Powered by Investing.com

Market Update

The Cabinet Office in a report stated that the Japanese Household Confidence had risen to a seasonally adjusted annual rate of 42,3, from 43,0 the previous month.

Aggiornamento di mercato - 02 Novembre 2016

Il Centro di Informazioni sulla Logistica cinese ha comunicato in un report che l’attività manifatturiera è salita ad un tasso annuo del 51,2 dal 50,4 del mese scorso. Altri dati pubblicati martedì hanno mostrato che l’indice PMI non manifatturiero CFLP, superando l’atteso 50,4, è salito a 54 dal 53,7 del mese precedente. La Banca del Giappone ha deciso di mantenere l’attuale politica monetaria con un voto di 7 a 2, conservando l’obiettivo di controllo della curva dei rendimenti adottato a settembre.

Aggiornamento di mercato - 01 Novembre 2016

L’acquisto di case in Giappone è salito nell’ultimo trimestre del 10% vs il 5,1% previsto. I tre principali spedizionieri giapponesi si sono accordati per unire le proprie operazioni sui container e creare il sesto più grande vettore a livello mondiale, dal momento che il settore si sta consolidando quest’anno dopo il periodo di turbolenze nel settore dei trasporti marittimi.

Aggiornamento di mercato - 31 Ottobre 2016

La Cina manterrà una politica monetaria prudente e una politica fiscale proattiva, ha dichiarato il Presidente Xi Jinping in un incontro a Politburo.

Aggiornamento di mercato - 28 Ottobre 2016

Il governatore della BoJ Kuroda ha dichiarato che la banca centrale non proverà a spingere al ribasso i rendimento delle obbligazioni governative dal momento che vuole tenere sotto controllo la curva dei rendimenti per i prossimi 10 anni.

Aggiornamento di mercato - 27 Ottobre 2016

L’ex vice governatore della BoJ ha dichiarato che il sistema di stampaggio di denaro da parte della BoJ è stato disfunzionale e ha reso la politica fiscale dipendente dal denaro a basso costo, mettendo in guardia dall’ulteriore espansione degli stimoli monetari.

Aggiornamento di mercato - 26 Ottobre 2016

Secondo l’Ufficio di Gabinetto il governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda ha dichiarato che la banca centrale continuerà con l'allentamento monetario nel quadro della sua nuova politica con l’obiettivo di raggiungere il target del 2% di inflazione rapidamente. Seiichi Shimizu ha detto in un’intervista con il notiziario Nikkei che la nuova politica della banca sui tassi di interesse e la pendenza della curva dei rendimenti non sono un tentativo di legare i rendimenti a un tasso fisso.

Aggiornamento di mercato - 25 Ottobre 2016

L’attività manififatturiera è cresciuta a ottobre. Un’indagine preliminare ha mostrato che il PMI è cresciuto ad un tasso destagionalizzato di 51,7 dal 50,4 del mese scorso. Le esportazioni in Giappone sono diminuite per il dodicesimo mese consecutivo a settembre rispetto a un anno fa. Secondo fonti attendibili, le esportazioni in Giappone sono scese al 6,9% dal 9,6% del mese scorso.

Aggiornamento di mercato - 24 Ottobre 2016

Il governatore della Banca del Giappone, Haruhiko Kuroda ha dichiarato che la banca centrale potrebbe posticipare i tempi per il raggiungimento del suo obiettivo di inflazione durante la revisione degli interessi di questo mese, sottolineando così la debolezza nella crescita dei prezzi.

Aggiornamento di mercato - 21 Ottobre 2016

La Cina ha scoperto più di mille miliardi di yuan di operazioni illegali da parte delle underground bank quest’anno, secondo quanto riportato dal Financial News citando una fonte ufficiale delle autorità del forex.

Aggiornamento di mercato - 20 Ottobre 2016

In un report l’Ufficio Nazionale di Statistica cinese ha reso noto che le vendite al dettaglio in Cina sono inaspettatamente salite ad un tasso annuo del 10,7% dal 10,6% del mese precedente. In un altro report risulta che la produzione industriale in Cina è scesa del 6,1% dal 6,3% del mese precedente. Infine, il PIL è rimasto invariato il mese scorso ad un tasso annuo del 6,7% dal 6,7% del mese precedente. In un report, il Ministro dell’Economia, Commercio e Industria giapponese ha reso noto che l’Indice dell’attività di Tutte le Industrie in Giappone è salito ad un tasso destagionalizzato dell’0,2% dal 0,2% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 19 Ottobre 2016

Le banche cinesi hanno esteso a 181 mld di dollari i nuovi crediti a settembre , ben al di sopra delle aspettative, il massimo a nove mesi. Il ministro del commercio in un report ha dichiarato che l’ambiente commerciale cinese resterà debole per il resto del 2016. Il portavoce del ministro del commercio Shen Danyang ha detto che la Cina sosterrà le aziende dell’acciaio nell’affrontare le accuse di anti-dumping.

Aggiornamento di mercato - 18 Ottobre 2016

Il governatore della BoJ Haruhiko Kuroda ha dichiarato che l’economia sta probabilmente attraversando un trend di moderata espansione con i prezzi al consumo core leggermente negativi e che la banca centrale adotterà altre azioni per rilanciare la crescita se necessario.

Aggiornamento di mercato - 17 Ottobre 2016

L’inflazione sui prezzi alla produzione in Cina è cresciuta più del previsto il mese scorso. L’Ufficio Nazionale di Statistica cinese in un report ha comunicato che l’indice PPI cinese è salito ad un tasso annuo dello 0,1% dallo 0,8% del mese precedente. L’inflazione sui prezzi al consumo in Cina è aumentata inaspettatamente il mese scorso. In un report, indice CPI cinese è aumentato ad un tasso annuo dell’1,9% dall’1,3% del mese scorso.

Aggiornamento di mercato - 14 Ottobre 2016

L’Ufficio Nazionale cinese ha reso noto che la bilancia commerciale cinese è scesa inaspettatamente da 52 mld a 41,99 mld il mese scorso. Le esportazioni cinesi a settembre sono scese del 10% rispetto all’anno precedente, ossia molto peggio di quanto previsto. METI ha indicato che l’attività terziaria in Giappone è rimasta invariata rispetto al mese scorso mentre ci si aspettava una flessione del -0,2%.

Aggiornamento di mercato - 13 Ottobre 2016

Il membro dl consiglio della BoJ, Yutaka Harada ha dichiarato che la banca centrale dovrebbe allentare ulteriormente la sua politica “ senza esitazioni” nel caso in cui l’economia globale cambiasse e ha anche sottolineato che il controllo supplementare della curva del rendimento annunciato a settembre aiuterà il Giappone a procedere con costanza per raggiungere l’obiettivo del 2% della stabilità dei prezzi. In un altro report, l’Istituto di ricerca economica e sociale ha reso noto che gli ordinativi di macchinari core in Giappone sono diminuiti meno del previsto il mese scorso a -2,2% dal 4,9% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 12 Ottobre 2016

Si prevede che la Banca del Giappone aspetti fino all’anno prossimo prima di inizare ad allentare ulteriormente la sua politica a meno che eventuali picchi dello yen non minino l’economia in modo significativo nel frattempo, secondo un’indagine della Reuters. In un report, il ministro delle Finanze ha reso noto che la bilancia di conto corrente giapponese è cresciuta più del previsto il mese scorso ad un tasso annuo destagionalizzato di 1,98 mila mld rispetto agli 1,45 mila mld del mese precedente. S&P Global ha comunicato che l’aumento dei livelli di indebitamento peggiorerà il profilo di credito delle 200 principali società cinesi quest’anno, costringendo le banche del paese a procurarsi qualcosa come 1,7 mila mld di dollari di capitale per coprire il pesante aumento dei debiti in sofferenza.

Aggiornamento di mercato - 11 Ottobre 2016

La Cina ha svelato le linee guida per ridurre l’aumento dei livelli di indebitamento tra le aziende. Alcune delle misure governative secondo le linee guida erano state emesse dal Consiglio di Stato e incoraggiavano le fusioni e acquisizioni, i fallimenti, le capitalizzazioni del debito e la cartolarizzazione. Il governatore della Banca del Giappone, Haruhiko Kuroda ha comunicato in un report che la banca centrale potrebbe far slittare la data prevista pianificata per raggiungere l’obiettivo di inflazione al 2%.

Aggiornamento di mercato - 10 Ottobre 2016

I proventi medi di cassa in Giappone sono scesi inaspettatamente nell’ultimo trimestre. Il ministro della salute, lavoro e welfare giapponese in un report ha dichiarato che i proventi medi di cassa sono diminuiti ad un tasso destagionalizzato del -0,1% dall’1,2% del trimestre precedente.

Aggiornamento di mercato - 07 Ottobre 2016

Il governatore della BoJ Haruhiko Kuroda ha dichiarato giovedì di non credere che la Banca centrale esaurirà le obbligazioni governative per favorire il suo programma di QE. L’ufficio di Statistica australiano ha indicato in un report che la bilancia commerciale australiana è aumentata da -2,410 mld a – 2,010 mld nel mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 05 Ottobre 2016

Il governatore della BoJ Haruhiko Kuroda ha dichiarato mercoledì che i tassi di interesse si alzeranno quando sarà raggiunto il target del 2% di inflazione sebbene è improbabile che i costi sui prestiti possano alzarsi nel breve periodo. Il precedente ministro dell’economia giapponese Heizo Takenaka ha dichiarato più tardi che la BoJ abbasserà ulteriormente il suo tasso di interesse allo -0,1% per raggiungere il target di inflazione del 2%. L’agenzia stampa ufficiale Xinhua ha reso noto mercoledì che la Cina ha erogato 500 milioni di yuan in sussidi quest’anno per sostenere i partenariati pubblico-privato (PPP, per citare il massimo organo di programmazione statale).

Aggiornamento di mercato - 05 Ottobre 2016

Il governatore della BOJ Kuroda ha dichiarato di non aver osservato nessun danno diretto nel settore bancario giapponese a causa della politica di interessi negativi realizzata dalla banca centrale. I dati hanno mostrato che la Base Monetaria giapponese è diminuita più del previsto al 22,7% dal 24,2% del mese precedente. La fiducia delle famiglie in Giappone, secondo l’ufficio di Gabinetto, è salita da 42 a 43.

Aggiornamento di mercato - 04 Ottobre 2016

Il Governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda ha dichiarato che la nuova politica della banca centrale non porterà a una diminuzione del massiccio programma di acquisto di asset.

Aggiornamento di mercato - 03 Ottobre 2016

La commissione della Banca del Giappone si è divisa su come gli obiettivi della sua politica debbano modificarsi per sostenere il percorso verso un’inflazione stabile al 2%, secondo una sintesi delle opinioni espresse nell’incontro del 20-21 settembre. La Banca del Giappone ha deciso di aumentare i controlli della curva dei rendimenti delle obbligazioni in direzione di una politica aggressiva di monetary easing, nel tentativo di contrastare gli effetti dei tassi di interesse negativi che hanno causato un eccessivo appiattimento della curva.

Aggiornamento di mercato - 30 Settembre 2016

Il governatore della Boj, Haruhiko Kuroda ha dichiarato che la banca centrale seguirà la più appropriata curva di rendimento per raggiungere il target del 2% di inflazione ed è pronta ad allentare ulteriormente la sua politica tagliando i suoi obiettivi sugli interessi di breve e lungo termine. Il ministro dell’Economia, Commercio e Industria ha reso noto che le vendite al dettaglio in Giappone sono scese del 2,1% ad agosto. Il benchmark cinese del mercato monetario ha raggiunto il massimo a quattordici mesi dal momento che la banca centrale ha prelevato i fondi dal sistema finanziario per soddisfare i requisiti di fine trimestre.

Aggiornamento di mercato - 29 Settembre 2016

Il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe ha dichiarato che il governo continuerà a lavorare in stretto contatto con la Banca del Giappone utilizzando tutti gli strumenti a disposizione per combattere la deflazione e rilanciare la crescita. L’Accademia delle Scienze Sociali cinese (CASS) ha reso noto che si prevede che l’economa del paese cresca ad un tasso annuo del 6,6% nel quarto trimestre e del 6,7% in tutto l’anno.

Aggiornamento di mercato - 28 Settembre 2016

Un’inchiesta di Reuters ha mostrato che l’attività nel settore manifatturiero dovrebbe espandersi ma in maniera modesta suggerendo comunque l’idea che l’economia si stia stabilizzando. Gli utili nel settore industriale cinese sono cresciuti più del previsto e la seconda principale economia mondiale sta mostrando nuovi segnali di stabilità.

Aggiornamento di mercato - 27 Settembre 2016

Il governatore Haruhiko Kuroda ha dichiarato che il ritmo al quale la banca del Giappone acquista titoli obbligazionari dipenderà da quanto sarà ritenuto necessario per raggiungere gli obiettivi, ma che al momento non vi sono né grandi incrementi né importanti flessioni. L’indice degli indicatori anticipatori in Giappone è salito durante il mese scorso. In un report, l’ufficio di Gabinetto giapponese ha reso noto che l’indice giapponese degli indicatori di tendenza è salito ad un tasso annuo destagionalizzato pari a 100,0, dal 100,0 del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 26 Settembre 2016

Il ministro delle finanze, Taro Aso, in un report ha dichiarato che il governo giapponese non dovrà fare affidamento solo sulla Banca del Giappone per rilanciare la crescita economica e contenere la deflazione dopo la decisione della banca centrale di riconfigurare la sua strategia di politica monetaria. Un’indagine preliminare ha mostrato che l’attività manifatturiera in Giappone è cresciuta per la prima volta in sette mesi, segnale che la crescita economica potrebbe riavviarsi.

Aggiornamento di mercato - 23 Settembre 2016

L’autorità di regolamentazione del forex in Cina ha dichiarato l'intenzione di voler reprimere le fusioni ed acquisizioni oltreoceano fasulle utilizzate da alcune società per facilitare lo spostamento delle attività fuori dal paese.

Aggiornamento di mercato - 22 Settembre 2016

La Banca del Giappone ha svelato i complessi cambiamenti al suo sistema di policy indicando un obiettivo per gli interessi a lungo termine nonostante mantenga gli interessi negativi allo 0,1% su determinate partecipazioni in denaro cercando di ricostruire nel frattempo il suo obiettivo di base monetaria di 80 mila miliardi di yen annui per sostenere il suoi obiettivi di rendimento.

Aggiornamento di mercato - 21 Settembre 2016

L’agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha comunicato in una telecronaca che la Cina dovrebbe attuare una politica della proprietà più differenziata basata sulle condizioni delle diverse regioni dal momento che i prezzi delle case in alcune città sono aumentati mentre in altre aree cresce il timore che il mercato possa risultare surriscaldato.

Aggiornamento di mercato - 20 Settembre 2016

La Banca del Giappone potrebbe far diventare gli interessi negativi l’obiettivo primario della sua politica monetaria mercoledì, sottolineando l’inquietudine del mercato di fronte a ogni mossa che si discosti dal QE.

Aggiornamento di mercato - 19 Settembre 2016

La Banque du Japon envisage de recentrer sa politique monétaire lors de réunion de la semaine prochaine, certains analystes affirment que l'essentiel résidera dans la façon dont elle communiquera l'intention de cette nouvelle orientation, car un nouvel assouplissement significatif n'est pas nécessaire à ce stade.

Aggiornamento di mercato - 16 Settembre 2016

Secondo fonti attendibili, la fiducia dei produttori è salita dal minimi a tre anni, mentre nel settore dei servizi ha toccato il livello più basso dal 2013 quando la banca centrale iniziò la sua politica di stimoli monetari.

Aggiornamento di mercato - 15 Settembre 2016

Secondo fonti attendibili, la Banca del Giappone potrebbe prendere in considerazione l’introduzione di tassi negativi spostando i target della sua politica durante l’incontro che si terrà settimana prossima. In un report, il Ministro dell’Economia, Commercio e Industria ha reso noto che la produzione industriale in Giappone è scesa ad un tasso destagionalizzato del -0,4% dal -0,4% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 14 Settembre 2016

La produzione industriale in Cina è aumentata inaspettatamente il mese scorso. L’Ufficio Nazionale di Statistica in un report ha comunicato che la Produzione industriale cinese è salita al 6,3% dal 6% del mese precedente. Anche le vendite al dettaglio in Cina sono cresciute più del previsto il mese scorso. L’Ufficio Nazionale di Statistica cinese ha reso noto che le vendite al dettaglio sono salite ad un tasso annuo del 10,6% dal 10,2% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 13 Settembre 2016

Gli ordinativi core di macchinari in Giappone sono inaspettatamente cresciuti per il secondo mese consecutivo a luglio, dando un certo respiro al pessimismo sulla spesa in conto capitale anche se restano le preoccupazioni sulla debole domanda e il rialzo dello yen potrebbe scoraggiare le società dall’intraprendere investimenti.

Aggiornamento di mercato - 12 Settembre 2016

L’inflazione dei prezzi al consumo è diminuita in Cina nonostante vi sia anche una incoraggiante diminuzione della deflazione dei prezzi alla produzione che si va ad aggiungere alle evidenze di una economia stabile.

Aggiornamento di mercato - 09 Settembre 2016

Le importazioni cinesi sono cresciute inaspettatamente ad agosto per la prima volta dopo quasi due anni grazie al carbone e alle altre materie prime, suggerendo l’idea che la domanda interna stia aumentando e stia tornando un maggiore equilibrio nella seconda principale economia mondiale.

Aggiornamento di mercato - 08 Settembre 2016

I nove membri del Consiglio della Banca del Giappone stanno attualmente pensando ai metodi per stimolare l’economia o decidendo di stimolarla in generale dal momento che preparando un riesame della politica monetaria già ammorbidita della banca centrale, secondo quanto trapela oggi dal giornale Sankei.

Aggiornamento di mercato - 07 Settembre 2016

I fondi pensione cinesi sono sotto nuove pressioni a causa del tentativo dei governi locali di incrementare i pagamenti pensionistici per soddisfare le richieste del governo centrale.

Aggiornamento di mercato - 06 Settembre 2016

Il Governatore Haruhiko Kuroda ha dichiarato che non possono essere escluse differenti opzioni di stimolo per raggiungere l'obiettivo del 2% d’inflazione, sostenendo che i benefici hanno superato il costo di tali politiche monetarie. Le entrate medie di cassa del Giappone sono rimaste costanti nel corso dell'ultimo trimestre. Il Ministro Giapponese della Salute in un rapporto, ha detto che le entrate medie di cassa del Giappone sono rimaste invariate ad un tasso destagionalizzato dell’1,4 per cento rispetto all’1,4 per cento dell'ultimo trimestre. Il settore dei servizi della Cina è aumentato nel mese di Agosto, in quanto sono cresciuti i nuovi ordini, l'occupazione si è stabilizzata, e le aspettative di business hanno raggiunto il Massimo a sei mesi.

Aggiornamento di mercato - 05 Settembre 2016

In Cina i prezzi delle case si prevedono in rialzo del 10% quest’anno grazie alla forte richiesta, ma rimarranno stabili nel 2017 dal momento che molte città cercano di limitare l’aumento dei prezzi, secondo quanto riportato da un’indagine Reuters.

Aggiornamento di mercato - 02 Settembre 2016

L’attività nel settore manifatturiero cinese è cresciuta più del previsto, suggerendo che l’economia cinese sta rispondendo alla più imponente spesa governativa. Il Centro di Informazioni sulla Logistica cinese ha comunicato in un report che l’indice PMI manifatturiero è salito ad un tasso annuo del 50,4 dal 49,9 del mese scorso.

Aggiornamento di mercato - 01 Settembre 2016

In un report, il Ministro dell’Economia, Commercio e Industria ha reso noto che la produzione industriale in Giappone è rimasta invariata il mese scorso ad un tasso destagionalizzato dello 0,0% dal 2,3% del mese precedente. Secondo un report del Ministro dell’ambiente, infrastrutture e trasporti, la costruzione di case nuove in Giapponese è salita nell’ultimo trimestre ad un tasso annuo destagionalizzato dell’8,9% dal -2,5% del precedente trimestre.

Aggiornamento di mercato - 31 Agosto 2016

La spesa delle famiglie in Giappone è diminuita meno del previsto a luglio e il tasso di disoccupazione ha toccato il minimo a 20 giorni, rilanciando la speranza di un superamento della fase di stagnazione. Inoltre, le vendite al dettaglio in Giappone sono scese dello 0,2% a luglio, inferiori alle previsioni del mercato che avevano stimato una diminuzione dello 0,9%.

Aggiornamento di mercato - 30 Agosto 2016

Il governo giapponese sta pianificando di rinnovare il suo sistema di controllo delle banche regionali nel tentativo di aumentarne la redditività e facilitare i prestiti alle aziende locali.

Aggiornamento di mercato - 25 Agosto 2016

Secondo l’Ufficio di Gabinetto giapponese l’indice degli indicatori di tendenza è salito ad un tasso annuo destagionalizzato pari a 99,2, dal 98,4 del mese precedente. La Cina ha assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti del rischio crescente nei comparti finanziario e bancario, presentando dettagliate regole per affrontare il problema di un turbolento settore creditizio e intervenire nei suoi mercati.

Aggiornamento di mercato - 24 Agosto 2016

Un consulente del primo ministro Shinzo Abe ha dichiarato che il Giappone dovrebbe spendere 99,83 miliardi di dollari per le misure di stimolo fiscale sia nel 2017 che nel 2018 per riuscire a bilanciare la flessione della domanda nell’economia e combattere la deflazione. Inoltre la banca centrale dovrebbe iniziare ad applicare la tecnologia finanziaria, secondo un report del Governatore Haruhiko Kuroda.

Aggiornamento di mercato - 23 Agosto 2016

Il governo giapponese sta preparando un bilancio suppletivo da 33 miliardi di dollari per finanziare il pacchetto di stimoli economici del Primo Ministro Shinzo Abe, largamente finanziato dai construction bond.

Aggiornamento di mercato - 22 Agosto 2016

L’indice sulle attività del settore industriale giapponese è salito più del previsto il mese scorso. La Banca del Giappone ha comunicato che non ci sarebbe la possibilità di ricorrere all’helicopter money. Il governo ha intenzione di emettere altre obbligazioni a 40 anni nel tentativo di aumentare la monetizzazione del debito.

Market Update

Japanese exports fell in July, leaving the economy and the government more dependent on domestic demand. China housing prices rose 0.8% in July, but decreased in more cities in June, reinforcing concerns that one of the main engines of growth is slowing.

Aggiornamento di mercato - 18 Agosto 2016

L’indice dei prezzi dei salari in Australia ha registrato un incremento. L’Ufficio australiano di Statistica ha reso noto che l’indice del prezzo dei salari australiani è cresciuto ad un tasso destagionalizzato dello 0,5% dallo 0,4% del trimestre precedente.

Aggiornamento di mercato - 17 Agosto 2016

Il principale pianificatore economico cinese ha approvato il mese scorso 18 progetti di investimento in immobilizzazioni da $8,95 miliardi di valore totale, secondo le dichiarazioni uffciiali della Commissione Nazionale dello Sviluppo e delle Riforme. Il pianificatore ha inoltre dichiarato che la Cina è fiduciosa di raggiungere il suo obiettivo ufficiale di inflazione al consumo intorno al 3% quest’anno. L’indice dei prezzi al consumo (CPI) è salito dell’1,8% a luglio rispetto all’anno scorso. L’indice dei prezzi alla produzione (PPI) è sceso dell’1,7% a luglio rispetto all’anno scorso.

Aggiornamento di mercato - 16 Agosto 2016

Il riesame della politica della Banca del Giappone potrebbe mettere in discussione l’obiettivo di espansione della base monetaria attraverso massicci acquisti di asset, ma la sfida resta quella di evitare lo sfruttamento dei mercati obbligazionari utilizzati per anni di acquisti senza precedenti.

Aggiornamento di mercato - 15 Agosto 2016

L’attività economica in Cina rallenta con gli investimenti che stanno crescendo al ritmo più contenuto di sempre e mentre si sta realizzando la ristrutturazione dei vecchi settori industriali.

Aggiornamento di mercato - 12 Agosto 2016

Gli investitori in infrastrutture cinesi hanno avuto due settimane molto difficili con l’interruzione di almeno 15 miliardi di dollari di potenziali contratti per l’energia nucleare e la distribuzione elettrica.

Aggiornamento di mercato - 11 Agosto 2016

In un report, la Banca del Giappone ha reso noto che l’indice dei prezzi all’ingrosso è cresciuto più del previsto il mese scorso ad un tasso annuo destagionalizzato del -3,9% dal -4,2% del mese precedente. Gli ordinativi core di macchinari in Giappone sono saliti all’8,3% dal -1,4% del mese precedente. L’indice dell’attività terziaria giapponese è salito ad un tasso destagionalizzato dello 0,8% dal -0,7% del mese precedente. La Cina aumenterà i canali di investimento e finanziamento transfrontalieri in yuan ed espanderà ulteriormente l’impiego transfrontaliero nei conti correnti, secondo quanto pubblicato dalla banca centrale sul suo sito mercoledì.

Aggiornamento di mercato - 10 Agosto 2016

La deflazione dei prezzi di fabbrica in Cina è diminuita, togliendo pressioni dalla banca centrale sul taglio dei tassi dal momento che l’attenzione dei politici si è spostata verso riforme strutturali.

Aggiornamento di mercato - 09 Agosto 2016

Al centro dell’attenzione continuano a esserci le posizioni dei diversi membri del consiglio della BoJ: alcuni difendono l’allentamento illimitato della politica monetaria e altri sostengono che la BoJ abbia già fatto abbastanza per contenere le forti oscillazioni del mercato e minare la liquidità del mercato obbligazionario.

Aggiornamento di mercato - 08 Agosto 2016

Le economie regionali cinesi hanno mostrato una forte divergenza di risultati nella prima metà del 2016, con province dipendenti dal settore siderurgico e minerario che hanno registrato una crescita debole o nulla ad eccezione di alcune grandi città.

Aggiornamento di mercato - 05 Agosto 2016

Gli investitori globali potrebbero essere tranquillizzati dalla costante crescita che dovrebbe emergere dai dati cinesi che saranno pubblicati nelle prossime settimane, ma la debole domanda, il rallentamento degli investimenti e i crescenti livelli di indebitamento continuano a pesare sulla seconda principale economia mondiale.

Aggiornamento di mercato - 04 Agosto 2016

Diversi membri del consiglio della banca del Giappone sono concordi sulla necessità di esaminare l’impatto dei tassi negativi e hanno anche espresso preoccupazione sul fatto che i prezzi imposti sui servizi non stanno traducendosi in costi più elevati, secondo il verbale di giugno della banca centrale rilasciato mercoledì. La crescita del settore dei servizi a giugno in Cina ha rallentato a luglio, con l’espansione più debole nelle attività e nei nuovi lavori che ha costretto per la prima volta le società a licenziare i propri dipendenti nel tentativo di tagliare i costi, secondo quanto mostrato da un’indagine mercoledì.

Aggiornamento di mercato - 03 Agosto 2016

Il gabinetto del primo ministro giapponese Shinzo Abe ha approvato misure fiscali per 13,5 mila miliardi di yen, mentre la banca centrale sta combattendo la speculazione dei mercati e preparandosi per mettere i freni agli stimoli monetari. In un report, l'Ufficio di Gabinetto ha reso noto che la fiducia delle famiglie in Giappone è salita meno del previsto il mese scorso ad un tasso annuo destagionalizzato di 41,3 dal 41,8 del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 02 Agosto 2016

Il settore manifatturiero cinese si è mosso con cautela a luglio sulla scia del raffreddamento degli ordini e dell’interruzione dell’attività a causa delle inondazioni, secondo quanto mostrato da un’indagine ufficiale, facendo crescere i timori sul rallentamento dell’economia nei prossimi mesi se il governo non interverrà con enormi spese.

Aggiornamento di mercato - 01 Agosto 2016

La Banca del Giappone ha aumentato a 6 mila miliardi di yen il suo acquisto di ETF come parte del tentativo ai allentare ulteriormente la sua politica economica e rilanciare l’economia visto che continuano a rimanere i rischi ma mantenendo al contempo stabili le altre politiche economiche.

Aggiornamento di mercato - 29 Luglio 2016

La Banca del Giappone sta per entrare in uno degli eventi economici più osservati dell’anno in Giappone, con il Governatore Haruhiko Kuroda che sta rispondendo alle più importanti aspettative in merito alla realizzazione di stimoli monetari.

Aggiornamento di mercato - 28 Luglio 2016

Il Primo Ministro Giapponese, Shinzo Abe ha fatto riferimento mercoledì al fatto che il suo governo si impegnerebbe a realizzare un pacchetto di stimoli economici da circa 265 miliardi di dollari per rilanciare l’economia stagnante, secondo i report, ma non risulta chiaro quale quota di questo pacchetto sarà destinata a rilanciare direttamente la crescita. Gli utili delle industrie cinesi sono aumentati al ritmo più elevato nei tre mesi prima di giugno del 5,1% a 616,31 miliardi di yuan ($92,40 miliardi), secondo quanto reso noto dall’Ufficio Nazionale di Statistica (NBS) mercoledì.

Aggiornamento di mercato - 27 Luglio 2016

Secondo le previsioni della banca del Giappone, tanti stanno scommettendo sul fatto che il governatore Haruhiko Kuroda deciderà di raddoppiare venerdì alcuni o tutti dei suoi tre principali strumenti politici.

Aggiornamento di mercato - 26 Luglio 2016

La Agricultural Bank of China Ltd. sta pianificando la più grande vendita di tutti i tempi all’interno di un programma di prove destinato ai finanziatori per scaricare i prestiti in sofferenza trasformandoli in titoli garantiti da attività.

Aggiornamento di mercato - 25 Luglio 2016

La banca centrale cinese ha reso noto che i tagli alle tasse sarebbero un metodo più efficace di stimolare l’economia dei tagli ai tassi di interesse in un contesto di industrie non ancora pronte ad investire.

Market update

Chinese central bank official said tax cuts would be a more effective way of stimulating the economy than interest rate cuts, with firms still unwilling to invest.

Aggiornamento di mercato - 22 Luglio 2016

La China National Petroleum Coporation ha deciso il mese scorso di investire per ampliare un metanodotto di gas naturale dopo aver capito che il governo non cercherà di portare i suoi gasdotti sotto una società indipendente, secondo l’opinione di persone informate sul progetto.

Aggiornamento di mercato - 21 Luglio 2016

Gli ordini di esportazione a Taiwan sono diminuiti meno del previsto a giugno, un respiro di sollievo per le molte industrie che stanno combattendo contro la recessione in Cina e sono preoccupate dell’impatto della Brexit sui commerci internazionali. Le flessioni negli ordini sono diminuite in Cina e Giappone mentre sono aumentate negli USA e in Europa rsipetto a maggio. Gli ordinativi a giugno sono diminuiti del 2,4% rispetto all’anno precedente, migliorando rispetto alla flessione del 5,8% registrata a maggio.

Aggiornamento di mercato - 20 Luglio 2016

I titoli azionari giapponesi hanno guadagnato terreno con l’indice Topix che ha toccato la sua più lunga serie di massimi in nove mesi grazie alla debolezza della yen che ha rilanciato le esportazioni e ha contrastato la flessione della Soft Bank Group Corp.

Aggiornamento di mercato - 19 Luglio 2016

Il gabinetto cinese ha reso noto che realizzerà misure specifiche, tra cui l’ampliamento dei canali di finanziamento per le aziende e nuovi fondi azionari per sostenere gli investimenti e la crescita economica.

Aggiornamento di mercato - 18 Luglio 2016

L’Ufficio Nazionale di Statistica cinese ha reso noto che il PIL cinese è rimasto invariato inaspettatamente il mese scorso ad un tasso annuo del 6,7% dal 6,7% del mese precedente. La produzione industriale in Cina è salita il mese scorso al 6,2% dal 6% del mese precedente. Infine, le vendite al dettaglio sono cresciute inaspettatamente il mese scorso ad un tasso annuo del 10,6% dal 10% del mese precedente. Fonti familiari con l’argomento hanno reso noto che i politici giapponesi potrebbero usare un mix di misure di politica fiscale aggressiva ed espansione monetaria per combattere la deflazione, qualcosa simile all’ “helicopter money”.

Aggiornamento di mercato - 15 Luglio 2016

La Cina creerà più di cinquanta milioni di nuovi posti di lavoro nelle città tra il 2016 e il 2020, ha dichiarato il ministro delle risorse umane cinese giovedì.

Aggiornamento di mercato - 14 Luglio 2016

I titoli azionari asiatici hanno recuperato terreno mercoledì con i mercati in attesa dei dati commerciali provenienti dalla Cina. I mercati azionari europei si sono mossi al ribasso mercoledì con gli investitori in attesa dell’incontro della BoE di giovedì anche se restano i timori sulla instabilità economica del Regno Unito.

Aggiornamento di mercato - 13 Luglio 2016

I dati della Banca del Giappone hanno mostrato martedì che i prezzi all’ingrosso in Giappone sono scesi del 4,2% in un anno a giugno. Il primo ministro Shinzo Abe ha dato istruzioni al ministro dell’economia di preparare un pacchetto di stimoli economici entro la fine di questo mese per rilanciare l’economia di fronte alla stagnazione dei consumi e degli investimenti privati.

Aggiornamento di mercato - 12 Luglio 2016

L’inflazione cinese e le preoccupazioni del G20 che la ripresa globale resti difficile stanno rafforzando tra alcuni economisti la convinzione che sarebbe necessaria un’azione di maggiore stimolo da parte del governo per sostenere la Cina, la seconda principale economia mondiale.

Aggiornamento di mercato - 11 Luglio 2016

La Banca Centrale Cinese ha ribadito che manterrà una crescita ragionevole del credito bancario e del finanziamento sociale anche se l'economia si trova ancora ad affrontare una pressione al ribasso.

Aggiornamento di mercato - 08 Luglio 2016

Giovedi in Asia le negoziazioni delle Borse Asiatiche sono avvenute in un intervallo ristretto con gli investitori in attesa dei dati di Venerdi relativi alla variazione negli Stati Uniti della disoccupazione, settore agricolo escluso. Giovedi il comparto azionario Europeo ha aperto al rialzo, perchè i verbali dell'ultima riunione di politica economica della Federal Reserve hanno ridotto fortemente le aspettative per un rialzo dei tassi quest'anno, mentre i timori successivi al Brexit sono sembrati ridursi dopo aver sconquassato anche questa settimana i mercati globali. Giovedi Wall Street ha mostrato un andamento contrastante delle negoziazioni, con lo S & P 500 in bilico in prossimità del livello di 2.100 in conseguenza dei dati ottimistici sull’occupazione e perchè il settore petrolifero ha evidenziato una violenta inversione nelle scorte di greggio.

Aggiornamento di mercato - 07 Luglio 2016

Il China Foreign Exchange Trade System ha annunciato che a partire da metà Agosto le imprese straniere dovranno accantonare il 20 per cento dei regolamenti a termine in Yuan del mese precedente come riserve contro il rischio di cambio.

Aggiornamento di mercato - 06 Luglio 2016

Martedì le Borse Asiatiche hanno interrotto una striscia vincente di cinque giorni consecutivi in quanto gli investitori più timorosi hanno preso alcuni profitti nonostante le aspettative che un ulteriore stimolo da parte della Banca Centrale potesse compensare una probabile recessione innescata dal Brexit.

Aggiornamento di mercato - 05 Luglio 2016

Il settore azionario della Cina ha raggiunto un massimo a due mesi perchè le aziende che operano nelle materie prime si sono irrobustite ed è cresciuta l’ipotesi che la nazione possa fornire lo stimolo per sostenere la crescita. Il comparto azionario di Hong Kong ha cancellato le perdite accumulate a seguito del voto Britannico di abbandonare l'Unione Europea. Persone informate sulla vicenda hanno detto che la banca di investimento China International Capital Corp. e la società d’intermediazione China Investment Securities Co., imprese con 186 miliardi di yuan di patrimonio nello scorso anno, sono in trattative per una possibile fusione.

Aggiornamento di mercato - 04 Luglio 2016

Venerdì il settore azionario Asiatico si è irrobustito ed i mercati Europei come previsto hanno avuto il medesimo andamento, in quanto gli investitori hanno continuato a recuperare dallo shock BRexit della scorsa settimana, ma la Sterlina è stata sottoposta ad un’ulteriore pressione quando il Governatore della Banca d'Inghilterra ha accennato ad una futura riduzione del tasso di interesse. Oggi, le azioni negli Stati Uniti hanno continuato a guadagnare, crescendo per il quarto giorno consecutivo, perchè robusti dati sulla produzione hanno aumentato le speranze di un miglioramento dell'economia.

Aggiornamento di mercato - 01 Luglio 2016

L’Organismo di regolazione dei cambi ha dichiarato che l’eccezionale debito estero della Cina é diminuito di $ 51,7 miliardi nel primo trimestre scendendo a $ 1,36 trilioni, in quanto le imprese locali rimborsano i propri debiti in Dollari nell’aspettativa che lo Yuan si deprezzerà ulteriormente.

Aggiornamento di mercato - 30 Giugno 2016

Le vendite al dettaglio in Giappone sono scese più del previsto a maggio, per il terzo mese consecutivo, dell’1,9% rispetto all’anno precedente, mentre le stime erano di una flessione dell’1,6%.

Aggiornamento di mercato - 29 Giugno 2016

I titoli azionari giapponesi si sono mossi al rialzo martedì grazie al rialzo dei titoli del comparto alimentare, industria farmaceutica e dei trasporti marittimi.

Aggiornamento di mercato - 28 Giugno 2016

Il debito e il rischio finanziario della Cina sarebbero sotto controllo, secondo una dichiarazione di lunedì della Banca Centrale cinese che ha inoltre aggiunto che continuerà a realizzare una politica monetaria prudente e una politica fiscale proattiva mantenendo i tassi di interesse a un livello ragionevole. Secondo i report, il Giappone è pronto a intervenire per indebolire lo yen dopo che il voto britannico sulla Brexit è destinato a far salire verso i massimi la valuta giapponese ma i rischi collegati a un disastroso fallimento stanno scoraggiando i politici a intraprendere una simile azione.

Aggiornamento di mercato - 27 Giugno 2016

La Banca Centrale cinese ha dichiarato venerdì, dopo il voto sulla Brexit, che manterrà la liquidità a livelli ragionevoli. Il seguito alla decisione della Gran Bretagna di lasciare l’UE, il governatore della BoJ, Haruhiko Kuroda ha detto venerdì che la BoJ è pronta a immettere sufficiente liquidità nel mercato, compreso utilizzando gli esistenti contratti swap con le altre banche centrali al fine di assicurare la stabilità.

Aggiornamento di mercato - 24 Giugno 2016

L’attività manifatturiera giapponese si è contratta a giugno allo stesso ritmo del mese precedente, secondo quanto mostrato da un’indagine preliminare, ma restano le preoccupazioni legate alle interruzioni della catena delle forniture causate dal terremoto di aprile e dalle esportazioni in calo.

Aggiornamento di mercato - 23 Giugno 2016

La Cina aprirà ulteriormente settori quali telecomunicazioni, aereoporti, esporazione di petrolio e gas alle società private, secondo quanto dichiarato dal Gabinetto, nel tentativo di fermare il pesante scivolone della crescita degli investimenti privati.

Aggiornamento di mercato - 22 Giugno 2016

I titoli azionari asiatici hanno guadagnato terreno dopo un inizio incerto martedì estendendo il rally dovuto all’aumentare delle aspettative secondo cui i britannici potrebbero decidere di rimanere nell’UE.

Aggiornamento di mercato - 21 Giugno 2016

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha dichiarato che l’obiettivo del governo giapponese di rilanciare la sua economia sta incontrando ostacoli in assenza di “coraggiose” riforme strutturali e ha fatto pressioni su Tokyo affinché realizzi politiche del reddito e riforme del mercato del lavoro. Lo yuan ha ceduto circa il 2% sul dollaro da metà aprile in quella che gli investitori considerano parte della reazione alle aspettative di un futuro aumento dei tassi di interesse. Il “Financial News”, un giornale di proprietà della banca centrale cinese, ha reso noto in un commento lunedì che non sussisterebbero le basi concrete per la svalutazione dello yuan nel lungo periodo, considerando l’attuale tasso di crescita in Cina, ma una volatilità di due giorni è inevitabile durante le riforme.

Aggiornamento di mercato - 20 Giugno 2016

Il governo giapponese ha mantenuto stabile il suo giudizio sull’economia questo mese ma ha ricordato che i prezzi al consumo stanno crescendo ad un ritmo più lento, ponendo nuovi dubbi sulla possibilità di vedere effettivamente allontanarsi il rischio deflazione entro i prossimi tre anni.

Aggiornamento di mercato - 17 Giugno 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti giovedì con gli investitori impegnati a digerire i dati, le politiche regionali e il voto della settimana prossima sulla Brexit.

Aggiornamento di mercato - 16 Giugno 2016

Un economista molto influente sul governo, Li Yang, ha dichiarato mercoledì che il rischio di debito della Cina è sotto controllo grazie al suo elevato tasso di risparmio, ma sono ancora necessarie specifiche azioni per contenere le elevate passività societarie. La Banca del Giappone sta programmando di offrire fondi in dollari alle banche nazionali attraverso aste se la Brexit inducesse gli investitori a spostarsi verso la valuta statunitense.

Aggiornamento di mercato - 15 Giugno 2016

Les bourses japonaises étaient en baisse après la clôture mardi, car les pertes enregistrées dans les secteurs bancaire, pharmaceutique et des pêches ont tiré les marchés à la baisse. Les marchés boursiers européens ont ouvert en baisse mardi, car les investisseurs sont restés prudents avant la réunion de la politique de la Réserve fédérale qui devrait commencer plus tard dans la journée, et le vote sur le BREXIT prévu la semaine prochaine. Wall Street a chuté mardi, car les décideurs de la banque centrale ont mis en balance les taux d'intérêt et la santé de l'économie américaine et les investisseurs sont préoccupés par le vote qui aura lieu dans les prochains jours en Grande-Bretagne sur la sortie ou non de l'Union européenne.

Aggiornamento di mercato - 14 Giugno 2016

La Banca del Giappone è sempre più vicina ad espandere il suo programma storico di stimolo monetario. Ciò su cui non c’è ancora accordo è se il Governatore Haruhiko Kuroda deciderà di convincere il consiglio a realizzare azioni durante l’incontro di questa settimana o se si riuniranno ancora il prossimo mese.

Aggiornamento di mercato - 13 Giugno 2016

I titoli azionari asiatici sono rimasti deboli venerdì in una giornata caratterizzata da festività in diversi mercati e da una certa cautela in attesa di una serie di eventi tra cui l’incontro della settimana prossima della Fed e il voto della Gran Bretagna per decidere sulla Brexit. I titoli azionari europei hanno registrato andamenti decisamente negativi venerdì a causa della flessione del prezzo del petrolio e dei commenti del Presidente della BCE, Mario Draghi. Andamento contrastante per Wall Street venerdì in attesa di eventi chiave e nonostante un indice dei prezzi al consumo migliore delle previsioni e con gli investitori che hanno deciso di trarre profitto dalle oscillazioni del prezzo del petrolio.

Aggiornamento di mercato - 10 Giugno 2016

I Giappone ha trascinato al ribasso i titoli azionari asiatici con il Nikkei che ha chiuso in flessione dell’1%. Il mercato di Hong Kong e il mercato cinese erano chiusi per festività giovedì. I mercati europei hanno chiuso in negativo per la seconda sessione consecutiva giovedì con le preoccupazioni sull’economia globale che continuano a pesare sulla fiducia degli investitori e il presidente della BCE, Mario Draghi che ha fatto appello ai leader politici affinchè intervengano con programmi per sostenere la crescita. I titoli bancari hanno spinto al ribasso Wall Street mentre il prezzo del petrolio scendeva e i mercati obbligazionari recuperavano così come la richiesta di titoli rifugio.

Aggiornamento di mercato - 09 Giugno 2016

Secondo un report dell’ufficio Nazionale di Statistica cinese, la bilancia commerciale è cresciuta meno del previsto il mese scorso a 49,98 miliardi, dai 45,56 miliardi del mese precedente. Si prevedeva che la lettura fosse pari a 58 miliardi. I dati ufficiali hanno mostrato martedì che il PIL giapponese è cresciuto nell’ultimo trimestre ad un tasso annuo destagionalizzato dello 0,5%, dallo 0,4% del trimestre precedente.

Aggiornamento di mercato - 07 Giugno 2016

Il ministro delle finanze Taro Aso ha dichiarato martedì che non risponderà della reazione del mercato valutario giapponese se lo yen salisse ancora sulla scia dei deboli dati provenienti dal mercato del lavoro negli USA. Parlando ai giornalisti, il ministro delle finanze ha evitato di far riferimento alle dichiarazioni rilasciate nel weekend dal Segretario del tesoro statunitense, Jack Lew che aveva descritto i recenti movimenti del mercato valutario come “ordinati”.

Aggiornamento di mercato - 07 Giugno 2016

La BoJ dovrà rinunciare al termine dei due anni che si era imposta per raggiungere un obiettivo di inflazione del 2% per evitare le pressioni di misure più drastiche per ottenere tale obiettivo, secondo quanto dichiarato da un ex direttore esecutivo della BoJ.

Aggiornamento di mercato - 06 Giugno 2016

La crescita dell’indice PMI Caixin/Markit sui servizi in Cina è sceso al minimo a tre mesi a maggio toccando quota 51,2 dal 51,8 registrato ad aprile, a causa del rallentamento delle assunzioni e della diminuzione dell'attività delle nuove imprese, segnali questi che continuano a confermare il momento negativo che sta attraversando l’economia. L’indice PMI sui servizi in Giappone è salito a 50,4 a maggio da 49,3 della lettura precedente, segnando una ripresa dopo la contrazione del mese precedente dovuta al modesto incremento nei nuovi ordinativi.

Aggiornamento di mercato - 03 Giugno 2016

Il membro del consiglio della BoJ, Takehiro Sato ha avanzato l’ipotesi che la politica di interessi negativi realizzata dalla Banca del Giappone non starebbe funzionando come previsto e che potrebbe avere conseguenze sulla stabilità del sistema finanziario.

Aggiornamento di mercato - 02 Giugno 2016

I titoli azionari giapponesi hanno perso terreno dopo la chiusura di mercoledì con i titoli dei settori elettrico, del gas, della distribuzione dell’acqua e ferroviario che hanno spinto al ribasso il mercato azionario. I titoli azionari europei hanno aperto al ribasso mercoledì, dopo la pubblicazione dei dati contrastanti provenienti dal comparto manifatturiero cinese e con la flessione del prezzo del greggio che continua a pesare sulla fiducia, mentre gli investitori sono in attesa dei dati sul comparto manifatturiero dell’eurozona che dovrebbero essere pubblicati più tardi in giornata. I titoli azionari statunitensi hanno subito poche variazioni mercoledì pomeriggio anche se sono riusciti a recuperare le pesanti perdite di inizio sessione agevolati dagli incoraggianti dati industriali e da un ritracciamento del prezzo del petrolio.

Aggiornamento di mercato - 01 Giugno 2016

La produzione industriale giapponese è salita inaspettatamente ad aprile dello 0,3% dal mese precedente, mentre le previsioni erano per una flessione dell’1,5%. Un’ondata di scosse di terremoto nella parte meridionale del paese ha avuto un impatto minimo sulla produzione, offrendo segnali di speranza per un’economia segnata da deboli esportazioni e consumi.

Aggiornamento di mercato - 31 Maggio 2016

Il Primo Ministro giapponese, Shinzo Abe, avrebbe dichiarato di posticipare di due anni e mezzo un aumento delle imposte sulle vendite programmato per il prossimo aprile, secondo quanto riportato da un rappresentante anziano del partito dominante dopo un incontro con il premier.

Aggiornamento di mercato - 30 Maggio 2016

Il mercato immobiliare a Singapore potrebbe essere più vicino alla crisi di quello di Hong Kong, secondo LaSalle Investment Management che gestisce più di 58 miliardi di dollari di fondi immobiliari.

Aggiornamento di mercato - 27 Maggio 2016

La borsa valori di Singapore sta cercando di catturare una fetta più consistente del trading secondario delle obbligazioni in valuta estera dagli emittenti asiatici per aumentare gli utili, mentre continua la flessione che dura ormai da diversi anni delle offerte pubbliche di acquisto.

Aggiornamento di mercato - 26 Maggio 2016

Gli utili delle aziende di proprietà statale in Cina sono diminuiti dell’8,4% su base annua nei primi quattro mesi del 2016, secondo quanto reso noto dal ministro delle finanze. Gli utili totali erano pari a 652,26 miliardi di yuan da gennaio ad aprile, mentre le entrate sono scese dell’1,7% a 13,52 miliardi di yuan. Nei primi tre mesi dell’anno, gli utili sono scesi del 13,8%. Il governatore della BoJ, Haruhiko Kuroda ha dichiarato venerdì che l’economia sta continuando a riprendersi, ma che i consumi privati restano deboli e a un livello deludente.

Aggiornamento di mercato - 25 Maggio 2016

I titoli azionari asiatici hanno perso terreno martedì con i mercati cauti e in attesa di conoscere la decisione della Fed in merito al possibile aumento dei tassi nel corso del prossimo mese.

Aggiornamento di mercato - 20 Maggio 2016

I dati ufficiali hanno mostrato mercoledì che gli ordinativi core dei macchinari in Giappone sono saliti più del previsto al 5,5% dal – 9,2% del mese precedente. Nonostante Moody’s abbia mantenuto le sue previsioni sulla crescita della Cina al 6,3% quest’anno, ha sottolineato che la crescita tendenziale continua a salire a causa dell’aumento dei debiti e ciò potrebbe avere conseguenze negative in futuro.

Aggiornamento di mercato - 19 Maggio 2016

I tentativi del Governatore della BoJ di rilanciare la crescita economica sono stati minati dal rialzo del valore dello yen che ha superato tutte le altre valute asiatiche quest’anno e ha spinto i produttori di automobili a stimare una flessione degli utili quest’anno.

Aggiornamento di mercato - 18 Maggio 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti martedì con i mercati focalizzati sui prossimi dati sui prezzi al consumo negli USA e sulla instabilità crescente in Nigeria e in Venezuela e le conseguenti ripercussioni sul prezzo del greggio.

Aggiornamento di mercato - 17 Maggio 2016

In un report, l’Ufficio Nazionale di Statistica cinese ha reso noto che la produzione industriale in Cina è scesa più del previsto al 6% dal 6,8% del mese precedente. La BoJ ha pubblicato un report in cui è emerso che i prezzi dei beni corporate in Gippone sono diminuiti ad un tasso annuo destagionalizzato del 4,2% dal 3,8% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 16 Maggio 2016

In Giappone, Haruhiko Kuroda ha difeso gli interessi negativi suggerendo che i prezzi sottostanti sono in rialzo e che sarà necessario del tempo per cambiare il trend della politica monetaria.

Aggiornamento di mercato - 13 Maggio 2016

In un report, la banca del Giappone ha reso noto che i prestiti bancari in Giappone sono saliti improvvisamente nell’ultimo trimestre ad un tasso destagionalizzato annuo del 2,2%, dal 2% del trimestre precedente. Le stime erano per una flessione dell’1,9%.

Aggiornamento di mercato - 12 Maggio 2016

I titoli azionari asiatici hanno recuperato terreno durante la pausa pranzo con gli investitori focalizzati sullo yen e sui nuovi guadagni registrati dalla valuta nipponica mercoledì. I titoli azionari europei hanno aperto al ribasso mercoledì dal momento che la flessione del prezzo del greggio ha pesato sulla fiducia nei mercati.

Aggiornamento di mercato - 11 Maggio 2016

Secondo un report dell’ufficio Nazionale di Statistica cinese, l’indice PPI è cresciuto ad un tasso annuo del -3,4% dal -4,3% del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 10 Maggio 2016

Si stima che l’economia giapponese sia cresciuta poco nel primo trimestre, secondo un’indagine di Reuters, e che la spesa al consumo stagnante e i vacillanti mercati finanziari spingeranno il governo ad assumere nuove misure di stimolo all’economia.

Aggiornamento di mercato - 09 Maggio 2016

La Cina ha messo intimato le banche di svolgere controlli sulle attività di finanziamento per evitare nuovi rischi dopo che il settore bancario è stato colpito da diversi casi di frode che sono costati molti milioni di dollari.

Aggiornamento di mercato - 05 Maggio 2016

La situazione del tasso di cambio con l’estero in Cina sta peggiorando, con il dollaro che ha messo a segno il maggiore guadagno degli ultimi 5 mesi, nascondendo la debolezza dello yuan e aiutando a stimolare la richiesta oltreoceano dei prodotti nazionali.

Aggiornamento di mercato - 04 Maggio 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato un andamento contrastante martedì a causa dei dati peggiori delle previsioni dell’indagine Caixin sul comparto manifatturiero e con gli investitori concentrati sui dati sul mercato del lavoro che verranno pubblicati a fine settimana. I titoli europei hanno aperto in ribasso martedì dopo una serie di report contrastanti sugli utili di società europee e dopo i deludenti dati sul comparto manifatturiero cinese che hanno contribuito a far scendere la fiducia dei mercati. Wall Street ha perso pesantemente terreno nella sessione pomeridiana di martedì con i principali settori dell’S&P in rosso a causa dei deboli dati provenienti dalla Cina che hanno risvegliato i timori sul rallentamento dell’economia globale.

Aggiornamento di mercato - 03 Maggio 2016

Nella prima settimana di trading di maggio, il mercato e gli investitori stanno cercando di digerire alcuni dei dati della settimana scorsa relativi alle economie più forti.

Aggiornamento di mercato - 28 Aprile 2016

La decisione della Federal reserve sui tassi di interesse ha rappresentato il principale argomento che ha catturato l’attenzione degli investitori per l’intera sessione di trading.

Aggiornamento di mercato - 27 Aprile 2016

Secondo i trader, la banca centrale cinese inietterà 140 miliardi di yuan ($21,58 miliardi) sui mercati attraverso operazioni di acquisto a pronti con patto di rivendita a termine della durata di sette giorni. La scadenza dei pronti contro termine svuoterà il sistema bancario di circa 870 miliardi di yuan questa settimana. La settimana scorsa la PBC ha iniettato 680 miliardi di yuan nel sistema bancario.

Aggiornamento di mercato - 26 Aprile 2016

L’autorità di regolamentazione bancaria cinese a Shanghai sta fermando per un mese le relazioni commerciali tra le banche commerciali e sei agenzie immobiliari e questa rappresenta l’ultima di una serie di misure volte a contenere il rischio nel mercato immobiliare.

Aggiornamento di mercato - 25 Aprile 2016

I titoli azionari giapponesi si sono mossi al rialzo venerdì grazie ai guadagni registrati dai titoli dei comparti bancario, finanziario & investimenti, costruzioni navali. Alla chiusura di Tokio, il Nikkei 225 ha guadagnato l’1,20% toccando il nuovo massimo a 1 mese.

Aggiornamento di mercato - 22 Aprile 2016

Le banche asiatiche hanno raggiunto il loro massimo dall’inizio della crisi finanziaria globale ma il trend è destinato a peggiorare a causa dei conflitti economici regionali nei confronti del rallentamento della Cina e dei prezzi delle materie prime e del volatile greggio, come mostrano le analisi di Reuters.

Aggiornamento di mercato - 21 Aprile 2016

Il Governatore della Banca del Giappone, Haruhido Kuroda mercoledì ha ribadito la disponibilità della banca centrale a espandere ulteriormente la politica monetaria se sussistesse il rischio di non soddisfare il target di inflazione del 2%. Secondo un sondaggio, la fiducia tra i produttori giapponesi è salita ad aprile ma si prevede di nuovo un calo nei prossimi tre mesi a causa dei timori legati al rialzo dello yen e alla tiepida richiesta oltreoceano. La Cina adotterà delle misure per rilanciare le esportazioni e la crescita, compreso incoraggiare le banche ad aumentare i prestiti espandendo le assicurazioni del credito all’esportazione e alzare gli sgravi fiscali ad alcune società, secondo quanto reso noto in un report pubblicato mercoledì.

Aggiornamento di mercato - 20 Aprile 2016

I titoli azionari giapponesi hanno recuperato martedì dopo la chiusura grazie al rialzo dei titoli bancari, del vetro e automobilistici che hanno spinto al rialzo il mercato. I titoli azionari europei hanno aperto decisamente in terreno positivo martedì, grazie al rimbalzo del prezzo del petrolio e al fatto che l’attenzione degli investitori era puntata sul report sulla fiducia in Germina che doveva essere pubblicato a fine sessione. L’S&P 500 è salito vicino al massimo storico in una sessione molto altalenante.

Aggiornamento di mercato - 19 Aprile 2016

L’economia cinese è cresciuta ad un tasso annuo destagionalizzato pari all’1,1% nel primo trimestre del 2016 rispetto al quarto trimestre dell’anno scorso, secondo quanto reso noto dall’Ufficio nazionale di Statistica, l’incremento più basso dal 2010. Il dato della crescita inferiore alla stime arriva mentre altri segnali ci indicano che l’economia cinese si sta stabilizzando nel primo trimestre grazie alle sorprese positive provenienti dal commercio, dalla produzione e dal credito.

Aggiornamento di mercato - 18 Aprile 2016

I titoli azionari giapponesi hanno perso terreno dopo la chiusura di venerdì con i titoli del settore farmaceutico, minerario, elettrico e dei macchinari che hanno spinto al ribasso le azioni. Alla chiusura di Tokio, il NIKKEI ha perso lo 0,37%. I titoli europei hanno aperto al ribasso venerdì con gli investitori in attesa dell’incontro largamente anticipato di questo weekend tra i maggiori produttori di petrolio a Doha, Qatar, per discutere del possibile congelamento della produzione. I titoli azionari statunitensi sono rimasti pressoché invariati venerdì con gli investitori impegnati a digerire i dati economici contrastanti e la pesante flessione del petrolio prima del meeting di domenica dei principali produttori.

Aggiornamento di mercato - 15 Aprile 2016

Il Governatore della BOJ, Haruhiko Kuroda ha dichiarato giovedì che l'atteggiamento aggressivo di allentamento monetario sta finalmente avendo l’effetto desiderato sull’economia, ma ha anche ribadito che un’economia globale debole e un rafforzamento dello yen possono diminuire l’effetto positivo e che la banca sta tenendo sotto stretto controllo l’inflazione. Ha inoltre affermato che "la banca continuerà con il programma di QQE (Quantitative and Qualitative Monetary Easing) mantenendo negativo il tasso di interesse con l’obiettivo di raggiungere il target di stabilità del 2% e mantenerlo fin quanto necessario”.

Aggiornamento di mercato - 14 Aprile 2016

I titoli azionari giapponesi hanno recuperato mercoledì dopo la chiusura grazie al rialzo dei titoli assicurativi, del vetro e macchinari. I titoli azionari europei hanno aperto fortemente al rialzo mercoledì dal momento che l’incremento del prezzo del petrolio continua a supportare i titoli dei settori energetico e minerario e i titoli finanziari stanno registrando buone performance. Wall Street ha recuperato terreno mercoledì sulla scia dei dati commerciali positivi provenienti dalla Cina e grazie ad un report sugli utili presentato da JP Morgan che ha superato le stime dando nuovo slancio al comparto dei titoli finanziari.

Aggiornamento di mercato - 13 Aprile 2016

Secondo gli economisti la Cina è cresciuta nel primo trimestre al ritmo più lento dall’inizio della crisi finanziaria con continue pressioni al ribasso nonostante i recenti tentativi di stabilizzazione. La crescita del PIL nel primo trimestre è scesa al 6,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, in flessione rispetto al 6,8% registrato nel quarto trimestre 2015.

Aggiornamento di mercato - 12 Aprile 2016

L’economia cinese ha mostrato maggiori segnali positivi anche se permangono le pressioni al ribasso. Il governo accelererà le riforme mantenendo al contempo la crescita economica entro un range ragionevole. Il governo dovrebbe pubblicare questa settimana dati economici chiave compresi quelli sulla crescita economica nel primo trimestre.

Aggiornamento di mercato - 11 Aprile 2016

L’indice corrente degli osservatori dell’economia giapponese ha registrato un livello inferiore a quello stimato il mese scorso, secondo quanto mostrato dai dati ufficiali venerdì. In un report, l’Ufficio del Gabinetto ha annunciato che l’indice corrente degli osservatori dell’economia giapponese è salito a 45,4 dal 44,6 del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 08 Aprile 2016

I titoli azionari asiatici si sono mossi prevalentemente al rialzo giovedì sulla scia della divisione emersa tra i membri della Fed in merito alla probabilità di alzare o meno i tassi di interesse. Anche i titoli azionari europei hanno registrato andamenti postivi giovedì dopo che i verbali dell’incontro della Fed hanno rivelato un atteggiamento di cautela in merito ai futuri aumenti dei tassi e con gli investitori che stanno puntando gli occhi sui verbali del prossimo incontro della Bce che si svolgerà alla fine della giornata.

Aggiornamento di mercato - 07 Aprile 2016

Le esportazioni cinesi dovrebbero tornare a crescere per la prima volta dopo nove mesi a marzo mentre sta crescendo il ritmo dei prestiti erogati dalle banche, segnali questi che indicano che la seconda principale economia mondiale si starebbe stabilizzando.

Aggiornamento di mercato - 06 Aprile 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti martedì con Shanghai in rialzo ma Sydney, Tokyo e Hong Kong in flessione a causa della poca fiducia che domina questi mercati. I titoli azionari giapponesi hanno perso terreno dopo la chiusura di martedì con i titoli del settore bancario, minerario e delle costruzioni navali che hanno spinto al ribasso le azioni.

Aggiornamento di mercato - 05 Aprile 2016

La base monetaria giapponese è diminuita più del previsto il mese scorso, secondo quanto emerso dai dati ufficiali.

Aggiornamento di mercato - 04 Aprile 2016

I titoli azionari asiatici hanno perso terreno venerdì dal momento che i dati moderatamente favorevoli sull’indice PMI cinese non sono riusciti a rilanciare la fiducia verso i titoli azionari nazionali. I titoli europei hanno aperto pesantemente al ribasso venerdì con i mercati nervosi in attesa della pubblicazione dei dati sull’occupazione negli USA che sono arrivati in tarda giornata e dei report sull’attività manifatturiera in Cina. Wall Street si è mossa al rialzo venerdì grazie ai dati migliori delle previsioni dell’attività manifatturiera che è risultata in crescita per la prima volta dopo sette mesi e dopo il report sugli occupati del settore non agricolo che ha mostrato un buon miglioramento del mercato del lavoro.

Aggiornamento di mercato - 01 Aprile 2016

Standard & Poor's (S&P) ha tagliato il suo rating sulla Cina portandolo da stabile a negativo, perché “il riequilibrio economico” del paese starebbe attuandosi ad un ritmo più lento rispetto a quanto inizialmente previsto. La costruzione di nuove abitazioni in Giappone è salita inaspettatamente nell’ultimo trimestre secondo i dati ufficiali pubblicati giovedì. Secondo un report del Ministro dell’ambiente, infrastrutture e trasporti, la costruzione di case nuove in Giapponese è salita ad un tasso annuo destagionalizzato del 7,8% dallo 0,2% del precedente trimestre.

Aggiornamento di mercato - 31 Marzo 2016

La produzione industriale giapponese ha toccato il minimo dal 2011 facendo incrementare i timori di un’altra recessione e rinnovando la pressione sui politici perché intervengano con azioni correttive.

Aggiornamento di mercato - 30 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici si sono mossi al ribasso martedì in attesa del discorso del Presidente della Fed, Janet Yellen. I titoli europei hanno invece aperto al rialzo martedì con gli occhi degli investitori puntati sul discorso del presidente della Fed che si terrà a fine giornata per cogliere ulteriori indicazioni sulle future mosse della banca centrale.

Aggiornamento di mercato - 29 Marzo 2016

Gli utili dell’attività industriale cinese sono tornati a crescere nei primi due mesi del 2016, in parte grazie alla ripresa del mercato immobiliare nonostante un’economia ancora in difficoltà in molti altri settori.

Aggiornamento di mercato - 28 Marzo 2016

L’indice giapponese degli indicatori di tendenza è salito più di quanto previsto il mese scorso, secondo quanto mostrato dai dati ufficiali. In un report, l’indice giapponese degli indicatori di tendenza è salito ad un tasso annuo destagionalizzato pari a 101,8 dal 101,4 del mese precedente.

Aggiornamento di mercato - 25 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici sono rimasti deboli giovedì dal momento che gli investitori hanno continuato a tenere sott’occhio il nuovo rafforzamento del dollaro sullo yen, il dollaro australiano e lo yuan.

Aggiornamento di mercato - 24 Marzo 2016

La fiducia dei produttori giapponesi è diminuita a marzo e non dovrebbe cambiare molto nei prossimi tre mesi, secondo quanto mostrato mercoledì da una ricerca di mercato che ha segnalato inoltre che il rafforzamento dello yen e il rallentamento della crescita in Cina e nei paesi emergenti sta colpendo le esportazioni giapponesi.

Aggiornamento di mercato - 23 Marzo 2016

I titoli azionari giapponesi si sono mossi al rialzo martedì grazie al rialzo dei titoli del comparto degli Strumenti di precisione, del Trasporto, dei Macchinari e dei Servizi.

Aggiornamento di mercato - 22 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti, con la Cina in controtendenza, mentre gli investitori osservano le dichiarazioni chiave moderatamente positive rilasciate dai rappresentanti ufficiali nel weekend.

Aggiornamento di mercato - 21 Marzo 2016

Il Premier Li Keqiang ha dichiarato venerdì che la Cina, che è cresciuta lo scorso anno al ritmo più lento degli ultimi 25 anni, realizzerà delle variazioni preventive sulla sua politica economica in modo da sostenere la crescita e allontanare il rischio finanziario. Il governo ha fissato un obiettivo di crescita tra il 6,5 e il 7% per il 2016. I prezzi delle case in Cina sono saliti al ritmo più elevato negli ultimi due anni a febbraio grazie alla forte domanda nelle grandi città anche se il rischio del surriscaldamento insieme alla debole crescita nelle città più piccole minaccia di far aumentare lo stress su un’economia già in crisi.

Aggiornamento di mercato - 18 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici si sono ripresi giovedì grazie al fatto che gli investitori hanno accolto positivamente le dichiarazioni della Fed e i dati regionali hanno alimentato la fiducia. I titoli azionari giapponesi hanno perso terreno dopo la chiusura di giovedì a causa della flessione dei titoli dei comparti della Pesca, Energia e Trasporti che hanno trascinato al ribasso tutto il settore azionario Alla chiusura di Tokio, il NIKKEI 225 ha perso lo 0,22%. I titoli azionari europei hanno aperto al rialzo giovedì dopo che la Fed ha annunciato un aumento dei tassi inferiore alle stime per quest’anno e con gli investitori in attesa delle dichiarazioni che rilascerà più tardi la BOE.

Aggiornamento di mercato - 17 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici ed europei hanno registrato andamenti contrastanti mercoledì con gli investitori focalizzati sulla prossima revisione dei tassi di interesse da parte della Fed per cogliere la direzione che prenderà il mercato. La Fed ha deciso poi di mantenere stabili i tassi e ha dichiarato che una moderata crescita negli USA e “solidi incrementi nel mercato del lavoro” le consentirebbero di inasprire la propria politica e dimezzare la velocità con cui intende procedere: quest’anno sono previste solo due strette, a fronte delle quattro stimate in dicembre.

Aggiornamento di mercato - 16 Marzo 2016

I titoli azionari aistaici hanno perso terreno a causa delle incertezze del mercato in attesa della riunione di questa settimana della Fed di cui si attendono i commenti sulle prospettive economiche.

Aggiornamento di mercato - 15 Marzo 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato un sorprendente salto in avanti nei dati sui macchinari core in Giappone a gennaio e grazie ai piani di acquisto di titoli decisi in Cina l’anno scorso che hanno avuto un influenza positiva sui mercati.

Aggiornamento di mercato - 14 Marzo 2016

I titoli azionari giapponesi si sono mossi al rialzo venerdì grazie al rimbalzo dei titoli dei comparti Chimico, Prodotti Petroliferi & Materie Plastiche, Bancario e Pesca. I titoli azionari europei hanno perso terreno nelle prime ore di trading venerdì dopo i pesanti cali della sessione precedente. Una ripresa dei prezzi dei metalli e del petrolio ha rilanciato i titoli correlati a tali settori. I titoli azionari statunitensi sono stati scambiati su livelli che non si vedevano da gennaio e il petrolio si è mosso al rialzo mentre i mercati globali continuavano a digerire le misure di QE decise giovedì dalla BCE.

Aggiornamento di mercato - 11 Marzo 2016

La BCE ha tagliato i tassi di interesse dell’euro zona portandoli al nuovo minimo storico e ha rilanciato il suo programma di QE, nel tentativo di far ripartire l’inflazione in Europa.

Aggiornamento di mercato - 10 Marzo 2016

Le speculazioni circa la nuova mossa della Banca del Giappone hanno dominato i mercati mercoledì dal momento che un’agenzia vicina alla banca giapponese ha reso noto che quest’ultima potrebbe fermarsi dal continuare a tagliare i tassi nell’incontro di settimana prossima. Il report non ha completamente escluso tale azione ma ha fatto riferimento al fatto che la BOJ potrebbe preferire aumentare gli acquisti di asset al taglio dei tassi. Dopo che la Cina ha registrato la peggiore flessione nelle esportazioni degli ultimi sei anni, l’ufficio doganale asiatico ha annunciato un piano di taglio dei costi per facilitare gli scambi.

Aggiornamento di mercato - 09 Marzo 2016

I deboli dati provenienti dalla Cina martedì hanno continuato ad alimentare i timori di un possibile rallentamento dell’economia globale. Le esportazioni dalla seconda principale economia mondiale sono scese del 25,4% a febbraio rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre le importazioni sono diminuite del 13,8%. L’Eurostat ha confermato martedì la sua stima sull’economia di 19 paesi condividendo il fatto che l’euro sarebbe cresciuto dello 0,3% nel periodo da ottobre a dicembre, rivedendo invece al rialzo la sua previsione sulla crescita su base annua dall’1,5 all’1,6%. Nello stesso tempo, la Commissione Europea ha messo in guardia 5 stati dell’Unione, tra cui l’Italia e la Francia, affinché riportino in ordine gli eccessivi squilibri economici che pesano sulla crescita e devono essere corretti. In Inghilterra, il governatore Carney ha dichiarato che un voto della Gran Bretagna a favore dell’uscita dall’Unione Europea potrebbe influenzare negativamente l’economia da 2,9 mila miliardi di dollari del paese e costringere alcune banche a trasferirsi.

Aggiornamento di mercato - 08 Marzo 2016

Le reserve in valuta estera della Cina sono diminuite per il quarto mese consecutivo a febbraio ma sono diminuite ad un ritmo più lento grazie a fatto che la valuta nazionale si è stabilizzata.

Aggiornamento di mercato - 07 Marzo 2016

Oggi giornata molto interessante sui mercati con l’attenzione puntata sugli Occupati del settore non agricolo. Il numero di occupati negli USA è aumentato a febbraio, un chiaro segnale del rafforzamento del mercato del lavoro che potrebbe allontanare i timori che vedevano l’economia puntare verso la recessione e consentire quest’anno alla Fed di aumentare gradualmente i tassi di interesse.

Aggiornamento di mercato - 02 Marzo 2016

Martedì i dati hanno mostrato che il comparto manifatturiero cinese si è contratto per il settimo mese consecutivo. L’indice PMI ufficiale è sceso a 49,0 dal 49,4 di gennaio, scendendo quindi sotto la soglia di 50, che separa la fase di crescita dalla fase di contrazione. Secondo il report dell’Eurostat, il tasso di disoccupazione nella zona euro è sceso al tasso destagionalizzato del 10,3% dal 10,4% di dicembre. È il tasso più basso da agosto 2011. Gli analisti si aspettavano che il tasso si mantenesse stabile al 10,4% a gennaio.

Aggiornamento di mercato - 01 Marzo 2016

Gli investitori si sono liberati dei titoli azionari a febbraio dal momento che le quotazioni di queste ultime hanno toccato i minimi a cinque anni e hanno perso terreno per il quarto mese di fila sulla scia dei timori di una recessione globale e una conseguente diminuzione della propensione al rischio. I titoli azionari europei hanno aperto in ribasso lunedì seguendo i mercati cinesi e il prezzo del petrolio in continuo ribasso, anche se quest’ultimo è riuscito a non scendere sotto quota $32 al barile.

Analisi dei Mercati - 29 Febbraio 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato modesti guadagni dal momento che i leader del mondo della finanza hanno fornito un gran numero di commenti ma poche soluzioni specifiche di stimolo all’economia.

Analisi dei Mercati - 26 Febbraio 2016

I titoli azionari asiatici hanno perso terreno giovedì a causa delle oscillazioni del prezzo del petrolio e della flessione dei titoli azionari cinesi che ha riportato il nervosismo sui mercati insieme all’aumento della volatilità alla vigilia dell’incontro del G20 a Shanghai. I titoli azionari europei hanno aperto al rialzo giovedì dopo che il prezzo del petrolio aveva recuperato terreno nella serata di mercoledì e gli occhi degli investitori erano puntati sulla pubblicazione dei dati sull’inflazione dell’area euro che sarebbe stati resi noti più tardi in giornata. Wall Street ha recuperato giovedì grazie ai solidi dati provenienti dal comparto manifatturiero che hanno ridato fiato al mercato e offerto agli investitori l’opportunità di investire dopo settimane di elevata volatilità.

Analisi dei Mercati - 25 Febbraio 2016

Parlando al parlamento, il governatore della BOJ, Kuroda ha dichiarato che la BOJ non esiterà ad agire se la volatilità del mercato minaccerà i suoi tentativi di sconfiggere la deflazione, il che potrebbe tradursi in un ulteriore rafforzamento dello yen e in un nuove misure di allentamento della politica monetaria. Sulla stessa linea, il presidente della Buba, Jens Weidmann ha fatto riferimento alle prospettive positive per l’economia europea e ha sminuito l’ipotesi secondo cui la BCE potrebbe allentare ulteriormente la già accomodante politica monetaria.

Analisi dei Mercati - 24 Febbraio 2016

Secondo i commenti del Ministro del Commercio cinese durante una conferenza stampa di martedì, uno yuan più debole non ha avuto per la Cina un impatto diretto sulla crescita del commercio con l’estero. Lo yuan aveva perso terreno dopo che la PBC aveva stabilito un fixing più basso ossia pari a 6,5288 sul dollaro.

Analisi dei Mercati - 23 Febbraio 2016

I titoli azionari europei hanno aperto decisamente in rialzo lunedì sulla scia delle controparti asiatiche dal momento che un rimbalzo del prezzo del petrolio ha rilanciato la fiducia dei mercati e gli investitori erano in attesa della pubblicazione dei dati del comparto manifatturiero e dei servizi che sarebbero stati noti più tardi in giornata. I titoli azionari statunitensi hanno continuato il rally martedì dopo aver registrato la loro migliore settimana dallo scorso novembre, grazie alla ripresa del prezzo del greggio che ha aumentato la fiducia del mercato e grazie al fatto che gli investitori sono concentrati sulla possibile uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Analisi dei Mercati - 22 Febbraio 2016

Una pausa nel rally del petrolio di questa settimana ha fermato la corsa dei titoli azionari europei e ha spinto i rendimenti dei bund tedeschi sotto lo 0,20% venerdì dal momento che continuano le preoccupazioni sulle prospettive dell’economia globale. Il Dow e l’S&P500 hanno perso terreno venerdì mattina a causa di un nuovo scivolone dei prezzi del petrolio che ha trascinato anche i titoli dei comparti energetici e dei materiali; si sono riaccese le prospettive di un aumento dei tassi di interesse sulla scia della pubblicazione di dati che hanno sottolineato nuove tendenze inflazionistiche.

Analisi dei Mercati - 19 Febbraio 2016

Wall Street si è presa un po’ di respiro con gli investitori che hanno approfittato degli utili pubblicati da Wal-Mart e l’OCSE che ha tagliato le previsioni sulla crescita globale; questi fatti pesano sulla fiducia dei trader oltre al report VIA che ha posto un freno al rally del petrolio.

Analisi dei Mercati - 18 Febbraio 2016

La Banca Popolare cinese ha tagliato il tasso di riferimento dello 0,16% portandolo al minimo a un mese del 6,5237, sorprendendo anche alcuni analisti che avevano previsto un taglio minore sui tassi prima dell’incontro del G20 che si terrà settimana prossima. Nel Regno Unito, l’Ufficio nazionale di statistica ha annunciato che il tasso di disoccupazione è rimasto al 5,1% nei tre mesi fino a dicembre, deludendo le stime che avevano previsto un calo al 5%. I risultati economici potrebbero spingere la Banca d’Inghilterra a mantenere il tasso benchmark al minimo record dello 0,5% per ora.

Analisi dei Mercati - 17 Febbraio 2016

I titoli azionari a Tokyo hanno recuperato terreno martedì, seguiti da Sydney e Shanghai grazie all’aumento della fiducia dopo che la volatilità ha continuato a dominare i mercati di tutto il mondo.

Analisi dei Mercati - 16 Febbraio 2016

I titoli azionari hanno recuperato terreno lunedì mentre lo yen si è indebolito; negativa la borsa di Shanghai dopo la lunga festività cinese durata una settimana. I titoli azionari europei hanno aperto molto al rialzo lunedì sulla scia delle controparti asiatiche nonostante la pubblicazione di dati che hanno mostrato che le importazioni e le esportazioni cinesi sono diminuite molto più delle stime a gennaio. I mercati negli USA sono rimasti chiusi per la festività del President’s day.

Analisi dei Mercati - 15 Febbraio 2016

Dai mercati finanziari sta emergendo l’idea che le banche centrali non siano poi così in grado di rilanciare l’economia globale. Secondo i report, le banche europee stanno registrando una fase di crisi peggiore di quella della crisi finanziaria del 2008. I dati pubblicati venerdì hanno mostrato che il PIL tedesco è cresciuto dello 0,3% nell’ultimo trimestre, in linea con le attese e sullo stesso livello registrato nel trimestre precedente.

Analisi dei Mercati - 12 Febbraio 2016

La turbolenza ha continuato a caratterizzare i mercati finanziari di tutto il mondo giovedì dal momento che l’ipotesi che la Fed potrebbe ritardare l’aumento dei tassi di interesse sta facendo spostare gli investitori verso i beni rifugio più sicuri. I titoli azionari europei hanno aperto pesantemente in ribasso giovedì mentre l’incertezza in merito alla tempistica secondo cui Janet Yellen deciderà di alzare i tassi continua a pesare sui mercati azionari. Il dollaro ha toccato il minimo a 15 mesi sullo yen e l’oro ha sfiorato il suo massimo da maggio dal momento che l’avversione al rischio continua a dominare i mercati.

Analisi dei Mercati - 11 Febbraio 2016

I titoli della banca tedesca AG hanno toccato il massimo degli ultimi sette anni mentre il rischio di credito è diminuito e la principale banca tedesca sta prendendo in considerazione un riacquisto di obbligazioni per calmare le preoccupazioni degli investitori sulla solidità dei propri fondi, secondo quanto reso noto da una persona a conoscenza dei fatti.

Analisi dei Mercati - 10 Febbraio 2016

I titoli azionari cinesi hanno subito un duro colpo sulla borsa di Tokyo con gli investitori che continuano a chiedersi in quale direzione si muoverà la politica monetaria giapponese.

Analisi dei Mercati - 09 Febbraio 2016

Le riserve estere cinesi sono diminuite per il terzo mese consecutivo a gennaio toccando il minimo a quattro anni dal momento che la banca centrale nazionale ha deciso di vendere dollari per difendere lo yuan ed evitare un incremento dei flussi di capitali in uscita.

Analisi dei Mercati - 08 Febbraio 2016

La Cina, il principale paese consumatore di materie prime e protagonista dei più recenti timori finanziari, questa settimana pubblicherà dei dati che saranno guardati con molta attenzione dagli investitori per cogliere la forza della domanda della seconda economia mondiale, mentre negli USA i dati che saranno resi noti sulle vendite al dettaglio forniranno importanti indicazioni sulla fiducia dei consumatori.

Analisi dei Mercati - 05 Febbraio 2016

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti con Tokio in flessione ma con Sidney e Shanghai in rialzo mentre gli investitori sono in attesa dei dati sul mercato del lavoro alla fine della settimana. I mercati azionari europei hanno guadagnato terreno dopo l’apertura giovedì grazie alla ripresa registrata del prezzo del petrolio anche se restano i dubbi in merito a quando la Fed alzerà i tassi quest’anno.

Analisi dei Mercati - 04 Febbraio 2016

La Cina ha fissato per la prima volta in due decenni il suo obiettivo di crescita affermando che si espanderà ad un ritmo compreso tra il 6,5 e il 7% quest’anno, leggermente inferiore dell’obiettivo del 7% dell’anno scorso. Nella zona euro, i dati di mercoledì hanno mostrato che l’attività industriale è scesa al minimo a 4 mesi a gennaio, aggiungendo nuove pressioni sulla BCE affinché quest’ultima assuma nuove misure per rilanciare la crescita.

Analisi dei Mercati - 03 Febbraio 2016

Martedì la Banca Centrale Cinese ha fissato il cambio tra lo yuan e il dollaro a 6,5510, il fixing più elevato dal 6 gennaio quando un improvviso calo della valuta ha reso noto a livello mondiale che Pechino sta cercando di arrivare a un deprezzamento che renda competitiva la valuta cinese.

Analisi dei Mercati - 02 Febbraio 2016

Il prezzo del petrolio statunitense ha ceduto il 6% dopo che i deboli dati economici provenienti dalla Cina, il principale consumatore mondiale di greggio, hanno interrotto il rally di quattro giorni della settimana scorsa e da fonti OPEC è trapelato che potrebbe saltare l’incontro di emergenza per fermare la discesa del prezzo del petrolio.

Analisi dei Mercati - 01 Febbraio 2016

I titoli azionari mondiali hanno registrato andamenti positivi mentre lo yen ha perso terreno venerdì dopo che la Banca del Giappone ha deciso di portare in territorio negativo il tasso di interesse di riferimento per ridare slancio all’economia. I titoli azionari europei hanno aperto decisamente in rialzo venerdì grazie all’aumento del prezzo del petrolio e all’inaspettata decisione assunta dalla banca del Giappone di portare per la prima volta in territorio negativo i tassi di interessi. Anche Wall Street ha guadagnato terreno venerdì dopo che i deboli dati sul PIL hanno fatto salire le aspettative che la Fed decida di prendere tempo prima di decidere nuovi aumenti dei tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 29 Gennaio 2016

I titoli azionari statunitensi hanno aperto in rialzo grazie al forte rimbalzo del petrolio, un giorno dopo che la Fed ha fornito ben poche indicazioni in merito a quando rallenterà il ritmo dei futuri aumenti dei tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 28 Gennaio 2016

Il Premier cinese Li Kequiang si è difeso dall’ipotesi secondo cui il rallentamento dell’economia cinese starebbe colpendo la crescita economica mondiale e si è dichiarato fiducioso sul futuro sviluppo economico cinese.

Analisi dei Mercati - 27 Gennaio 2016

Valute: La coppia EURUSD si è mossa al ribasso tra $1,0877 e $1,0790. Il cross GBPUSD è stato scambiato al rialzo tra $1,4205 e $1,4359. USDJPY è stato scambiato al rialzo tra ¥117,55 e ¥118,81.

Analisi dei Mercati - 26 Gennaio 2016

Lunedi le Borse Asiatiche si sono rafforzate sostenute dalle speranze che una politica monetaria globale in genere più espansiva sostenesse la liquidità necessaria ai mercati azionari. Le Borse Europee Lunedi hanno aperto in ribasso, nonostante le crescenti aspettative di ulteriori misure di stimolo da parte della Banca Centrale Europea in quanto gli investitori hanno avuto un atteggiamento prudente in attesa di una relazione sul clima imprenditoriale tedesco attesa nel corso della sessione di negoziazione.

Analisi dei Mercati - 25 Gennaio 2016

I mercati asiatici si sono svegliati con delle buone notizie venerdì dal momento che i dati hanno mostrato un aumento dei prestiti nel mercato cinese anche se la disoccupazione nelle città è rimasta invariata al 4,05%, ben al di sotto degli obiettivi del governo. La maggior parte degli economisti è convinta comunque che il tasso di disoccupazione in Cina sia più elevato.

Analisi dei Mercati - 22 Gennaio 2016

I titoli azionari asiatici e il dollaro hanno ceduto terreno giovedì sulla scia della continua flessione del prezzo del petrolio nonostante per i titoli azionari europei sono previste aperture in rialzo. I titoli europei hanno registrato una modesta ripresa giovedì dopo due giorni in cui sono stati bruciati sulle borse mondiali miliardi di dollari.

Analisi dei Mercati - 21 Gennaio 2016

I volatili mercati azionari cinesi hanno perso più dell’1% mercoledì nonostante le voci di un imminente stimolo economico stiano fornendo un certo sostegno rispetto al nuovo calo del prezzo del petrolio che ha colpito le borse mondiali.

Analisi dei Mercati - 20 Gennaio 2016

L’economia cinese è cresciuta del 6,8% nel quarto trimestre rispetto all’anno scorso, soddisfacendo le aspettative anche se è il dato più basso dall’inizio della crisi finanziaria; questo dato ha imposto pressioni su Pechino affinché vengano aumentate le misure di sostegno e si allontanino le paure e il panico tra gli investitori.

Analisi dei Mercati - 19 Gennaio 2016

La Banca centrale cinese ha reso noto lunedì che sta per costituire una riserva obbligatoria sui depositi interni delle banche offshore, una mossa volta a dissuadere gli speculatori offshore dallo scommettere che la valuta continuerà a scendere.

Analisi dei Mercati - 18 Gennaio 2016

I titoli azionari cinesi sono piombati in una fase di mercato ribassista per la seconda volta in sette mesi, nonostante i tentativi di salvataggio messi in atto dal governo per rilanciare la fiducia nei mercati e quindi l’economia del paese.

Analisi dei Mercati - 15 Gennaio 2016

La BCE ha deciso di abbassare il tasso di deposito di 0,1 punti percentuali al livello di meno 0,3%. La BCE ha inoltre esteso la data di fine dei propri acquisti di asset nel suo programma di stimolo dell’economia di sei mesi fino ad almeno marzo 2017, provvedimento che ha deluso gli investitori di tutto il mondo. La Banca d'Inghilterra ha mantenuto invariato il suo tasso di interesse di riferimento ed ha annunciato che non vi sarà alcuna modifica al proprio programma di acquisto di strumenti finanziari, ciò è stato detto Giovedi. La BOE ha dichiarato che stava tenendo il tasso di interesse di riferimento allo 0,50%, in accordo ad una mossa ampiamente prevista.

Market Review

Asian shares mostly gained on Wednesday as China surprised markets with better than expected trade data that saw an unexpected gain in exports. European stocks opened sharply higher on Wednesday, as concerns over volatility in Asian continued to ease and oil prices regained some ground. U.S. stocks opened higher on Wednesday as crude oil prices finally rose on positive Chinese trade data that allayed concerns about the health of the world's second-biggest economy.

Analisi dei Mercati - 13 Gennaio 2016

Il prezzo del greggio è rimasto stabile intorno ai $30,1086 al barile, recuperando leggermente grazie al fatto che gli investitori hanno messo a segno dei guadagni quando il petrolio era sceso al minimo a 12 anni a causa dei timori sull’eccesso di offerta e l'indebolimento della domanda cinese che ha reso sempre più verosimile lo spettro della bancarotta per una buona parte del comparto petrolifero statunitense. Goldman Sachs si aspetta che ci sarà un buyback pari a $64 miliardi nel tentativo di salvare i titoli azionari giapponesi.

Analisi dei Mercati - 12 Gennaio 2016

Continuano le preoccupazioni in merito al rallentamento della crescita in Cina. Mentre gli investitori si aspettavano che la banca centrale permettesse che lo yuan scendesse ulteriormente dopo il deprezzamento del 4,5% subito l’anno scorso, la rapida svalutazione avvenuta settimana scorsa ha fatto crescere le paure secondo cui la secondo economia mondiale starebbe crescendo ancora più lentamente delle attese.

Analisi dei Mercati - 11 Gennaio 2016

I titoli azionari statunitensi hanno continuato a oscillare in una giornata di trading molto altalenante oggi con gli investitori incerti tra gli effetti dei movimenti del prezzo del petrolio e i buoni dati sulla crescita dei posti di lavoro provenienti dagli USA. Il prezzo del petrolio è scivolato sotto i 33$ al barile – il livello più basso toccato negli ultimi 10 anni. Il prezzo ha perso circa il 70% da metà 2014.

Analisi dei Mercati - 08 Gennaio 2016

Le riserve estere cinesi hanno registrato il peggior calo mensile storico a dicembre, scendendo al livello più basso degli ultimi tre anni sulla scia dell’aumento delle preoccupazioni sul rallentamento della crescita della seconda principale economia mondiale. I dati provenienti dalla Banca Centrale cinese di giovedì mostrano che le riserve estere sono diminuite di $107,9 miliardi a dicembre, la peggiore flessione mensile dopo esser già diminuite di 87 miliardi di dollari a novembre.

Analisi dei Mercati - 07 Gennaio 2016

I titoli azionari asiatici hanno ceduto terreno mercoledì così come la maggior parte delle valute dei paesi emergenti dopo che la Cina ha deciso di indebolire ulteriormente lo yuan confermando i timori sul rallentamento dell’economia cinese mentre un test nucleare nordcoreano ha esacerbato le tensioni geopolitiche. In negativo anche i titoli azionari europei dopo che la Corea del Nord ha dichiarato di aver condotto con successo un test nucleare e mentre aumentano le tensioni tra l’Arabia Saudita e l’Iran.

Analisi dei Mercati - 06 Gennaio 2016

La Banca centrale cinese ha iniettato quasi 20 miliardi di dollari nei mercati monetari, la principale iniezione di liquidità da settembre e i trader sospettano che stia utilizzando anche le banche statali per rilanciare lo yuan. In una situazione simile a quella in cui si trovò la Fed quando decise di ridurre il suo programma di stimolo all’economia, Pechino sta provando a mettere in campo ampie misure di salvataggio del mercato continuando allo stesso tempo con le riforme per permettere ai mercati di avere maggiore influenza nel determinare il valore dello yuan.

Analisi dei Mercati - 05 Gennaio 2016

Il peggiore inizio d’anno per i titoli azionari cinesi che ha portato alla sospensione delle contrattazioni per più di 7 mila miliardi di dollari di titoli azionari, future, opzioni, mettendo alla prova i nuovi circuit breaker del mercato nel loro primo giorno di negoziazione.

Analisi dei Mercati - 04 Gennaio 2016

I mercati azionari asiatici hanno chiuso giovedì un anno caratterizzato da elevata volatilità con il prezzo del petrolio che ha continuato a scendere minando la fiducia degli investitori e tracciando un trend pessimista che potrebbe influenzare anche il 2016. Gli indici azionari americani hanno perso terreno giovedì mattina con l’S&P 500 che è scivolato in territorio negativo a causa del pesante calo per il secondo anno di seguito del greggio. L’andamento delle materie prime ha spinto al ribasso i mercati mondiali dal momento che il petrolio è stato colpito da un eccesso di offerta globale che potrebbe continuare anche nel 2016.

Analisi dei Mercati - 30 Dicembre 2015

La Banca Centrale Cinese manterrà sostanzialmente stabile lo yuan continuando al contempo a portare avanti le riforme al fine di migliorare il regime valutario, ha reso noto in un suo annuncio in cui ha sintetizzato il suo incontro del quarto trimestre sulla politica monetaria.

Analisi dei Mercati - 29 Dicembre 2015

I titoli azionari mondiali sono stati caratterizzati dal segno negativo oggi, spinti al ribasso da un’altra flessione del prezzo del petrolio e dalle preoccupazioni sulla crescita dell’economia cinese, mentre le festività nei diversi mercati hanno fatto diminuire i volumi di trading. Si prevede che i volumi di trading restino ridotti per tutta la settimana aumentando nel contempo la volatilità dei mercati.

Analisi dei Mercati - 28 Dicembre 2015

Il Gabinetto giapponese ha approvato giovedì un bilancio straordinario della difesa al fine di assicurare la sicurezza delle acque e dei cieli intorno alla nazione nipponica in considerazione anche della posizione sempre più militarmente assertiva assunta dalla Cina. Il pacchetto di spesa da 5,1 mila miliardi di yen ($42 miliardi) a iniziare da aprile rappresenta un incremento dell’1,5% rispetto all’anno fiscale corrente che segna il quarto aumento consecutivo sotto l’amministrazione del primo ministro Shinzo Abe.

Analisi dei Mercati - 23 Dicembre 2015

L’economia statunitense è cresciuta ad un tasso annuo rivisto del 2% nel terzo trimestre, sostenuta dalla spesa al consumo e dalle aziende che hanno cercato di vendere ai clienti oltreoceano prostrati dalla crescita stagnante. Gli speculatori petroliferi stanno acquistando opzioni che pagheranno solo se il greggio scendesse l’anno prossimo ai 15 dollari al barile, segnale che significa che alcuni investitori si aspettano che i prezzi dell’energia continueranno a scendere.

Analisi dei Mercati - 22 Dicembre 2015

I leader cinesi hanno reso noto che adotteranno nuovi provvedimenti per sostenere la crescita, compreso un ampliamento del deficit fiscale e una manovra di stimolo del mercato immobiliare per cercare di frenare la recessione economica.

Analisi dei Mercati - 21 Dicembre 2015

I titoli azionari asiatici hanno risentito dell’andamento di Wall Street e hanno perso terreno venerdì; i titoli giapponesi sono tornati in territorio negativo dopo essere rimbalzati sulla scia dell’annuncio della Banca centrale americana che vorrebbe espandere il suo programma di stimolo all’economia. I titoli azionari europei hanno aperto in ribasso venerdì mentre i mercati hanno preso una pausa dopo il forte rally della sessione precedente in cui la Fed aveva preso la decisione di alzare i tassi. Gli indici azionari europei statunitensi hanno perso terreno nelle prime ore della mattina di venerdì, mentre il prezzo del greggio ha registrato la sua terza settimana consecutiva in perdita a causa delle preoccupazioni sull’eccesso di offerta.

Market Review

Global stock markets rallied, after the Federal Reserve raised interest rates for the first time in nearly a decade, confirming optimism over the strength of the U.S. economy.

Analisi dei Mercati - 17 Dicembre 2015

L’inflazione sui prezzi al consumo nell’eurozona è stata inaspettatamente rivista al rialzo a novembre, facendo così aumentare le preoccupazioni in merito alle pressioni deflazionistiche, secondo quanto riportato mercoledì dai dati ufficiali. In un report, l’Eurostat ha reso noto che l’inflazione sui prezzi al consumo è salita ad un tasso annuo destagionalizzato pari allo 0,2% lo scorso mese, in rialzo rispetto alla stima preliminare dello 0,1%.

Analisi dei Mercati - 16 Dicembre 2015

Il dollaro ha recuperato terreno oggi sulle altre principali valute, sostenuto dalla pubblicazione dei positivi report economici e in attesa della decisione di domani largamente anticipata della Fed.

Analisi dei Mercati - 15 Dicembre 2015

I titoli azionari statunitensi hanno registrato pochi cambiamenti in una giornata di trading volatile, due giorni prima dell‘atteso aumento dei tassi di interessi e con il prezzo del petrolio rimasto stabile dopo essere sceso fino a toccare il minimo a 11 anni. Mentre il petrolio scende sotto i 35 dollari al barile a New York, alcuni produttori stanno già imparando a convivere con un realtà caratterizzata da prezzi molto bassi. La Fed ha aperto martedì l’incontro che durerà due giorni sulla sua politica monetaria durante il quale è previsto alzerà i tassi di interesse per la prima volta dopo quasi un decennio.

Analisi dei Mercati - 14 Dicembre 2015

I titoli azionari asiatici hanno registrato delle pesanti perdite nel corso della settimana con le azioni che hanno continuato a oscillare, il prezzo del greggio in caduta libera e lo yuan cinese che è arrivato a toccare quasi il minimo a 4 anni e mezzo; tutto ciò si è aggiunto alle preoccupazioni di una crescita globale in recessione.

Analisi dei Mercati - 11 Dicembre 2015

I titoli azionari asiatici hanno registrato andamenti contrastanti con Sidney e Tokio in flessione mentre gli investitori restano in attesa della decisione sui tassi che assumerà la Fed settimana prossima. La BOE ha mantenuto invariato il tasso di interesse e ha annunciato che non apporterà alcuna modifica al suo programma sul sistema di acquisto di attivi. Nel frattempo, i mercati azionari europei hanno registrato andamenti negativi. Wall Street ha vanificato alcuni dei guadagni a causa del fatto che il prezzo del greggio ha ceduto terreno giovedì ma è rimasto comunque in territorio positivo mentre gli investitori aspettano di cogliere occasioni in attesa della decisione largamente anticipata della Fed che assumerà settimana prossima.

Analisi dei Mercati - 10 Dicembre 2015

L’inflazione dei prezzi al consumo è salita in Cina il mese scorso. L’Ufficio Nazionale di Statistica ha reso noto che l’indice dei prezzi al consumo in Cina è salito dell’1,5% a novembre rispetto all’anno precedente, leggermente meglio di quanto previsto dagli economisti che si aspettavano un incremento dell’1,4% dopo l’aumento dell’1,3% registrato a ottobre.

Analisi dei Mercati - 09 Dicembre 2015

L’atmosfera è pesante in Asia dove continua a pesare la questione petrolifera. I titoli azionari giapponesi hanno perso circa l’1% nonostante il dato sul PIL migliore delle previsioni, mentre l’Hang Seng ha ceduto l’1,34% scendendo a 21.905 punti. I titoli azionari europei hanno registrato andamenti negativi martedì con la flessione dei titoli petroliferi che continua a pesare sui titoli legati all’energia nonostante i recenti commenti del presidente della BCE, Draghi abbiano cercato di sostenere i mercati. La produzione manifatturiera nel Regno Unito è diminuita più del previsto a ottobre, abbassando l’ottimismo sulle prospettive economiche del paese. Anche Wall Street ha perso terreno martedì con i prezzi del petrolio rimasti stabili ma vicino ai minimi a sette anni mentre i deboli dati sull’industria cinese stanno rinforzando i timori di una nuova fase di recessione economica.

Analisi dei Mercati - 09 Dicembre 2015

Oggi Wall Street ha ceduto terreno con i titoli energetici e le materie prime in flessione e con i prezzi del petrolio che hanno toccato il livello più basso degli ultimi sette anni sulla scia delle speculazioni secondo cui l’eccesso di offerta globale potrebbe essere prolungata dopo che l’OPEC ha effettivamente abbandonato la sua strategia di lungo periodo di limitazione della produzione al fine di controllare i prezzi. Ne è risultato un rafforzamento del dollaro che ha reso più costoso mantenere posizioni sul petrolio. Il positivo report di novembre sulla disoccupazione ha mostrato che l’economia era forte abbastanza da assorbire l’aumento dei tassi di interesse, decisione largamente anticipata che la Fed assumerà il 15/16 dicembre in occasione del suo prossimo incontro.

Analisi dei Mercati - 07 Dicembre 2015

Il totale delle retribuzioni da lavoro in Giappone è cresciuta ad un ritmo più veloce del previsto a ottobre come mostrato venerdì dal report preliminare del Ministro della Salute, del Welfare e del Lavoro. Le retribuzioni lorde sono salite dello 0,7% su base annua a ottobre, meglio dell’incremento dello 0,4% del mese precedente, che era stato rivisto al ribasso dallo 0,6%. Gli ordinativi all’industria in Germania sono cresciuti per la prima volta dopo quattro mesi a ottobre grazie alle forti richieste di capitali e beni di consumo; la Bundesbank ha mantenuto inalterate le sue prospettive di crescita per l’economia dal momento che si prevede che le esportazioni si riprenderanno nei prossimi mesi. Gli ordinativi all’industria sono aumentati ad un tasso destagionalizzato e corretto per i giorni lavorativi pari all’1,8% de settembre, mentre le previsioni erano dell’1,2%.

Analisi dei Mercati - 04 Dicembre 2015

I titoli asiatici sono scivolati mentre il dollaro si è rafforzato giovedì dopo che i commenti del Presidente della Fed, Janet Yellen hanno rinforzato l’ipotesi che questo mese si deciderà l’aumento dei tassi di interesse. La BCE ha portato il suo tasso di deposito ulteriormente in territorio negativo giovedì, nel tentativo di rilanciare l’inflazione nella zona euro, secondo quanto annunciato giovedì. I titoli azionari statunitensi hanno perso pesantemente terreno dal momento che il minimo taglio e l’aumento delle misure di stimolo da parte della BCE non sono state in grado di impressionare gli investitori.

Analisi dei Mercati - 03 Dicembre 2015

L'indice Nikkei ha perso terreno in una seduta caratterizzata da bassi volumi con gli investitori che stanno evitando di investire nei titoli ciclici in attesa dei grandi eventi di questa settimana, quali il meeting della BCE in Europa e la pubblicazione dei dati sul lavoro negli USA.

Analisi dei Mercati - 02 Dicembre 2015

L’indice PMI cinese, che misura l’attività delle grandi società, è sceso al punto più basso da agosto 2012. Il risultato di 49,6 segna un’ulteriore flessione dal 49,8 segnato a ottobre e il quarto mese in cui l’indice PMI è in territorio negativo, secondo quanto riportato dai media governativi. In un report, l’Eurostat che reso noto che il tasso di disoccupazione dell’eurozona è sceso ad un tasso annuo destagionalizzato del 10,7 a ottobre dal 10,8% del mese precedente. Questo è il tasso più basso registrato nell’area euro dal gennaio del 2012. Nella principale economia europea, la disoccupazione è scesa al livello più basso dalla riunificazione del 1990.

Analisi dei Mercati - 01 Dicembre 2015

I titoli azionari asiatici hanno perso terreno oggi mentre le azioni cinesi hanno esteso le pesanti perdite di settimana scorsa e lo yuan è rimbalzato in una sessione di trading volatile in attesa della decisione del FMI se promuovere la valuta cinese a un paniere di valute di riserva globali. L’indice MSCI dei titoli dell’Asia Pacifico escluso il Giappone ha ceduto lo 0,7% e sta per chiudere il mese di novembre in flessione del 2,7%, dopo avere registrato i primo guadagni dopo 6 mesi a ottobre. I titoli azionari statunitensi hanno aperto leggermente al rialzo con gli investitori che sono entrati in una pesante settimana di dati economici conclusa con la pubblicazione del report sul mercato del lavoro di novembre.

Analisi dei Mercati - 30 Novembre 2015

Valute: La coppia EURUSD ha perso terreno il giorno successivo al giorno del Ringraziamento, mentre i trader stanno già guardando all’incontro di settimana prossima della BCE per cogliere nuovi segnali della potenziale divergenza tra le politiche monetarie degli USA e dell’eurozona. La coppia ha oscillato tra 1,0596 e 1,0638 prima di stabilizzarsi a quota 1,0596, in flessione di 0,0015 ossia dello 0,15%.

Analisi dei Mercati - 27 Novembre 2015

Valute: L’euro è sceso al minimo a sette mesi sul dollaro e lo yen mentre gli investitori stanno speculando sull’ipotesi che la BCE aumenterà le sue misure di stimolo quando si incontrerà settimana prossima. Il dollaro è rimasto intorno ai massimi a otto mesi sulle principali valute giovedì, mentre i volumi di trading sono rimasti esigui a causa del fatto che il mercato statunitense era chiuso per il giorno del Ringraziamento. La coppia EURUSD si è mossa tra $1,0628 e $1,0600. GBPUSD è stata scambiata al ribasso, tra $1,5131 e 1,5066. USDJPY è stato scambiato leggermente al ribasso tra ¥122,75 e 122,50. USDCAD è scambiato tra $1,3284 e $1,3324.

Analisi dei Mercati - 26 Novembre 2015

I disordini nei mercati finanziari e la svalutazione dello yuan in Cina, la seconda principale economia mondiale, hanno aumentato la vulnerabilità degli altri mercati emergenti. La BCE ha messo in guardia dal rapido riprezzamento dei premi di rischio globale, in particolare nei mercati emergenti, soprattutto nel caso in cui la Fed decidesse di aumentare i tassi di interesse più velocemente di quanto anticipato. La BCE sta prendendo in considerazione se sia necessario espandere ulteriormente lo stimolo monetario nell’area euro per contrastare la stagnazione dei prezzi al consumo.

Analisi dei Mercati - 25 Novembre 2015

In Cina l’indice PMI manifatturiero è sceso a 42,4 a novembre dal 43,3 di ottobre, mentre la lettura della componente non manifatturiera è diminuita a 42,9 dal 44,2, secondo i report compilati congiuntamente da China Minsheng Banking Corp. e China Academy of New Supply-side Economics. Risultati inferiori a 50 sono segnale di un peggioramento delle condizioni. L’indice di fiducia tedesco a novembre è migliorato portandosi al suo livello più alto da novembre 2014, rilanciando l’ottimismo sulla salute della principale economia della zona euro, secondo i dati mostrati martedì. L’Ifo ha reso noto che l’Indice della Fiducia alle Imprese è salito ad un tasso annuo destagionalizzato pari a 109,00 questo mese dal 108,2 di ottobre, superando le previsioni (108,2).

Analisi dei Mercati - 24 Novembre 2015

Il dollaro è salito al massimo a 8 mesi lunedì sulla scia della aspettative secondo cui la Fed alzerà i tassi il mese prossimo spingendo al ribasso il prezzo di rame, oro e altri metalli. Il rialzo del dollaro potrebbe scoraggiare i produttori a tagliare le forniture nonostante la debole domanda pesi sui prezzi dei metalli.

Analisi dei Mercati - 23 Novembre 2015

Venerdì Wall Street si è avviata a chiudere la sua migliore settimana dell’ultimo mese, con le azioni dei comparti salute e consumi in netto rialzo e gli investitori in attesa del tanto agognato aumento dei tassi di interesse. I titoli azionari mondiali hanno registrato la migliore settimana dell’ultimo mese venerdì nonostante i timori sulla crescita globale abbiano colpito il mercato dei metalli con il rame che ha toccato il livello più basso dal 2009 e il nickel dal 2003. I titoli europei hanno guadagnato terreno vicini ai massimi a tre mesi con il titolo svizzero OC Oerlikon che ha dominato il rialzo dei mercati grazie all’accordo per la vendita della tecnologia del vuoto.

Analisi dei Mercati - 18 Novembre 2015

Il Dipartimento del Commercio statunitense ha reso noto che i prezzi al consumo sono aumentati dello 0,2% il mese scorso, in linea con le previsioni e dopo la flessione dello 0,2% a settembre. A livello annuo, i prezzi al consumo sono saliti dello 0,2% rispetto all’anno precedente, mentre le previsioni erano di un incremento dello 0,1%. I prezzi al consumo core, che escludono i costi di cibo ed energia, sono aumentati dello 0,2% in linea con le stime. Un altro report ha mostrato che la produzione industriale statunitense è diminuita dello 0,2% il mese scorso deludendo le aspettative (incremento dello 0,1%). La produzione industriale era scesa dello 0,2% a settembre.

Analisi dei Mercati - 17 Novembre 2015

I terribili eventi di venerdì e le scosse secondarie hanno minacciato la crescita economica e i mercati ne hanno risentito muovendosi al ribasso. Il dollaro ha guadagnato terreno e i mercati azionari statunitensi ed europei hanno recuperato un poco oggi dal momento ma gli analisti dicono che gli episodi di venerdì di Parigi avranno un impatto limitato sull’economia mondiale.

Analisi dei Mercati - 16 Novembre 2015

Il mercato è dominato dall’aumento delle forniture di greggio dal momento che il prezzo del petrolio è sceso ai minimi a due mesi con le scorte nei paesi sviluppati che hanno raggiunti livelli record e le forniture di petrolio negli USA che stanno continuando a crescere. Gli indici azionari statunitensi hanno perso pesantemente terreno venerdì trascinati al ribasso dai titoli delle vendite al dettaglio e tecnologici dopo che le deludenti previsioni di Cisco e delle catene di grandi magazzini hanno sollevato i timori di un indebolimento della domanda prima della stagione dello shopping natalizio.

Analisi dei Mercati - 13 Novembre 2015

Oggi sui mercati è stata una giornata particolarmente interessante con molte comunicazioni da parte del Presidente della Bce Mario Draghi e del Presidente della Fed Yellen. Inoltre sul tardi durante la sessione ci sono anche stati alcuni interventi dei membri della Fed Dudley e Fischer. I funzionari della Federal Reserve si sono allineati al concetto fondamentale di un probabile rialzo a Dicembre del tasso di interesse sostenuto dal banchiere centrale affermando che il rischio di aspettare troppo a lungo era ormai sostanzialmente in equilibrio con il rischio di intervenire troppo presto per normalizzare i tassi dopo che per sette anni erano stati prossimi allo zero.

Analisi dei Mercati - 12 Novembre 2015

Le famiglie cinesi si sono scrollate di dosso i timori di un rallentamento dell’economia grazie al fatto che a ottobre le vendite al dettaglio sono salite dell’11% - il maggiore incremento registrato quest’anno che va oltre le stime. I dati rilasciati mercoledì dall’Ufficio cinese di Statistiche dicono che l’espansione è stata agevolata dalla forte vendita di telefoni cellulari, forniture edilizie e prodotti per la casa. Tuttavia, la produzione industriale nella seconda principale economia mondiale è cresciuta ad un tasso del 5,6% ad ottobre, meno del 5,7% registrato a settembre, mentre gli economisti si aspettavano un risultato pari al 5,8%. Il presidente della BCE ha elogiato la recente cooperazione tra la BCE e la BOE, nata per promuovere e riproporre l’uso di titoli garantiti da attività, come esempio di arbitraggio normativo transfrontaliero a vantaggio di entrambe di parti.

Analisi dei Mercati - 11 Novembre 2015

Il prezzo dei beni importati dagli USA è diminuito a ottobre sulla scia della flessione del prezzo del petrolio e di una serie di altre merci, fornendo l’indicazione che il rafforzamento del dollaro e l’allentamento della domanda globale esercitano pressioni al ribasso sui beni importati. Altri dati pubblicati martedì hanno mostrato a sorpresa un incremento nelle scorte all’ingrosso a settembre, segno che il rallentamento della crescita economica nel terzo trimestre non è stato così repentino come inizialmente creduto. Il Dipartimento del lavoro ha reso noto che il prezzo dei beni importati è diminuito dello 0,5% il mese scorso dopo essere già sceso dello 0,6% a settembre. Il prezzo delle importazioni è sceso negli ultimi 14 su 16 mesi. Il prezzo del petrolio importato è sceso del 2,1% dopo essere sceso del 6% a settembre. Le scorte all’ingrosso negli USA sono salite più del previsto a settembre, secondo i dati ufficiali mostrati martedì. In un report, il Dipartimento del Commercio statunitense ha dichiarato che le scorte all’ingrosso sono aumentate ad un tasso annuo destagionalizzato pari allo 0,5%, al di sopra delle previsioni (incremento dello 0,1%).

Analisi dei Mercati - 10 Novembre 2015

Gli investitori continuano a reagire al report positivo sull’occupazione negli USA pubblicato settimana scorsa quando il Dipartimento del Lavoro ha reso noto che gli occupati del settore non agricolo sono aumentati di 271.000 unità ossia sotto le previsioni che erano pari a 190.000. In Cina le importazioni sono scese del 18,8% a ottobre sulla scia di un calo della domanda. Nonostante la pesante flessione degli ultimi 12 mesi, le perdite nel comparto non sono state così gravi come a settembre quando le importazioni cinesi erano scese del 20,4% su base annua. Le materie prime denominate in dollari come l’oro sono diventate più care per gli acquisti esteri a causa del rincaro del biglietto verde.

Analisi dei Mercati - 09 Novembre 2015

Il dollaro ha toccato il massimo a tre mesi venerdì e i titoli azionari mondiali hanno registrato la loro quinta settimana in rialzo su sei, prima della pubblicazione dei dati sul mercato del lavoro negli USA che potrebbe spingere la Fed a decidere si alzare i tassi di interesse dopo quasi un decennio.

Analisi dei Mercati - 06 Novembre 2015

In Europa giovedì i dati ufficiali hanno mostrato che in Germania gli ordinativi sono scesi dell’1,7% a settembre, deludendo le stime che parlavano di un incremento dell’1%, dopo una flessione dell’1,8% del mese precedente.

Analisi dei Mercati - 05 Novembre 2015

Il Presidente della Fed, Janet Yellen, mercoledì ha accennato al possibile “lift-off”, ossia al decollo dei tassi di interesse per dicembre, ma ha anche precisato che i tassi si alzeranno solo lentamente in modo da alimentare la ripresa dell’economia statunitense. Il report ADP sull’Occupazione ha mostrato che gli occupati del settore privato sono aumentati di 182.000 unità il mese scorso dai 190.000 di settembre.

Analisi dei Mercati - 04 Novembre 2015

Nel mese di Settembre i nuovi ordini per la produzione negli Stati Uniti sono diminuiti per il secondo mese consecutivo in quanto il settore manifatturiero continua a lottare sotto il peso di un Dollaro forte e dei profondi tagli alla spesa da parte delle imprese energetiche. Tuttavia, nel mese di Settembre la produzione di autoveicoli ha continuato a rimanere una nota positiva perchè gli ordini sono aumentati. Questa tendenza probabilmente continuerà, mostrando Martedì i primi rapporti che le vendite di automobili sono sulla buona strada per raggiungere il massimo in 14 anni.

Analisi dei Mercati - 03 Novembre 2015

Le banche hanno abbassato le condizioni del credito per i prestiti ipotecari negli USA nel terzo trimestre e ciò renderà più facile alla famiglie ottenere carte di credito e prestiti per acquistare automobili, secondo quanto previsto da un’indagine sul credito rilasciata lunedì dalla Fed.

Analisi dei Mercati - 02 Novembre 2015

L’Eurostat, l'organismo di analisi statistiche dell’UE, ha reso noto venerdì che il tasso di inflazione annuo nella zona euro è rimasto invariato a settembre rispetto alle stime che si aspettavano un aumento dello 0,1%, dopo la flessione dello 0,1% registrata il mese scorso. I dati hanno inoltre mostrato che il tasso di disoccupazione nella zona euro è sceso al 10,8% il mese scorso rispetto al 10,9% di agosto, il cui dato era stato rivisto dalla stima precedente pari all'11%. Gli analisti avevano previsto che il tasso di disoccupazione rimanesse all’11% a settembre.

Analisi dei Mercati - 30 Ottobre 2015

I mercati azionari di tutto il mondo si sono indeboliti ed i rendimenti obbligazionari sono saliti perché gli investitori hanno valutato le implicazioni che un rialzo del tasso di interesse degli Stati Uniti entro la fine dell'anno potrebbe avere per l'economia ed i mercati globali. La Federal Reserve, che ha mantenuto i suoi tassi fermi come previsto Mercoledì, ha preso l'insolita iniziativa di rafforzare il proprio linguaggio sulle tempistiche nella sua dichiarazione, chiarendo che un aumento del tasso a Dicembre potrebbe ancora essere possibile.

Analisi dei Mercati - 29 Ottobre 2015

Giornata molto interessante oggi con gli investitori in trepidante attesa della decisione della Fed sui tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 26 Ottobre 2015

La banca centrale cinese ha tagliato venerdì i tassi di interesse per la sesta volta da novembre nel tentativo di ridare slancio all’economia. L’allentamento della politica monetaria cinese è al suo livello più elevato dalla crisi finanziaria globale del 2008/2009 e ciò sottolinea le preoccupazioni di Pechino sullo stato di salute della seconda più grande economia mondiale.

Analisi dei Mercati - 23 Ottobre 2015

Le autorità cinesi stanno decidendo in merito a un possibile allentamento del finanziamento del mercato grigio. Il finanziamento a margine attuale in Cina è salito al 5,6% dall’inizio del mese e sembra aver toccato il fondo. La BCE ha reso noto che manterrà invariato il tasso di interesse al minimo record pari allo 0,05%, in linea con le aspettative del mercato. La banca centrale ha inoltre mantenuto il tasso dei prestiti a margine allo 0,30% e ha mantenuto il tasso di deposito invariato a -0,20%. Giovedì, durante la mattinata, i dati hanno mostrato che il tasso di disoccupazione in Spagna è sceso al 21,18% nel terzo trimestre dal 22,37% dei tre mesi precedenti.

Analisi dei Mercati - 22 Ottobre 2015

La crescita delle esportazioni annuali in Giappone è diminuita drasticamente a settembre a causa della flessione delle vendite alla Cina che ha colpito il volume delle spedizioni facendo aumentare i timori che la debole domanda proveniente da oltreoceano possa spingere l’economia verso la recessione. I dati del Ministro delle Finanze mostrano che le esportazioni sono salite solo dello 0,6% a settembre, rispetto al 3,4% atteso dagli economisti. Gli investitori sono in attesa dell’incontro della BCE che si terrà giovedì, tra le speculazioni secondo cui la banca centrale potrebbe aumentare il suo programma di stimolo.

Analisi dei Mercati - 21 Ottobre 2015

Wall Street ha perso leggermente terreno martedì sulla scia della flessione subita dai titoli biotech e della salute contrastata dai guadagni dei titoli di Verizon e United Technologies. Di fronte alla diminuzione dei ricavi, il mercato è preoccupato per i prossimi risultati trimestrali e tutti sperano in una nuova ripresa degli utili societari.

Analisi dei Mercati - 20 Ottobre 2015

I mercati statunitensi sono scivolati lunedì dopo la pubblicazione dei modesti risultati trimestrali di Morgan Stanley che hanno acuito le preoccupazioni sulla salute della più importante banca a livello mondiale, mentre altri dati hanno mostrato che la debolezza della crescita economica cinese sta spingendo al ribasso i prezzi petroliferi. I mercati azionari europei hanno chiuso in leggero rialzo, grazie ai risultati positivi pubblicati dalla Deutsche Bank e dai titoli del comparto farmaceutico, nonostante i risultati provenienti da Morgan Stanley abbiano eroso parte dei guadagni.

Analisi dei Mercati - 19 Ottobre 2015

La fiducia dei consumatori è cresciuta più delle stime ad ottobre grazie all’accelerazione dei previsti aumenti salariali degli americani a più basso reddito e alla flessione dei prezzi dell’energia. Il reddito della fascia più bassa di popolazione dovrebbe toccare durante il prossimo anno il livello più elevato degli ultimi 10 anni e la bassa inflazione insieme ai costi contenuti dei prestiti dovrebbe favorire l’acquisto dei prodotti più costosi. La stabilizzazione nei mercati finanziari sta inoltre facendo allentare le preoccupazioni in merito al rallentamento della crescita dei paesi oltreoceano.

Analisi dei Mercati - 16 Ottobre 2015

Il dollaro si è rafforzato grazie ai dati migliori delle previsioni sull’inflazione sottostante a livello nazionale; i titoli azionari statunitensi sono stati spinti al rialzo dai diversi report positivi sul settore finanziario e sulle retribuzioni bancarie. I titoli azionari asiatici hanno guadagnato terreno oggi con gli investitori in attesa dei dati provenienti dagli USA sui prezzi al consumo e il miglioramento della fiducia grazie al continuo alleggerimento delle politiche monetarie.

Analisi dei Mercati - 15 Ottobre 2015

I deludenti dati cinesi hanno provocato un selloff oggi nel mercato asiatico. L’indice dei prezzi al consumo in Cina è salito dell’1,6% a settembre dall’anno precedente, mentre le previsioni erano pari all’1,8%. I prezzi alla produzione sono scesi del 5,9% su base annuale a settembre, facendo registrare così il quarantatreesino mese consecutivo di deflazione. L’indice della media delle retribuzioni nel Regno Unito è aumentato meno del previsto nei tre mesi prima di agosto, facendo diminuire la possibilità di un aumento dei tassi di interesse. Il tasso di disoccupazione è sceso al livello più basso dalla metà del 2008, sottolineando l’ottimismo in merito alla salute del mercato del lavoro britannico.

Analisi dei Mercati - 14 Ottobre 2015

Una buona parte dei titoli azionari dei principali mercati ha perso terreno dopo che i dati commerciali cinesi hanno confermato l’idea secondo cui la seconda principale economia mondiale sarebbe in una fase di flessione mentre i future sul greggio si muovono al ribasso dopo i precedenti guadagni. La richiesta di yen, considerato una valuta rifugio, si è rafforzata dopo che i dati ufficiali hanno reso noto che le importazioni cinesi sono diminuite del 20,4% ad agosto su base annuale, l’undicesima flessione consecutiva.

Analisi dei Mercati - 13 Ottobre 2015

I titoli azionari statunitensi hanno registrato un andamento poco movimentato lunedì dal momento che gli investitori sono in attesa di vedere cosa succederà in questa settimana in cui verranno pubblicati diversi risultati trimestrali di banche e società del Dow 30. I guadagni sono rimasti limitati dalla flessione dei titoli energetici e del prezzo del petrolio.

Analisi dei Mercati - 12 Ottobre 2015

La BOJ ha deciso di mantenere invariata la sua politica monetaria durante l’ultimo incontro di questa settimana, anche se i recenti report economici che sottolineano la debolezza dell’economia giapponese stanno esercitando pressioni sulla banca affinché quest’ultima realizzi nuove misure per rilanciare la crescita. I dati hanno mostrato venerdì che il deficit commerciale del Regno Unito è diminuito ma meno del previsto ad agosto facendo così diminuire l’ottimismo sulla solidità dell’economia britannica. La BCE ha ribadito la sua volontà di aumentare i programmi di stimolo all’economia per contenere il rischio di bassa inflazione nell’UE.

Analisi dei Mercati - 09 Ottobre 2015

I titoli azionari globali sono scesi giovedì dopo aver toccato i massimi a tre settimane sulla scia dei deboli ordinativi che sono risultati inaspettatamente modesti in Germania e Giappone e che costituiscono l’ennesima prova del momento di stagnazione che stanno vivendo le principali economie mondiali.

Analisi dei Mercati - 08 Ottobre 2015

I titoli azionari statunitensi si sono mossi marginalmente al rialzo mercoledì in una sessione di trading molto volatile con gli investitori preoccupati dell’andamento degli utili societari e del rally dei prezzi del greggio. Il prezzo del petrolio ha oscillato dopo che i dati governativi che mostravano le ampie scorte di petrolio negli USA hanno sorpreso i trader dopo che un gruppo del comparto aveva mostrato un calo.

Analisi dei Mercati - 07 Ottobre 2015

La fiducia degli investitori è stata sollevata dalla notizia che è stato siglato un accordo di libero scambio tra 12 paesi dell’area Pacifico dopo una serie di negoziazioni. I deboli dati sul comparto industriale tedsco hanno invece gettato nello sconforto i mercati europei. I dati rilasciati hanno mostrato che gli ordinativi all’industria in Germania sono diminuiti inaspettatamente ad agosto - a causa soprattutto del calo della domanda da parte dei paesi extra UE. In agosto gli ordinativi all’industria hanno registrato una flessione dell’1,8%.

Analisi dei Mercati - 06 Ottobre 2015

La Borsa Usa si è rafforzata, con l'indice S & P 500 in ripresa per il quinto giorno consecutivo, dopo che i dati deludenti sull’occupazione della scorsa settimana hanno rafforzato le previsioni che la Federal Reserve non alzerà i tassi di interesse quest'anno. Il rapporto di Venerdì sui lavoratori non agricoli a libro paga a Settembre negli Stati Uniti ha mostrato che la crescita dei posti di lavoro ha rallentato negli ultimi tre mesi, aumentando la prospettiva che l'era dei tassi prossimi allo zero continuerà ancora per un pò. L'Euro ha compensato quanto aveva guadagnato rispetto al Dollaro Statunitense, perchè hanno pesato i dati non positivi del settore dei servizi nella zona Euro, anche se il Dollaro è rimasto sotto pressione a causa dei pessimistici rapporti economici degli Stati Uniti.

Analisi dei Mercati - 05 Ottobre 2015

I titoli azionari europei hanno aperto fortemente in rialzo venerdì e si sono rafforzati dopo che il presidente della BCE, Mario Draghi, ha tenuto un discorso giovedì in cui ha sostenuto che la crescita nell’eurozona sta migliorando grazie alla politica monetaria accomodante della BCE. I titoli azionari statunitensi hanno invece perso pesantemente terreno dopo che i dati sui posti di lavoro a settembre sono risultati ben al di sotto delle previsioni sollevando dubbi sul fatto che l’economia sia veramente abbastanza robusta da assorbire un aumento dei tassi di interesse. Gli occupati dei settori non agricoli sono saliti di 142.000 unità, al di sotto dei 203.000 attesi dagli economisti e il dato di agosto è stato rivisto pesantemente al ribasso.

Analisi dei Mercati - 02 Ottobre 2015

La crescita economica mondiale ha rallentato a settembre con la produzione industriale cinese in continua flessione così come la crescita del comparto manifatturiero nell’eurozona e la situazione negli USA stabile. Le ultime indagini condotte in Asia, Europa e America hanno tracciato un quadro piuttosto fosco della situazione economica globale e ciò potrebbe tradursi nella possibilità da parte delle banche di allentare ulteriormente le politiche monetarie.

Analisi dei Mercati - 01 Ottobre 2015

I dati oggi hanno mostrato che il settore privato negli USA ha creato più posti di lavoro delle previsioni a settembre, facendo salire le speranze anche per il report sui dipendenti pubblici che sarà pubblicato venerdì. La Fed ha dichiarato di aver bisogno di vedere ulteriori miglioramenti nel mercato del lavoro ed è fiduciosa che l’inflazione aumenterà prima di alzare i tassi.

Analisi dei Mercati - 30 Settembre 2015

La fiducia nell’eurozona è salita al massimo a quattro anni a settembre grazie alla migliorata fiducia nel settore industriale e dei servizi che ha reso possibile superare le stime. L’indice di fiducia dei consumatori è salito a 105,6 questo mese dal 104,1 di agosto, ha reso noto martedì la Commissione Europea.

Analisi dei Mercati - 29 Settembre 2015

Questo lunedì i titoli azionari statunitensi hanno esteso le perdite nel trading pomeridiano ed erano vicini a registrare il loro peggiore trimestre degli ultimi 4 anni, mentre gli investitori continuano a essere preoccupati della salute dell’economia cinese e del suo potenziale impatto sulla decisione della Fed di quando alzare i tassi.

Analisi dei Mercati - 28 Settembre 2015

L’evento che ha influenzato maggiormente i mercati globali è stato il discorso tenuto giovedì del presidente della Fed, Yellen relativo alle sue aspettative di un possibile incremento dei tassi entro la fine del 2015 che ha allentato le preoccupazioni relative a un rallentamento dell’economia e che ha preparato la strada a un rally dei titoli bancari.

Analisi dei Mercati - 24 Settembre 2015

Martedì l’Asian Development Bank ha abbassato le sue previsioni di crescita economica della Cina dal 7,2% al 6,8%. Mentre continuano a dominare i timori sulla situazione cinese, il presidente cinese Xi Jinping è arrivato a Seattle per incontrasi con Bill Gates e partecipare al summit USA-Cina sulla tecnologia che si terrà nei prossimi due giorni. Le prospettive dell’economia globale sono peggiorate sempre di più mercoledì dal momento che sono emersi ulteriori segnali di flessione in Cina, nonostante le massicce politiche di stimolo e anche in Europa la crescita appare sempre più debole.

Analisi dei Mercati - 25 Settembre 2015

Janet Yellen questa settimana ha la possibilità di: sottolineare l’intenzione della Fed di alzare i tassi entro il 2015, oppure confermare l’idea che hanno molti investitori secondo i quali l’aumento dei tassi sarà posticipato all’anno prossimo.

Analisi dei Mercati - 18 Settembre 2015

Le esportazioni giapponesi hanno rallentato per il seconco mese consecutivo ad agosto, segnale questo che dimostra come la crisi economica della Cina potrebbe coinvolgere anche la terza principale economia mondiale. Il dato ha seguito altri preoccupanti dati sulle altre economie asiatiche – comprese la Corea del Sud e Taiwan – in cui sta aumentando la preoccupazione circa le conseguenze della crisi cinese. Un anno dopo che Mario Draghi aveva affermato che i tassi della BCE avevano raggiunto il minimo, i mercati monetari dell’euro zona stanno scontando la possibilità che tali tassi siano ulteriormente abbassati nonostante le voci di possibili aumenti dei tassi di interesse provenienti da oltreoceano. Il nuovo orientamento del mercato deriva dall’indebolimento delle prospettive sull’inflazione nonostante la BCE abbia lanciato un programma di acquisto di obbligazioni da migliaia di miliardi a marzo per inserire nuovo denaro nell’economia.

Analisi dei Mercati - 17 Settembre 2015

I prezzi al consumo negli USA sono diminuiti inaspettatamente ad agosto mentre il prezzo della benzina ha recuperato le perdite e il rafforzamento del dollaro ha messo un freno al costo delle altre merci, limitando l’inflazione, situazione questa che complica la decisione che dovrà assumere la Fed sui tassi.

Analisi dei Mercati - 16 Settembre 2015

La continua svalutazione dello yuan ha rilanciato i timori di una possibile ripercussione di tale situazione nei mercati asiatici. Martedì la Banca del Giappone ha dichiarato di non aver modificato la sua politica di acquisto di titoli da 80 mila miliardi di yuan per stimolare l’inflazione e rilanciare la crescita. Nella zona euro i dati pubblicati precedentemente hanno mostrato che l'indice di fiducia ZEW in Germania è sceso a 12,1 a settembre dal 25 registrato il mese precedente. Gli analisti si aspettavano che l’indice avrebbe toccato quota 18,4 questo mese. I dati di martedì hanno mostrato che negli USA le vendite al dettaglio sono salite dello 0,2% ad agosto, mentre le previsioni parlavano di un incremento dello 0,3%; le vendite al dettaglio avevano guadagnato lo 0,7% a luglio, quando le previsioni erano state di un incremento pari allo 0,6%.

Analisi dei Mercati - 15 Settembre 2015

La Fed ha dichiarato che alzerà i tassi di interesse quando vedrà una ripresa economica sostenibile in particolare nel mercato del lavoro e con riferimento all’inflazione. Oggi Wall Street, i titoli azionari europei e il prezzo del petrolio hanno perso terreno, dal momento che gli investitori continuano a sperare che alla fine di questa settimana la Fed decisa per un aumento dei tassi, atteso dal 2006, ma i timori di un rallentamento della crescita in Cina continuano a innervosire i mercati mondiali. Si prevede che i titoli azionari rimarranno volatili fino all’incontro di mercoledì o giovedì quando la Fed prenderà la sua decisione. Regna l’incertezza in merito all’annuncio. E gli investitori sono molto incerti sulla direzione da dare ai propri investimenti.

Analisi dei Mercati - 14 Settembre 2015

La recente volatilità dei mercati globali, causata dalla decisione della Cina di svalutare lo yuan il mese scorso, ha alimentato l’incertezza in merito a quando la Fed deciderà di alzare i tassi di interesse. L’euro gruppo dei ministri delle finanze dell’eurozona si è riunito per discutere di come far ripartire la crescita e l’occupazione nei 19 paesi della moneta unica in modo da evitare una generazione di cittadini “non assumibili”. I governi dell’UE stanno per approvare la decisione di dare asilo a 160.000 rifugiati provenienti dalle zone di crisi del Medio Oriente e dell’Africa, ha dichiarato un membro dell’UE.

Analisi dei Mercati - 11 Settembre 2015

Il mercato statunitense del lavoro ha mostrato segnali positivi all’inizio di settembre dal momento che meno americani hanno presentato richiesta settimanale di indennità di disoccupazione ma i deboli dati sulla pressione inflazionistica potrebbero complicare la decisione della Fed di alzare i tassi di interesse. I mercati azionari globali ad esclusione degli USA hanno perso terreno oggi, con i timori sulle economie giapponese e cinese che hanno annuvolato il contesto di crescita globale e solo Wall Street è riuscita ha rimanere in territorio positivo grazie ai rimbalzi del prezzo del petrolio.

Analisi dei Mercati - 10 Settembre 2015

Mercoledì i mercati Cinesi hanno chiuso in ripresa, in un clima di fiducia quando il ministero delle finanze del Paese ha proposto una serie di riforme, che gli analisti dicono che potrebbero contribuire a contrastare il rallentamento dell'economia del Paese. Mercoledì il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker ha sollecitato i Governi dell'Unione Europea ad accettare un sistema obbligatorio di condivisione dell’ondata di profughi, ma ha anche promesso di migliorare le difese di frontiera e deportare gli immigrati clandestini.

Analisi dei Mercati - 09 Settembre 2015

I titoli azionari hanno guadagnato terreno in Europa e in Asia oggi mentre il dollaro è in fase di debolezza sull’euro dopo la pubblicazione dei dati commerciali provenienti dalla Cina. Le importazioni cinesi sono diminuite più del previsto e il dato ovviamente pesa sulla seconda principale economia mondiale. Ora che la Cina ha mostrato di non volere subire ulteriori crisi, il nostro mercato si sta riprendendo ciò che ha perso venerdì. Il mercato aveva subito un duro colpo venerdì a causa dei timori sulla situazione dell’economia cinese.

Analisi dei Mercati - 08 Settembre 2015

A seguito della celebrazione della giornata del Lavoro negli USA, la volatilità e i movimenti del mercati sono rimasti contenuti. Quindi non vi sono grandi notizie per oggi. I titoli azionari europei sono saliti lunedì, trascinati dal gigante minerario e delle materie prime Glencore che ha presentato un piano per tagliare i suoi debiti di un terzo e contrastare una flessione dei prezzi nei mercati asiatici causata dalla debolezza della Cina.

Analisi dei Mercati - 07 Settembre 2015

I leader dei mercati finanziari mondiali concordano nel calibrare e comunicare le politiche monetarie con maggiore cautela e attenzione per evitare le fughe dei capitali, ma non si aspettano che il previsto aumento dei tassi negli USA metterà a rischio la crescita, secondo un comunicato pubblicato venerdì.

Analisi dei Mercati - 04 Settembre 2015

Giovedì la BCE ha tagliato le sue previsioni sulla crescita e l’inflazione, mettendo in guardia sui possibili ulteriori problemi provenienti dalla Cina e preparando così la strada per un’espansione del già imponente programma di acquisto di titoli da un migliaio di miliardi di euro.

Analisi dei Mercati - 03 Settembre 2015

I report economici hanno mostrato che il settore industriale in Cina ha subito la peggiore contrazione degli ultimi tre anni. In Asia, mercoledì, i mercati cinesi e giapponesi hanno continuato a registrare un trading molto volatile. Mentre i mercati mondiali si preoccupano del rallentamento della Cina e del suo comparto industriale, i dati mostrano che la crescita del settore manifatturiero ha subito un rallentamento anche in Europa ad agosto, confondendo ulteriormente la BCE nel suo tentativo di stimolare l’economia delle regione. I dati ADP hanno mostrato che gli occupati del settore privato sono aumentati di 190.000 unità ad agosto negli USA, in aumento dal dato di 177.000 unità registrato a luglio, ma ancora inferiore alle stime degli analisti (201.000).

Analisi dei Mercati - 02 Settembre 2015

Il pesante crollo che ha portato i titoli azionari europei alla peggior perdita mensile dal 2011 non sta mostrando alcun segnale di cedimento. L’indice Stocks Europe 600 ha ceduto il 2,7 percento martedì, ma in alcuni momenti è arrivato a perdere anche il 3,3 percento. Anche i titoli azionari asiatici si sono mossi al ribasso dopo che un report ha mostrato che il comparto industriale in Cina è sceso al minimo a tre anni, mentre altri dati segnalavano che il comparto manifatturiero nell’area euro si contraeva più di quanto inizialmente previsto e che la produzione negli USA sta crescendo al ritmo più modesto dal 2013. Anche il comparto minerario è stato molto colpito dalla crisi che ha colpito i gruppi industriali europei cedendo il 5,6% mentre le materie prime stanno cercando di recuperare le pesanti perdite.

Analisi dei Mercati - 01 Settembre 2015

Wall Street ha chiuso in flessione oggi dal momento che gli investitori sono preoccupati della decisione della Fed di alzare i tassi di interesse a settembre. Il mercato sta per registrare il suo peggiore calo degli ultimi tre anni dopo aver subito duri colpi nelle ultime due settimane a causa dei timori per la salute economica della Cina e della tempistica del primo aumento dei tassi negli USA dopo quasi un decennio. Un rally del greggio ha rilanciato i prezzi dei titoli energetici.

Analisi dei Mercati - 31 Agosto 2015

I titoli azionari statunitensi hanno registrato un andamento contrastante venerdì dal momento che gli investitori sono rimasti cauti nell’assumere posizioni importanti nel weekend dopo giorni di turbolenze che hanno fatto registrare i giorni peggiori degli ultimi 4 anni sui mercati e il maggiore rimbalzo di due giorni dall’inizio della crisi finanziaria.

Analisi dei Mercati - 28 Agosto 2015

Giovedì i titoli azionari mondiali hanno registrato performance positive e anche il greggio è rimbalzato dopo che le notizie economiche e le indicazioni provenienti dalla Fed fanno ipotizzare che probabilmente il rialzo dei tassi non avverrà a settembre. L’attenzione degli investitori è puntata sulle possibili conseguenze della crisi cinese sui mercati mondiali.

Analisi dei Mercati - 27 Agosto 2015

La banca centrale cinese ha annunciato mercoledì che sta iniettando $21,8 miliardi nel sistema bancario del paese attraverso operazioni di liquidità a breve termine. La Banca Centrale Europea è pronta ad espandere o estendere il suo programma di acquisto di obbligazioni se necessario dal momento che il forte calo dei prezzi delle materie prime e la flessione della crescita economica globale minacciano il suo obiettivo di inflazione, ha dichiarato il membro del Comitato Esecutivo, Peter Praet. L’inflazione nell’area euro era solo allo 0,2% a luglio, ma la crisi dell’economia cinese oltre allo scivolone dei prezzi del greggio e alle turbolenze dei mercati azionari potrebbero far crescere il trend ribassista.

Analisi dei Mercati - 26 Agosto 2015

La banca centrale cinese ha tagliato il tasso di interesse e ha abbassato la quantità di riserve che le banche devono detenere per la seconda volta in due mesi martedì, nel tentativo di risollevarsi dal rallentamento dell’economia e dalla crisi dei mercati azionari che si è ripercossa a livello globale. I mercati azionari asiatici ed europei sono rimbalzati martedì, ma i titoli azionari in Cina e Giappone hanno continuato a viaggiare in territorio negativo.

Analisi dei Mercati - 25 Agosto 2015

I titoli azionari europei hanno registrato la loro peggiore giornata dal 2008 con l’indice tedesco che è entrato in trend ribassista. Oggi tutti sembrano pronti a vendere, c’è panico sui mercati e nessuna scelta è fatta razionalmente così come nessuna reazione e non si è assistito a nessun rimbalzo.

Analisi dei Mercati - 24 Agosto 2015

Il dollaro ha perso terreno toccando il minimo a due mesi sull’euro mentre i deboli dati sull’industria provenienti dalla Cina aumentano i dubbi sulla possibilità che la Fed alzi i tassi di interesse nei prossimi mesi. L’euro, come valuta di “finanziamento” utilizzata per acquistare le valute più rischiose ma più remunerative dei paesi emergenti, ha toccato quota $1,13 dal momento che gli investitori hanno deciso di riacquistare la valuta europea.

Analisi dei Mercati - 21 Agosto 2015

Il pesante sold off dei titoli azionari cinesi all’inizio della settimana unito alle crescenti preoccupazioni per la salute dell’economia asiatica ha alimentato i timori di una possibile guerra valutaria che potrebbe destabilizzare l’economia globale. Il governo greco ha restituito 3,4 miliardi di euro alla BCE giovedì dopo aver ricevuto la prima tranche di nuovi fondi di salvataggio. La situazione ha subito un’accelerazione il giorno dopo che il Meccanismo Europeo di Stabilità ha approvato l’erogazione di 86 miliardi di euro per l’assistenza finanziaria della Grecia per un periodo di tre anni. Il numero di americani che hanno presentato domanda per il sussidio di invalidità è salito inaspettatamente nel corso della settimana scorsa. L’attività manifatturiera nella regione di Philadelphia è cresciuta al ritmo più elevato ad agosto rilanciando l’ottimismo sulle prospettive dell’economia statunitense. La vendita di case negli USA è aumentata più delle stime a luglio toccando il livello più alto dal 2007.

Analisi dei Mercati - 20 Agosto 2015

Il miglioramento del mercato del lavoro sta portando la Fed sempre più vicina ad alzare il tasso di interesse nell’incontro di luglio anche se i politici continuano ad esprimere le loro preoccupazioni in merito alla dilagante inflazione e alla debolezza dell’economia mondiale, secondo quanto riportato nei verbali rilasciati mercoledì.

Analisi dei Mercati - 19 Agosto 2015

L’economia statunitense si prevede crescerà ad un ritmo dell’1,3% annuo nel terzo trimestre sulla scia della notizia di una crescita della produzione industriale migliore delle previsioni dello 0,6% a luglio.

Analisi dei Mercati - 18 Agosto 2015

Il Dollaro si rafforza nei confronti di un paniere di valute in quanto sono cresciuti sia I timori e le preoccupazioni causati dallo Yuan Cinese, sia le prospettive di un aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

Analisi dei Mercati - 17 Agosto 2015

La Germania ha goduto di una robusta se non spettacolare crescita nel secondo trimestre, mentre l'economia Francese ha ristagnato, lasciando i politici ad osservare una fragile ripresa della Euro zona ed i rischi derivanti dalla volatilità dei mercati Cinesi. I legislatori Greci hanno approvato un pacchetto di salvataggio che può sbloccare fino a 86 miliardi di € (96 miliardi di $) e aiutare la nazione ad evitare di essere insolvente la prossima settimana quando dovrà effettuare un pagamento a favore della Banca Centrale Europea. Con la Cina che sta turbando i mercati globali svalutando la sua moneta e la Grecia sull'orlo di un nuovo programma di salvataggio, la nascente ripresa della zona Euro potrebbe ancora dover lottare contro il contesto incerto. I prezzi alla produzione negli Stati Uniti sono aumentati per il terzo mese consecutivo durante Luglio, suggerendo che l’ostacolo all’inflazione derivante dai deboli prezzi del petrolio si stia mitigando, mentre nel mese di Luglio la produzione industriale ha realizzato la maggiore crescita in otto mesi. In un rapporto preliminare, l'Università del Michigan ha detto che il suo indice di fiducia dei consumatori è sceso a 92,9 in Agosto rispetto a 93,1 del mese precedente.

Analisi dei Mercati - 13 Agosto 2015

Le fonti riferiscono che la mossa della Cina di svalutare la propria moneta riflette una crescente attrattiva negli ambienti governativi per uno Yuan più debole al fine di risollevare l’andamento delle esportazioni, garantendo che la Banca Centrale rimanga sotto pressione per farlo scendere ulteriormente nei prossimi mesi.

Analisi dei Mercati - 12 Agosto 2015

Martedì la Cina ha svalutato la propria moneta in conseguenza di una serie di deboli dati economici, una mossa che è stata annunciata come una riforma di libero mercato, ma che alcuni sospettano potrebbe essere l'inizio di uno slittamento a più lungo termine del tasso di cambio.

Analisi dei Mercati - 11 Agosto 2015

Grecia: Per mantenere il paese all’interno dell’Euro, la Grecia sta cercando di concludere i colloqui con i propri creditori per garantirsi fino a 86 miliardi di Euro di prestiti a tre anni dei quali ha bisogno. Un accordo sarà raggiunto entro il 20 Agosto, mentre la Grecia deve pagare anche 3,2 Miliardi di Euro alla BCE per le obbligazioni in scadenza. La qualità è più importante della rapidità e potrebbe essere necessario un finanziamento ponte, anche se il 3° salvataggio non può essere certo.

Analisi dei Mercati - 10 Agosto 2015

Venerdì il mercato azionario degli USA ha aperto in leggero ribasso dopo che la consistente crescita di posti di lavoro nel mese di luglio ha indicato un miglioramento dell'economia, facendo crescere la prospettiva per un rialzo dei tassi di interesse nel mese di Settembre. I lavoratori dei settori non agricoli sono aumentati di 215.000 unità il mese scorso, meno delle 223.000 previste dagli economisti, ma il tasso di disoccupazione si è ridotto al 5,3 per cento, il minimo a sette anni.

Analisi dei Mercati - 07 Agosto 2015

Il petrolio è sceso ai minimi degli ultimi 4 mesi sulla scia delle aspettative secondo cui un eccesso di offerta globale continuerà a spingere i mercati in trend ribassista. Scivolano i titoli azionari europei estendendo le perdite mentre i titoli azionari petroliferi e minerari continuano a perdere terreno e gli investitori stanno soppesando la possibilità che la Fed decida per un aumento dei tassi. La Grecia può ancora raggiungere un accordo con i suoi creditori sulla base di un nuovo programma di salvataggio in tempo per riuscire a restituire i prestiti effettuati dalla banca centrale europea entro le prossime due settimane, secondo quanto dichiarato dalla Commissione Europea.

Analisi dei Mercati - 06 Agosto 2015

Continua il sell off dei titoli azionari bancari greci per il terzo giorno consecutivo mercoledì, mentre gli acquirenti non sanno ancora se ricominciare a comprare. Le vendite al dettaglio nella zona euro sono scese più del previsto a giugno, sottolineando le preoccupazioni sulle prospettive economiche; i dati ufficiali hanno mostrato mercoledì che il settore dei servizi negli USA ha avuto un modesto incremento a luglio, grazie al leggero miglioramento nel settore dell’occupazione e nelle nuove attività. Gli altri dati economici hanno mostrato un aumento del deficit della bilancia commerciale a giugno mentre la solida domanda interna nel secondo trimestre e il rafforzamento del dollaro sono stati superati dall’aumento delle importazioni di cibo e automobili. L’attività del settore dei servizi negli USA è cresciuta al ritmo più sostenuto da agosto 2005 a luglio rilanciando l’ottimismo sulla salute dell’economia e facendo aumentare le possibilità di un aumento dei tassi a settembre.

Analisi dei Mercati - 05 Agosto 2015

Il mercato azionario Asiatico è temporaneamente risalito, guidato da una ripresa delle azioni Cinesi, quando gli organi di regolamentazione hanno imposto dei limiti sulla vendita allo scoperto di azioni sulla terraferma nell'ultimo tentativo di stabilizzare il mercato. Le borse Europee hanno esaurito una striscia vincente di cinque giorni in quanto la crisi nel settore bancario ha vanificato l’aumento in quello minerario. Le azioni Greche sono arretrate per il secondo giorno consecutivo. Funzionari del Governo hanno detto Martedì che la Grecia prevede di concludere un contratto multi-miliardario in Euro con i finanziatori internazionali entro due settimane. L'Ufficio del Censimento degli Stati Uniti ha riferito Martedì che gli ordini alla produzione sono aumentati dell’1,8% nel mese di Giugno, in accordo con le previsioni. Wall Street ha proseguito la striscia negativa del Martedì, in quanto gli investitori sono preoccupati per un aumento dei tassi di interesse, mentre le azioni della Apple hanno raggiunto il loro minimo in oltre sei mesi.

Analisi dei Mercati - 04 Agosto 2015

La spesa al consumo negli USA a giugno è aumentata al livello più lento degli ultimi quattro mesi a causa dell’indebolimento della domanda di automobili e del fatto che l’economia sembra aver perso parte del suo slancio alla fine del secondo trimestre.

Analisi dei Mercati - 03 Agosto 2015

Mentre il programma di salvataggio della Grecia è in fase di attuazione, i mercati finanziari appaiono abbastanza stabili. I mercati finanziari greci riapriranno lunedì 3 agosto e ciò potrebbe suscitare l’interesse dei mercati.

Analisi dei Mercati - 31 Luglio 2015

Il Fondo Monetario Internazionale potrà approvare nuovi prestiti alla Grecia solo se Atene raggiungerà un accordo con i governi europei in cui garantirà di pagare i suoi debiti, ha riportato un rappresentante del FMI. Il FMI e gli USA sostengono che gli oneri legati ai finanziamenti della Grecia siano insostenibili e chiedono ai creditori internazionali un allentamento di alcune della condizioni applicate ai finanziamenti. I governi europei hanno rifiutato l’idea dal momento che stanno negoziando con Atene in merito a nuovi fondi di salvataggio. Gli Americani stanno comprando la competenza industriale europea. “Gli affari potrebbero svolgersi meglio li che qua” ha affermato Chip Pettengill, responsabile della gestione dei fondi in Honeywell investor Bahl & Gaynor Investment Counsel Inc. “l’Europa è in una fase di cambiamento. Hanno passato un brutto momento ma le cose sembrano migliorate adesso e quindi sembra il momento giusto".

Analisi dei Mercati - 30 Luglio 2015

I titoli azionari giapponesi hanno perso terreno dopo la chiusura di mercoledì con i titoli del settore dei mezzi di trasporto, macchinari elettrici e apparecchiature che hanno spinto al ribasso le azioni. I titoli azionari europei si sono mossi al rialzo mercoledì dal momento che i mercati cinesi si sono stabilizzati dopo il selloff della sessione precedente e con l’attenzione degli investitori puntata sulle decisioni di politica monetaria della Fed. Le vendite di case in corso hanno subito un inaspettato calo a giugno negli USA, facendo diminuire l’ottimismo in merito alla solidità del settore delle costruzioni e le forniture di greggio sono scese molto più del previsto settimana scorsa. La Fed, come previsto, mercoledì pomeriggio ha lasciato invariati i tassi a breve termine, senza offrire nuove indicazioni in merito a quando effettivamente avverrà questo aumento dei tassi.

Analisi dei Mercati - 28 Luglio 2015

La Grecia è ancora nella moneta unica, l’economia dell’area euro sta rafforzandosi e i mercati finanziari sono tranquilli nonostante l’intensificarsi delle turbolenze ad Atene. La Cina si è dichiarata lunedì pronta ad acquistare titoli azionari per stabilizzare il mercato azionario e invertire il “rischio sistemico”, dopo che la maggior parte degli indici ha perso più dell’8% nella peggiore flessione dal 2007. L’autorità nazionale di regolamentazione dei mercati mobiliari ha messo seriamente in guardia chiunque abbia intenzione di “effettuare vendite allo scoperto” nel tentativo di evitare il divampare di una crisi finanziaria.

Analisi dei Mercati - 27 Luglio 2015

Un report ha mostrato che la vendita di case nuove ha inaspettatamente subito un calo a giugno. La flessione dei titoli energetici e del settore dei materiali da costruzione pesa sui mercati azionari statunitensi facendo aumentare il trend ribassista di Wall Street. I prezzi dei metalli hanno toccato i minimi, i mercati azionari e il prezzo del petrolio sono oggi in rosso dal momento che i dati più deboli del previsto provenienti dalla Cina e dalla zona euro hanno esacerbato i timori relativi alla crescita economica mondiale. I dialoghi sulla preparazione di un nuovo accordo per il salvataggio della Grecia non sono riusciti ad iniziare venerdì, come era stato previsto, mentre crescono le preoccupazioni per il ritardo nelle negoziazioni con i creditori internazionali detestati dalla maggior parte dei greci. Il parlamento Greco ha già approvato due pacchetti di misure di riforme.

Analisi dei Mercati - 24 Luglio 2015

Il governo greco ha prolungato la chiusura dei suoi mercati finanziari almeno fino a lunedì mentre si prepara ad accogliere le negoziazioni con i creditori per il terzo piano di salvataggio. In Grecia si stanno decidendo le regole di base per la riapertura della borsa di Atene ed è necessario decidere se dispensare gli investitori dai controlli sui capitali e rischiare più denaro o salvaguardare la scarsa liquidità e rimanere sempre più isolati dai mercati globali. La Grecia vuole siglare un accordo con i creditori entro il 20 agosto, quando scadranno 3,2 miliardi di euro (3,5 miliardi di dollari) dovuti alla BCE. I mercati finanziari sono rimasti chiusi anche dopo che le filiali delle banche hanno riaperto lunedì con servizi limitati.

Analisi dei Mercati - 23 Luglio 2015

Il nuovo accordo per il salvataggio della Grecia impone una pesante dose di misure restrittive sul bilancio e di deregolamentazione del mercato che secondo i critici pochi leader delle nazioni dell’Europa occidentale avrebbero osare imporre ai propri cittadini.

Analisi dei Mercati - 22 Luglio 2015

Il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici ha dichiarato che i creditori europei della Grecia sono pronto a venire incontro al paese ellenico fino a quando il governo del paese soddisferà i termini e le condizioni del terzo pacchetto di salvataggio finanziario. Questa posizione contraddice la posizione tedesca secondo cui un alleggerimento del debito greca dovrebbe ancora essere ridiscusso.

Analisi dei Mercati - 21 Luglio 2015

L’andamento delle materie prime ha spinto i prezzi ai livelli più bassi dal 2002 dal momento che le prospettive di un incremento dei tassi negli USA sta spingendo l’oro al ribasso. Le materie prime stanno perdendo il favore degli investitori mentre il dollaro guadagna terreno e aumentano i segnali da parte della Fed e in particolare da parte del Presidente Janet Yellen di un possibile incremento dei tassi di interesse sulla scia del miglioramento dell’economia statunitense. L’aumento del costo dei prestiti sta tagliando l’interesse verso materie prime quali l’oro che al momento non offre interessi o rendimenti equiparabili alle obbligazioni o ai titoli azionari. Un incremento dei tassi di interesse negli USA dovrebbe portare a un ulteriore rafforzamento del dollaro che a sua volta avrebbe come conseguenza un allontanamento dalle materie prime, dai metalli e dai titoli dei mercati emergenti.

Analisi dei Mercati - 20 Luglio 2015

Mario Draghi ha sorpreso giovedì i suoi colleghi della Banca Centrale Europea sostenendo un aumento del piano di emergenza con i finanziatori della Grecia. Il Consiglio Esecutivo della BCE aveva segnalato ai membri del Consiglio Governativo il giorno precedente che il tetto dell’erogazione della Liquidità di Emergenza di 88,6 miliardi di euro ($96,5) dovesse rimanere tale, nonostante una richiesta da parte della Banca Centrale greca di altri 1,5 miliardi di euro. L’erogazione della Liquidità di Emergenza è stata aumentata di 900 milioni di euro, ha detto Draghi in una conferenza stampa giovedì, aggiungendo che la richiesta della Banca Centrale greca è stata “ricalibrata” nel corso della settimana.

Analisi dei Mercati - 17 Luglio 2015

Il Parlamento Greco ha approvato in prima mattinata un pesante piano di salvataggio con un voto che ha lasciato il governo senza maggioranza. Quindi l’Europa si è adoperata per riaprire il finanziamento alla Grecia.

Analisi dei Mercati - 16 Luglio 2015

Il primo ministro Greco Alexis Tsipras si è trovato ad affrontare una rivolta nel suo partito dopo che il parlamento di Atene ha iniziato a discutere un piano di salvataggio da 86 miliardi di euro (95 miliardi di dollari) che, secondo i rappresentanti internazionali non sarà sufficiente. Con le finanze greche sempre più in crisi e le banche sull’orlo del collasso, l’Unione Europea ha proposto un prestito ponte di quattro settimane che però paesi quali ad esempio il Regno Unito si sono rifiutati di concedere. Tenuto conto del peggioramento delle prospettive economiche, l’Unione Europea e il Fondo Monetario hanno entrambi espresso le loro serie preoccupazioni in merito all’indebitamento greco.

Analisi dei Mercati - 15 Luglio 2015

I mercati azionari mondiali hanno recuperato leggermente terreno martedì dopo che lo storico accordo sul nucleare tra Tehran e le 6 potenze mondiali ha lasciato per ora in vigore le sanzioni verso l’Iran, rilanciando i guadagni dei titoli energetici mentre le previsioni dei deboli risultati corporate hanno limitato i guadagni dei titoli azionari negli USA. Ci si attende che le società statunitensi registrino le peggiori vendite degli ultimi 6 anni nei report dei risultati del secondo trimestre. Il debole report sulle vendite al dettaglio pubblicato martedì, insieme ai segnali di un peggioramento del mercato del lavoro, ha smorzato le attese di un possibile aumento dei tassi di interesse da parte della Fed nel corso di quest’anno, che secondo gli economisti dovrebbe verificarsi a settembre. I ministri delle finanze europei stanno discutendo di un finanziamento ponte per la Grecia per mantenere a galla il paese in attesa dell’accordo definitivo.

Analisi dei Mercati - 14 Luglio 2015

La Grecia ha strappato un accordo condizionato all’erogazione di 95 miliardi di dollari in tre anni, insieme alla garanzia che i ministri delle finanze della zona euro inizieranno a discutere il modo per arrivare a un nuovo piano di salvataggio, soggetto all’approvazione parlamentare. Ciò accadrà solo se il primo ministro greco Alexis Tsipras riuscirà a soddisfare un’agenda di riforme impopolari relativi all’IVA, alle pensioni e a tagli quasi automatici del bilancio.

Analisi dei Mercati - 13 Luglio 2015

In rialzo i mercati azionari globali mentre l’euro recupera terreno venerdì grazie all’ottimismo generato dalle concessioni dell’ultimo minuto fatte dal primo ministro greco Alexis Tsipras che potrebbero portare a un accordo con i creditori internazionali. I guadagni arrivano dopo una settimana molto volatile che ha visto le banche greche rimanere chiuse dopo che il paese ha votato in un referendum di respingere i termini del piano di salvataggio, aumentando le possibilità di un “Grexit” dall’euro. I mercati sono stati sostenuti anche dalla ripresa del mercato azionario cinese che ha recuperato terreno per il secondo giorno consecutivo, aiutato dalle misure di sostegno del governo.

Analisi dei Mercati - 10 Luglio 2015

Il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk ha dichiarato mercoledì: “È veramente l’ultimo richiamo per la Grecia, ma anche per noi – la nostra ultima possibilità”, il giorno dopo l’incontro di emergenza. Questa volta i leader del summit europeo avevano fissato a domenica la data definitiva in cui decidere il futuro della Grecia nell’euro.

Analisi dei Mercati - 09 Luglio 2015

Siamo a metà di una settimana molto interessante in cui l’attenzione è rimasta puntata sui risultati del referendum greco. Sia nel summit dell’eurogruppo che negli incontri del Parlamento europeo si è cercato di risolvere il problema del salvataggio della Grecia. La Grecia è alla ricerca di un nuovo prestito europeo per evitare il collasso. Atene ha presentato formale richiesta per un prestito di tre anni e le autorità europee hanno lanciato un riesame della richiesta.

Analisi dei Mercati - 08 Luglio 2015

I greci hanno respinto le misure di austerità nel referendum di domenica in attesa della resa dei conti con i creditori mentre la crisi finanziaria del paese peggiora. La BCE ha mantenuto lunedì il livello di Liquidità in situazioni di Emergenza per la Grecia inasprendo però le condizioni di garanzia. La Grecia sta evitando lo scontro immediato con i creditori promettendo di mettere per iscritto le sue proposte economiche. I ministri delle finanze europei discuteranno le richieste mercoledì e questo dovrebbe rappresentare il primo step nella riapertura dei dialoghi. I titoli azionari cinesi scambiati a Hong Kong sono entrati in fase ribassista anche se il governo ha cercato di invertire la tendenza alimentando le preoccupazioni relative all’indebolimento della richiesta di materie prime.

Analisi dei Mercati - 07 Luglio 2015

Entriamo in una settimana molto interessante in cui l’attenzione sarà puntata sui risultati del referendum greco. Il ministro delle finanze Varoufakis ha rassegnato le dimissioni dopo la proposta della troika di facilitare i dialoghi dopo i risultati del referendum. I Greci hanno votato no sostenendo quindi la posizione del governo di respingere le misure di austerità proposte nell’ultimo piano di salvataggio. I mercati hanno aperto con pesanti gap come previsto. La Grecia ha prolungato la chiusura degli sportelli bancari fino a mercoledì come prima mossa e Euclid Tsakalotos è stato nominato nuovo ministro delle finanze.

Analisi dei Mercati - 06 Luglio 2015

Mercato decisamente lento venerdì. In attesa del voto in Grecia, la settimana prossima ad esclusione dell’apertura di lunedì si prevede molto volatile.

Analisi dei Mercati - 03 Luglio 2015

I titoli azionari europei hanno perso terreno per la terza volta in quattro giorni, mentre gli investitori sono in attesa questo weekend del referendum greco relativo alle proposte dei creditori. Un’indagine ha mostrato che sempre più greci sono contrari alla richiesta del governo di votare contro le proposte dei creditori. La crescita dei posti di lavoro negli USA è rallentata a giugno. Gli occupati del settore non agricolo sono saliti di 223.000 unità nello scorso mese, in flessione rispetto all’incremento di 254.000 unità registrato a maggio, con l’occupazione nel settore costruzioni e governativo che è rimasta invariata ed il settore minerario che sta perdendo sempre più posti di lavoro, secondo quando dichiarato dal Dipartimento del Lavoro giovedì. Inoltre, sono stati creati ad aprile e maggio 60.000 posti di lavoro in meno rispetto a quanto precedentemente riportato. I mercati oggi sono apparsi meno volatili rispetto ad altre sessioni anche se il dramma greco resta irrisolto. I mercati statunitensi resteranno chiusi venerdì per la festività dell’Indipendence Day.

Analisi dei Mercati - 02 Luglio 2015

Entriamo in una settimana molto interessante in cui l’attenzione sarà puntata sul referendum greco. La Grecia è affondata nelle procedure di default dal momento che era oggi la scadenza dei pagamenti. Negli USA i dati sul mercato del lavori e sulla produzione industriale hanno mostrato risultati brillanti e il trend è rialzista.

Analisi dei Mercati - 01 Luglio 2015

La Grecia ha sottoposto ai suoi creditori un nuovo piano di aiuti di durata biennale e questo dovrebbe essere l’ultimo tentativo di Atene di risolvere i suoi problemi con i creditori. I greci dovranno votare domenica in un referendum in cui sceglieranno se rimanere o meno nell’euro. Il cancelliere tedesco, Angela Merkel ha ormai abbandonato da martedì ogni speranza di nuove negoziazioni prima del referendum.

Analisi dei Mercati - 30 Giugno 2015

Entriamo in una settimana molto interessante in cui l’attenzione sarà puntata sul referendum greco. La Grecia è sotto shock mentre le banche chiudono dopo la convocazione del referendum. Cresce l’incertezza dal momento che l’interruzione dei dialoghi con i creditori internazionali sta spingendo il paese verso una crisi sempre più profonda. S&P ha abbassato il rating dei titoli di debito greci da CCC a CCC-.

Analisi dei Mercati - 29 Giugno 2015

Oggi i segnali di un possibile accordo tra la Grecia e i suoi creditori hanno ridato respiro ai mercati azionari mondiali. I rendimenti dei bond statunitensi hanno toccato il massimo a nove mesi.

Analisi dei Mercati - 26 Giugno 2015

La Grecia non è riuscita neanche oggi a raggiungere un accordo e l’ultima opportunità sarà sabato. In un settimana ben tre meeting non hanno sortito alcun risultato. Dopo una proposta lanciata dai creditori della Grecia per evitare il default greco, i mercati azionari globali non hanno registrato significativi movimenti, ma la prognosi per il paese ellenico resta poco incoraggiante.

Analisi dei Mercati - 25 Giugno 2015

I mercati azionari globali e il dollaro hanno subito uno scivolone mercoledì dal momento che gli investitori si sono rivolti ad asset meno rischiosi a causa del possibile default della Grecia.

Analisi dei Mercati - 24 Giugno 2015

L’euro ha toccato il livello più basso degli ultimi due mesi a causa dell’ipotesi secondo la quale la BCE manterrà il suo programma di QE.

Analisi dei Mercati - 23 Giugno 2015

L’euro ha toccato i massimi della sessione lunedì dopo che i ministri delle finanze dell’euro zona non sono riusciti a trovare un accordo sul salvataggio della Grecia ma hanno dichiarato che un accordo finale potrà essere raggiunto più tardi alla fine di questa settimana.

Analisi dei Mercati - 22 Giugno 2015

Settimana interessante che ha visto il presidente della Fed, Yellen cercare di fermare le speculazioni sull’aumento dei tassi di interessi nel meeting di questo mese e poi si è assistito al discorso del governatore della BoE, Carney che ha analizzato la politica della BoE. Entrambi gli eventi hanno contribuito ad aumentare la volatilità dei mercati questa settimana.

Analisi dei Mercati - 19 Giugno 2015

Il dollaro ha chiuso in perdita giovedì rispetto alle altre principali valute dopo la pubblicazione di report contrastanti sull’economia statunitense; un giorno dopo che la Fed ha dichiarato che l’economia non è ancora abbastanza forte da sostenere un rialzo dei tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 18 Giugno 2015

Hanno perso terreno i titoli azionari europei sulla scia del dibattito sul destino della Grecia e della speculazione secondo cui la Fed rallenterà la stretta monetaria. Gli investitori sono preoccupati dell’assenza di un accordo sull’uscita della Grecia dall’euro e dall’UE, le cui conseguenze lasciano molta incertezza.

Analisi dei Mercati - 17 Giugno 2015

Martedì ha perso terreno l’euro dopo che sembrano aumentare le possibilità che la Grecia dichiari il default o debba lasciare la moneta unica, mentre il dollaro è salito all’inizio dell’incontro della Fed.

Analisi dei Mercati - 16 Giugno 2015

La produzione industriale statunitense è scesa a maggio dello 0,2% mentre le previsioni parlavano di un incremento dello 0,2%. L’attività industriale nello stato di New York si è contratta a giugno, segno che i produttori subiscono l’influenza negativa del rafforzamento del dollaro e i tagli negli investimenti da parte dei perforatori di petrolio e gas.

Analisi dei Mercati - 15 Giugno 2015

I titoli azionari statunitensi si sono rimangiati la maggior parte dei guadagni della settimana mentre gli investitori restano in attesa dell’incontro della FED che si terrà settimana prossima e di vedere come si concluderanno i colloqui tra la Grecia e i creditori internazionali. Regna il nervosismo tra gli investitori in attesa dell’incontro del FOMC che si terrà settimana prossima – l’ultimo incontro della banca centrale prima di settembre – in cui verrà deciso quando alzare i tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 12 Giugno 2015

Le vendite al dettaglio negli USA sono salite a maggio grazie al fatto che le famiglie hanno ricominciato ad acquistare automobili e una serie di altri beni anche se hanno cominciato a pagare un po’ di più la benzina, l’ultimo segnale che mostra che la crescita economica sta ricominciando. Anche l’Europa sta recuperando terreno sulla scia delle speranze del raggiungimento di un accordo della Grecia con i suoi creditori anche se l’ottimismo sta diminuendo.

Analisi dei Mercati - 11 Giugno 2015

I rendimenti delle obbligazioni decennali tedesche hanno toccato oggi per la prima volta l’1% da settembre dal momento che sono aumentate le prospettive di un’inflazione a lungo termine e ciò ha spinto gli investitori a preferire i titoli azionari nonostante i rischi connessi.

Analisi dei Mercati - 10 Giugno 2015

Gli investitori continuano a tenere sotto osservazione le negoziazioni tra la Grecia e i suoi creditori internazionali. La commissione europea ha ricevuto una nuova proposta dalla Grecia martedì, il giorno dopo che la cancelliera Angela Merkel ha detto che il tempo a disposizione della Grecia per trovare un accordo sulle riforme e quindi rimanere nell’euro sta per concludersi.

Analisi dei Mercati - 09 Giugno 2015

I titoli azionari statunitensi ed europei si sono mossi al ribasso dal momento che gli investitori sono sempre più preoccupati sulla situazione della Grecia e sulla tempistica dell’innalzamento dei tassi negli USA, mentre il dollaro perde terreno sulla scia delle voci, poi smentite, di dichiarazioni del presidente Barack Obama nel corso degli incontri del G7 in cui il presidente americano avrebbe fatto capire di non voler vedere ulteriormente rafforzarsi il dollaro. Il programma di salvataggio della Grecia scade alla fine di giugno ma il paese è ancora impegnato ad evitare il rischio di insolvenza.

Analisi dei Mercati - 08 Giugno 2015

Settimana molto interessante caratterizzata da elevata volatilità nei mercati a causa degli annunci economici in Europa, Regno Unito e USA ma anche per la Grecia che continua a essere al centro dell’attenzione in relazione al possibile raggiungimento di un accordo con i suoi creditori.

Analisi dei Mercati - 05 Giugno 2015

I titoli azionari statunitensi hanno continuato a perdere terreno nel primo pomeriggio di giovedì dopo che i dati hanno mostrato che la produttività del comparto non agricolo è scesa drasticamente. La sterlina ha continuato a muoversi al rialzo sul dollaro giovedì dopo che la Banca d’Inghilterra ha mantenuto inalterati i tassi di interesse all’attuale livello minimo record. Il partito del primo ministro Alexis Tsipras ha mostrato la propria furia giovedì in relazione ai termini proposti dai creditori della Grecia per un ultimo tentativo di accordo per scongiurare la bancarotta ma i rappresentanti europei continuano ad avere fiducia sul buon esito dell’accordo.

Analisi dei Mercati - 04 Giugno 2015

L’euro ha contenuto le perdite sul dollaro mercoledì grazie al fatto che la BCE ha lasciato inalterati i tassi di interesse e ha dichiarato che l’acquisto di titoli sta rilanciando la crescita nell’area euro nonostante la richiesta del biglietto verde continui a essere sostenuta dai solidi dati economici statunitensi.

Analisi dei Mercati - 03 Giugno 2015

Deboli gli ordinativi all’industria negli USA mentre le vendite di auto hanno rischiarato le prospettive economiche. L’euro si è rafforzato rispetto al dollaro sulla scia delle aspettattive secondo cui la Grecia dovrebbe raggiungere un accordo con i suoi creditori. L’indice CPI è migliorato leggermente oggi nella zona euro. L’indice PMI delle costruzioni ha mostrato un risultato più solido nel Regno Unito dando slancio alla sterlina rispetto all’euro.

Analisi dei Mercati - 02 Giugno 2015

La crescita dell’industria resta stagnante a maggio dal momento che la domanda continua a essere bassa e tutto ciò sottolinea che le banche centrali dovranno continuare a sostenere la crescita.

Analisi dei Mercati - 01 Giugno 2015

I titoli azionari statunitensi hanno perso terreno venerdì influenzati dai dati provenienti dall’economia che hanno mostrato segnali di contrazione nel primo trimestre e a maggio confermando i dubbi sulla forza della ripresa economica. Il dollaro è scivolato rispetto a un paniere formato dalle principali valute venerdì, dopo che i dati hanno mostrato risultati peggiori delle stime nel primo trimestre e l’attenzione degli investitori è rimasta puntata sui report economici che sarebbero stati pubblicati alla fine della giornata.

Analisi dei Mercati - 29 Maggio 2015

Il dollaro ha toccato il livello più elevato sullo yen dal 2002, mentre i titoli azionari globali sono scambiati al ribasso dopo che le società di intermediazione cinesi e il FMI hanno inasprito le norme sui margini. In Europa, la Grecia non sembra ancora essere giunta a un accordo con i suoi creditori. Inoltre le richieste di sussidi alla disoccupazione sono salite inaspettatamente negli USA anche se sono rimaste su livelli compatibili con un rafforzamento del mercato del lavoro.

Analisi dei Mercati - 28 Maggio 2015

Nella serata di mercoledì Atene si è dichiarata fiduciosa di poter rimborsare 305 milioni di euro al FMI entro il 5 giugno. Il governo greco aveva precedentemente espresso dubbi sulla possibilità di erogare il rimborso se non si fosse arrivato a un accordo entro tale data con i creditori internazionali.

Analisi dei Mercati - 27 Maggio 2015

I titoli azionari europei hanno subito un arresto martedì a causa dei problemi legati al debito greco e alle elezioni locali che si sono svolte in Spagna e che hanno bilanciato l’incremento dei titoli azionari delle linee aeree.

Analisi dei Mercati - 26 Maggio 2015

I titoli azionari europei hanno perso terreno lunedì in una sessione caratterizzata da pochi scambi, mentre restano le preoccupazioni per il rischio di default della Grecia e si attendono i risultati delle elezioni amministrative in Spagna.

Analisi dei Mercati - 25 Maggio 2015

I risultati provenienti dagli Usa relativi al miglioramento dell’indice CPI hanno causato un rally del dollaro e una conseguente debolezza dell’euro e della sterlina.

Analisi dei Mercati - 22 Maggio 2015

Giovedì l’euro ha recuperato terreno sul dollaro dopo un’ondata di report economici deludenti provenienti dagli USA che hanno alimentato le preoccupazioni sulla solidità della ripresa. Il dollaro ha registrato perdite nei confronti delle principali altre valute giovedì ed è rimasto sotto pressione dopo che i dati hanno mostrato che le richieste di sussidi alla disoccupazione sono salite ad un ritmo maggiore di quanto previsto.

Analisi dei Mercati - 21 Maggio 2015

Mercoledì l’euro è sceso al minimo a due settimane dopo che la Grecia ha dichiarato che il paese potrebbe non riuscire a ripagare il debito, mentre il mercato azionario statunitense e quello europeo si sono mantenuti intorno ai recenti massimi in attesa dei segnali provenienti dalla Fed sul possibile aumento dei tassi di interesse.

Analisi dei Mercati - 20 Maggio 2015

I commenti concilianti rilasciati dai membri della BCE secondo i quali la banca sarebbe pronta ad affrontare prioritariamente il suo programma di QE ha causato significati movimenti sui mercati nella sessione odierna. I rendimenti delle obbligazioni sono scesi e l’euro ha perso quasi un punto percentuale sul dollaro.

Analisi dei Mercati - 19 Maggio 2015

Questa settimana è iniziata all’insegna della tranquillità e anche per oggi non si prevede verranno pubblicati dati particolarmente significativi. I titoli azionari europei hanno perso terreno lunedì, spinti al ribasso dalle preoccupazioni sulla situazione finanziaria della Grecia. Il dollaro è rimbalzato dal minimo a quattro mesi toccato venerdì.

Analisi dei Mercati - 18 Maggio 2015

I mercati europei si sono mossi al rialzo questa mattina sulla scia dei commenti della BCE. Mario Draghi, presidente della BCE, ha confermato ieri alla conferenza del FMI di essere sempre impegnato nella realizzazione del programma di QE e ha anticipato che tale processo continuerà come pianificato. Alla chiusura, la maggior parte degli indici europei ha chiuso in leggero ribasso rispetto a ieri.

Analisi dei Mercati - 15 Maggio 2015

I titoli azionari statunitensi hanno recuperato velocemente terreno giovedì pomeriggio e l’indice S&P 500 ha quasi chiuso ai massimi sulla scia del dollaro debole.

Analisi dei Mercati - 14 Maggio 2015

Le vendite al dettaglio negli USA sono rimaste ferme ad aprile con le famiglie che hanno tagliato gli acquisti mostrando che l’economia fa ancora fatica a riprendersi. Anche le scorte delle industrie negli USA sono cresciute poco nello scorso mese. In Europa il PIL è risultato leggermente inferiore alle aspettative del mercato anche se l’economia francese sta invece progredendo.

Analisi dei Mercati - 13 Maggio 2015

I ministri delle finanze dell’eurogruppo si sono incontrati lunedì a Bruxelles con il ministro delle finanze graco Yanis Varoufakis, ma non è stato fatto nessun passo in avanti. Martedì la Grecia ha rimborsato 770 milioni di euro al FMI ma continuano le preoccupazioni sul rischio di default.

Analisi dei Mercati - 12 Maggio 2015

La banca centrale inglese ha deciso di mantenere stabile la sua politica monetaria lunedì dal momento che la vittoria dei conservatori, più solida delle previsioni, ha riportato il mercato a pensare ad un possibile imminente aumento dei tassi di interesse. Gli utili nell’eurozona sono risultati migliori delle stime, ma gli economisti suggeriscono che ciò sia imputabile alla debolezza dell’euro.

Analisi dei Mercati - 11 Maggio 2015

Le elezioni nel Regno Unito si sono concluse con la vittoria dei Conservatori che si sono aggiudicati la maggioranza seppur risicata evitando comunque lo scenario di un “Parlamento appeso”. In Europa diversi dati mostrano un rallentamento dell’economia anche se il primo Ministro greco Tsipras è convinto della risoluzione positiva delle negoziazioni con i creditori sul programma di riforma.

Analisi dei Mercati - 08 Maggio 2015

L’attenzione giovedì è stata puntata sulle elezioni nel Regno Unito. Dopo 5 settimane di campagna elettorale i sondaggi hanno subito pochi cambiamenti: gli ultimi sondaggi di YouGov/ The Sun/ The Times del 6 maggio continuano a dare i Conservatori e i Laburisti molto vicini con il 34% delle preferenze, i Liberali Democratici con il 10%, UKIP con il 12% e il Green Party con il 4%.

Analisi dei Mercati - 07 Maggio 2015

Mercoledì l’attenzione sarà puntata su due principali eventi: i dati economici che saranno rilasciati e le discussioni sulla questione greca. Le elezioni generali nel Regno Unito di giovedì restano un evento importante di questa settimana anche se i sondaggi non hanno subito modifiche per mesi e non dovrebbero riservare grandi sorprese neanche adesso che la campagna elettorale volge al termine. Ora dobbiamo solo aspettare e vedere quale sarà la formazione governativa che ne uscirà.

Analisi dei Mercati - 06 Maggio 2015

L’ampio incremento delle importazioni negli USA ha fatto salire il deficit commerciale a marzo al livello più elevato degli ultimi sei anni e mezzo, suggerendo che l’economia statunitense sta contraendosi nel primo trimestre. Le voci secondo cui la Grecia non sarebbe in grado di mantenere le promesse sui pagamenti del debito con i creditori dell’eurozona si dovrebbero intensificare nel corso della settimana prossima.

Analisi dei Mercati - 05 Maggio 2015

Gli ordinativi all’industria negli USA hanno registrato il più elevato incremento degli ultimi 8 mesi, mostrando che il settore manifatturiero si sta rafforzando nonostante la solidità del dollaro.

Analisi dei Mercati - 04 Maggio 2015

Oggi è la festività del Primo maggio e la maggior parte delle borse europee sono chiuse. I volumi di trading dell’euro sono rimasti contenuti oggi e il dollaro ha toccato il nuovo minimo a due mesi sulla valuta europea.

Analisi dei Mercati - 30 Aprile 2015

Mercoledì i dati rilasciati in Europa hanno mostrato che l’indice preliminare Tedesco CPI è sceso dello 0,1% rispetto al dato del mese precedente (0,5%). Negli USA, la Fed ha reso noto di aver rimosso tutti gli appuntamenti relativi all’aumento dei tassi di interesse e la banca centrale statunitense ha deciso di mantenere il tasso di riferimento allo 0,25%.

Analisi dei Mercati - 29 Aprile 2015

Il primo ministro greco, Alexis Tsipras, si è dichiarato fiducioso di arrivare a un accordo generale con i creditori internazionali entro due settimane, dopo aver reimpastato la sua squadra di negoziazione ed aver escluso il ministro delle finanze che aveva fatto infuriare i partner dell’eurozona. Tsipras ha inoltre affermato che potrebbe ricorrere al referendum se i creditori insistessero con richieste ritenute inaccettabili dal suo governo di sinistra, eletto per prendere le distanze dalle misure di austerity.

Analisi dei Mercati - 28 Aprile 2015

I mercati europei continuano a mostrarsi preoccupati in merito alla situazione del debito greco sebbene sembra permanere anche l’ottimismo per una conclusione positiva dei negoziati. La Grecia rischia il default nelle prossime settimane. Venerdì l’infruttuoso incontro tra i ministri delle finanze dell’eurozona ha sottolineato l’abisso tra la posizione di Atene e quella dei suoi creditori.

Analisi dei Mercati - 27 Aprile 2015

Con l’indice IFO tedesco sulla Fiducia delle Aziende che ha mostrato un risultato leggermente migliore delle previsioni e con la situazione del debito greco che sta per arrivare a una conclusione positiva, l’euro è riuscito oggi a guadagnare terreno. Dall’altra parte, i dati sulla spesa per investimenti negli USA hanno mostrato una flessione causando un ritracciamento del dollaro.

Analisi dei Mercati - 24 Aprile 2015

Oggi sono stati rilasciati in tutta Europa indici PMI molto deboli. Le richieste iniziali di sussidi alla disoccupazione si sono mantenute al di sotto delle 300 mila unità per la settima settimana consecutiva e stanno per rimbalzare il numero degli occupati dopo l’assunzione. Comunque le richieste sono salite di 1000 unità a 295 mila, indicando che probabilmente le assunzioni si sono stabilizzate ad aprile.

Analisi dei Mercati - 23 Aprile 2015

In riferimento all’accordo greco, i negoziatori greci hanno dovuto accettare un’ampia lista di riforme proposta dai rappresentanti della commissione europea, dal FMI, dalla BCE e dal Meccanismo Europeo di Stabilità. Una volta siglato l’accordo, potrà essere presentato il vice ministro delle finanze dell’eurozona e, una volta approvato, l’euro potrà riprendersi….

Analisi dei Mercati - 22 Aprile 2015

Martedì i dati rilasciati in Europa hanno mostrato che l’indice Tedesco ZEW sulla fiducia nell’economia è sceso a 53,3 ad aprile dal 54,8 di marzo. Intanto la fiducia nell’eurozona è salita a 64,8 ad aprile dal 62,4 di marzo.

Analisi dei Mercati - 20 Aprile 2015

Venerdì i dati rilasciati in Europa hanno mostrato che l’Indice dei Prezzi al Consumo è salito dell’1,1% lo scorso mese, in linea con le previsioni e in rialzo rispetto alla stima preliminare che era pari a un incremento di solo lo 0,6%. Negli USA, la fiducia dei consumatori è salita più delle previsioni ad aprile e l’Indice dei Prezzi al Consumo ha mostrato un incremento dello 0,2% a marzo, al di sotto delle stime (0,3%).

Analisi dei Mercati - 17 Aprile 2015

Il Primo Ministro Greco, Alexis Tsipras, si è dichiarato “fermamente ottimista”sul fatto che il suo governo sarà in grado di r