiali di martedì. L’Ufficio federale di Statistica tedesco ha annunciato che il CPI è salito ad un tasso destagionalizzato dello 0,8% dallo 0,8% del mese precedente. L’inflazione dei prezzi al consumo nel Regno Unito è salita a marzo ad un livello che non si vedeva da dicembre 2014, secondo quanto mostrato dai dati ufficiali martedì. In un report, l’Ufficio nazionale di Statistica britannico ha annunciato che il tasso CPI è salito ad un tasso destagionalizzato dello 0,5% il mese scorso, al di sopra della previsioni che avevano stimato un incremento dello 0,4%.

I prezzi delle importazioni negli USA sono aumentati per la prima volta in 10 mesi a marzo, nonostante meno delle stime, mentre i prezzi delle esportazioni sono rimasti fermi, secondo quanto reso noto dai dati ufficiali martedì. In un report, l’Ufficio di Statistiche sul lavoro americano ha reso noto che i prezzi delle importazioni si sono incrementati dello 0,2% il mese scorso rispetto a una previsione di un 1% di incremento.

Valute: Il dollaro ha recuperato terreno sulla maggior parte delle sue controvalute martedì, dopo che l’FMI ha tagliato la sua previsione sulla crescita globale per la quanta volta, rilanciando la richiesta di asset più sicuri. La coppia EURUSD si è mossa al ribasso tra $1,1465 e $1,1347. Il cross GBPUSD si è mosso al rialzo in una sessione molto volatile ed è stato scambiato tra $1,4108 e $1,4346. USDJPY è stato scambiato al rialzo tra ¥107,88 e 108,79.

Greggio: Il prezzo del petrolio ha continuato a salire prima dell’incontro tra i principali produttori dal Medio Oriente alla Russia che si terrà la prossima domenica a Doha. Sul mercato ICE, il Brent del Mare del Nord ha guadagnato terreno, scambiato tra $42,56 e $44,81. Sul NYME, il light crude statunitense è stato scambiato al rialzo tra $40,09 e $42,25.

Oro: L’oro è salito al livello più elevato delle ultime tre settimane grazie all’indebolimento del dollaro e sulla scia delle previsioni secondo cui la Fed dovrebbe continuare a rimanere cauta nella sua politica monetaria. Sul Comex di New York, l’oro è stato scambiato al rialzo nell’ampio intervallo tra $1.255,00 e $1.264,70 l’oncia.

Indici: I titoli azionari asiatici hanno avuto un andamento contrastante martedì con Shanghai in flessione ma Tokio in rialzo grazie all’indebolimento dello yen. Alla chiusura di Tokio, il NIKKEI ha guadagnato l’1,13%. Alla chiusura di Shanghai, l’Hang Seng ha guadagnato lo 0,31%.

L’aumento del prezzo del greggio e la ripresa delle quotazioni di alcune banche europee hanno portato i mercati azionari europei in territorio positivo martedì. A Francoforte, alla chiusura,  il DAX ha guadagnato lo 0,81%. Alla chiusura di Parigi, il CAC 40 ha guadagnato lo 0,77%. Alla chiusura di Madrid, l’IBEX 35 ha guadagnato lo 0,57%. Infine a Londra il FTSE ha chiuso in rialzo dello 0,69%.

I guadagni di Wall street sono anche imputabili martedì all’incremento della quotazione del petrolio.  Alla chiusura, il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato lo 0,94%. L’S&P 500 ha guadagnato lo 0,94% e il Nasdaq composite lo 0,80%.
 
Calendario economico
Mercoledì 13 aprile 2016:
 

Orario

Valuta

Eventi

Previsione

Precedente

13:30

USD

Vendite al dettaglio Core m/m

0,40%

-0,10%

13:30

USD

PPI m/m

0,30%

-0,20%

13:30

USD

Vendite al dettaglio m/m

0,10%

-0,10%

13:30

USD

PPI core m/m

0,10%

0,00%

15:00

CAD

Report sulla Politica Monetaria della BOC

 

 

15:00

CAD

BOC Decisione tassi interesse

 

 

15:00

CAD

Tasso overnight

0,50%

0,50%

15:30

USD

Scorte Greggio

1,0Mln

-4,9Mln

16:15

CAD

Conferenza Stampa BOC

 

 

Share:

 
 
 
Share on Tumblr

CFD e Forex sono prodotti con leva. CFD Trading comporta un alto livello di rischio in quanto la leva può funzionare sia a vantaggio che a svantaggio. Di conseguenza, I CFD potrebbero non essere adatti a tutti gli investitori, perché si rischia di perdere tutto il capitale investito.Si prega di consultare l’intera dichiarazione dell’assunzione del Rischio

Avvertenza: FXGM (www.fxgm.com) è un marchio di Depaho Ltd, una società d'investimento cipriota registrata, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (www.cysec.gov.cy), con licenza n. 161/11 e autorizzata dal FSB (www.fsb.co.za), autorizzazione n. 47709. I “Contratti per Differenza” (CFD) sono solitamente prodotti a leva finanziaria. Investire in CFD correlati a Materie prime, Forex, Indici e Azioni, comporta un elevato livello di rischio e la possibilità di perdere l'intero capitale investito. Come tali, i CFD possono non essere adatti a tutti gli investitori. Non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Prima di investire, è necessario essere consapevoli di tutti i rischi associati al trading in CFD e richiedere la consulenza di un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato. I risultati ottenuti in passato non costituiscono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono una garanzia delle prestazioni future. Le informazioni fornite da Depaho Ltd sono informazioni di carattere generale che non devono essere interpretate come consigli di investimento.